Dugongo, cucciola abbraccia uomo che l’ha salvata/ Video, Thailandia se ne innamora

- Silvana Palazzo

Dugongo, una cucciola di 5 mesi abbraccia uomo che l’ha salvata e il video diventa virale. La tenerezza di Marium fa innamorare la Thailandia

dugongo marium thailandia
Dugongo, cucciola abbraccia uomo che l'ha salvata

Un dugongo ha fatto innamorare la Thailandia. Un cucciolo di femmina è stato salvato dai biologi marini quando aveva solo cinque mesi. E una foto è diventata subito virale: è uno scatto del salvataggio, in cui il dugongo sembra abbracciare il ricercatore. Il piccolo mammifero acquatico è diventato una star nel paese, dove gli hanno già dato un nome. Il dugongo è stato chiamato “Marium”, che nella lingua locale significa “signora del male”. Biologi marini e veterinari thailandesi si stanno prendendo cura di Marium, che per qualche motivo non ancora chiaro si è separata dalla madre perdendosi nell’oceano. È stata avvistata nei pressi di una spiaggia dell’isola di Ko Yoda mentre vagava senza meta lontano dai suoi simili. Quindi gli esperti dell’università di Chulalongkorn e del centro Kongkiat Kittiwatanawong hanno cominciato a prendersi cura di lei. Il dugongo viene dunque alimentato fino a 15 volte al giorno.

DUGONGO, CUCCIOLA ABBRACCIA UOMO CHE L’HA SALVATA

I volontari nutrono il grosso cucciolo di dugongo con erba marina e bottiglie piene di latte. Proprio i video sulla nutrizione di Marium stanno facendo il giro del web, rendendola una vera e propria webstar. Ora a ogni sessione di alimentazione ci sono persone che si avvicinano alla spiaggia per guardarlo e scattare una foto, ma questo è un comportamento che potrebbe peggiorare la situazione. La piccola si è “innamorata” dei soccorritori, infatti li segue quando sono in canoa. Per la biologa Kantarika Chansue il comportamento è legato alla perdita della madre. Il dugongo sta dunque cercando il contatto con oggetti che potrebbero ricordargliela, come le canoe. La speranza dei ricercatori è che Marium possa “staccarsi” al termine dello svezzamento, cioè ai 18 mesi di età. Per ora gira nei pressi dell’isola, sotto il monitoraggio degli esperti. I dugonghi comunque restano solitamente vicino alla madre fino agli 8 anni, quindi il percorso di recupero di Marium è lungo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA