DIRETTA/ Trento Roma (risultato finale 82-88): Grande vittoria in rimonta

- Claudio Franceschini

Diretta Trento Roma streaming video e tv: risultato live della partita che si gioca alla BLM Group Arena ed è valida per la tredicesima giornata del campionato di basket Serie A.

Trento basket
Diretta Trento Reggio Emilia (Foto LaPresse)

DIRETTA TRENTO ROMA (82-88): FINE PARTITA

Presso l’impianto PalaTrento la Virtus Roma batte in rimonta la Dolomiti Energia Trento per 88 ad 82. Pur avendo dovuto inseguire gli avversari di giornata per quasi tutto l’arco della partita, è nell’ultimo quarto della gara che gli ospiti sono riusciti ad emergere sfoderando una prestazione maiuscola che è valsa un parziale di 28 a 15 decisivo per ottenere il successo finale. Male invece i padroni di casa, incapaci di tamponare il ritorno dei rivali nonostante il vantaggio acquisito in precedenza. I due punti guadagnati quest’oggi consentono alla Virtus Roma di portarsi a quota 14 in classifica mentre Trento resta ferma a 10 punti. (cronaca Alessandro Rinoldi)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Trento Roma non è una di quelle che sono trasmesse dalla televisione italiana per questo turno di campionato: dunque l’appuntamento rimane quello classico con la piattaforma Eurosport Player, che fornisce ai suoi abbonati tutte le sfide della Serie A1 di basket. L’evento sarà visibile in diretta streaming video, ricordando che sul sito ufficiale della Lega (www.legabasket.it) troverete tutte le informazioni utili come le statistiche di squadre e giocatori in tempo reale e il tabellino play-by-play della partita.

TERZO QUARTO

Esauritosi pure il terzo quarto, Aquila Trento e Virtus Roma sono ora sul punteggio di 67 a 60. In queste prime battute del secondo tempo, al rientro sul parquet dopo il riposo dell’intervallo lungo, i giallorossi mantengono una percentuale al tiro decisamente superiore agli avversari, capaci tuttavia di gestire la situazione di vantaggio ed aggiudicarsi pure il terzo parziale del match tramite il 3 a 7 nelle palle perse, dato questo che continua a mettere in difficoltà la compagine ospite del tecnico Bucchi. Il distacco è di soltanto 7 punti ma la mancanza di attenzione potrebbe essere fatale per la Virtus in questa serata. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del secondo quarto, ovvero del primo tempo, le squadre di Aquila Trento e Virtus Roma sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo lungo sul 52 a 47. Dopo un avvio di gara molto combattuto ed equilibrato, i padroni di casa dell’allenatore Brienza riescono lentamente ad avere la meglio sui rivali di giornata prima della sirena del riposo. A fare la differenza per i bianconeri altoatesini sono stati senza dubbio i 14 punti messi a segno dal solo numero 1 J. Blackmoon fino a questo momento del match, oltre ad aver forzato i giallorossi ad un importante 3 a 10 nelle palle perse, per la disperazione di coach Bucchi. Quest’ultimo avrà qualcosa da rimproverare ai suoi giocatori, cercando di trovare il modo giusto per poter ovviare alle difficoltà mostrate nel corso dei primi venti minuti della partita. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

PRIMO QUARTO

In Trentino Alto Adige il primo quarto di gioco tra Aquila Trento e Virtus Roma si è concluso con il punteggio di 30 a 30. Nelle fasi iniziali dell’incontro le due compagini mantengono subito dei ritmi molto alti e sbagliano poco o nulla in fase offensiva, facendo registrare percentuali davvero importanti. Gli ospiti di coach Bucchi devono tuttavia prestare maggiore attenzione nel perdere meno palle mentre i padroni di casa di coach Brienza hanno bisogno di gestirsi meglio soprattuto per quanto concerne l’aspetto disciplinare. Difficile che le squadre riescano a ripetere il grande spettacolo mostrato in avvio anche per tutto il resto della partita. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

SI GIOCA

Eccoci al via di Trento Roma: come abbiamo ricordato, le false partenze in campionato non sono una novità per la Dolomiti Energia, che in particolare nella stagione 2017-2018 si era ritrovata anche ultima in classifica nel finale del girone di andata. Maurizio Buscaglia era poi riuscito a girare le carte in tavola: strepitoso ribaltone e playoff conquistati, ma l’Aquila non si era fermata a quel punto arrivando addirittura a giocarsi la seconda finale scudetto consecutiva, dalla quale tuttavia era uscita sconfitta dall’Olimpia Milano. L’anno scorso la squadra ha provato a replicare il miracolo, è arrivata effettivamente ai playoff con il sesto posto ma è stata subito eliminata da Venezia, pur portata a gara-5. Ora vedremo come andranno le cose in questa stagione, ma innanzitutto mettiamoci comodi e stiamo a vedere quello che succederà sul parquet della BLM Group Arena dove la diretta di Trento Roma comincia! (agg. di Claudio Franceschini)

IL PROTAGONISTA

Come potenziale protagonista di Trento Roma possiamo citare Davon Jefferson: il centro di 33 anni continua a essere un fattore in quella che è la sua seconda stagione consecutiva nel nostro campionato. Le medie di questo 2019-2020 raccontano di 16,4 punti e 7,8 rimbalzi; va detto che siamo in calo rispetto a quanto Jefferson aveva fatto a Cantù (18,0 punti e 8,8 rimbalzi), tuttavia l’età avanza anche per questo straordinario giocatore che ha vestito parecchie maglie girando il mondo. Dopo l’esperienza in Brianza, il centro aveva firmato a Porto Rico con i Capitanes de Arecibo: una squadra della quale aveva già indossato i colori in due diverse occasioni e che ha provato (senza riuscirci) a spingere verso il titolo, disputando i playoff; trovatosi nuovamente senza contratto, ha accettato la proposta della Virtus Roma e forma con Jerome Dyson un asse playmaker-centro potenzialmente letale, vedremo se anche questa sera i due saranno determinanti per le sorti della loro squadra. (agg. di Claudio Franceschini)

TESTA A TESTA

Sono appena due i precedenti di Trento Roma, e per trovarli bisogna andare alla stagione 2014-2015: la Dolomiti Energia aveva appena raggiunto la Serie A1 e si preparava ad inaugurare il suo grande ciclo sotto la guida di Maurizio Buscaglia, mentre la Virtus aveva giocato la finale scudetto solo un anno prima (perdendola contro Siena) e, schiacciata dai problemi economici, al termine di quella stagione avrebbe salutato il massimo campionato per ripartire dal basso. Entrambe le partite di quella regular season erano state vinte dall’Aquila, a conferma di un rapporto di forze che era subito cambiato: al Palazzo dello Sport la squadra trentina aveva fatto il colpo imponendosi per 68-75, mentre nella partita di quello che all’epoca si chiamava ancora PalaTrento il successo era arrivato con il doppio dei punti di scarto, ovvero un 82-68. Roma era sponsorizzata Acea; a distanza di quattro anni è riuscita a tornare in Serie A1 e adesso prova a tornare a disputare i playoff, un obiettivo che una piazza così importante e appassionata meriterebbe davvero. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Trento Roma va in scena alle ore 20:00 di sabato 14 dicembre, alle ore 20:00 in diretta dalla BLM Group Arena: è uno dei due anticipi che si giocano nell’ambito della 13^ giornata del campionato di basket Serie A1 2019-2020. Buona occasione per la Virtus di confermare quanto fatto vedere nell’ultimo turno, quando ha battuto Trieste; in questo momento la squadra di Piero Bucchi corre per un posto nella Final Eight di Coppa Italia e potrebbe mettere virtualmente tre partite di distanza tra sé e l’Aquila che, reduce dalla trasferta polacca di Eurocup, arriva anche dalla brutta sconfitta del PalaDozza contro la Fortitudo Bologna, e in questo momento sarebbe fuori dai playoff e dal primo obiettivo di metà stagione. Una partita allora importante per entrambe: una per il riscatto e riprendere veramente il cammino interrotto, l’altra per confermarsi. Vedremo quello che succederà nella diretta di Trento Roma, mentre aspettiamo la palla a due possiamo intanto valutarne i temi principali.

DIRETTA TRENTO ROMA: RISULTATI E CONTESTO

La diretta di Trento Roma ci presenta un’Aquila che ha bisogno di ritrovare le sue certezze: non è una novità che questa squadra fatichi nella prima parte della regular season, basti pensare che era successa la stessa cosa anche quando si erano giocate le due finali scudetto consecutive. Tutto sommato Nicola Brienza sta facendo bene al suo primo anno: non era semplice sostituire Maurizio Buscaglia ma il coach sta dimostrando di poter reggere l’urto, anche se al momento la Dolomiti Energia ha record negativo (5-6) e manca della necessaria continuità. Il fatto di aver già effettuato il turno di riposo può senza dubbio aiutare a recuperare il terreno perduto nei confronti delle avversarie e provare a qualificarsi per la Coppa Italia; dal punto di vista di Roma la situazione è ancora migliore ma la Virtus deve ancora fermarsi nel girone di andata, per cui appare abbastanza chiaro che si debba se non altro provare a mettere distanza tra sé e Trento in questa partita. Roma in generale sta affrontando un campionato positivo ma deve ancora fare il salto di qualità in trasferta; vedremo se sarà questa partita a permettere ai ragazzi di Piero Bucchi di spiccare davvero il volo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA