Edi Aringhieri mamma di Andrea Bocelli “Mi dissero che sarebbe diventato cieco”/ “Rifiutai di abortire…”

- Giulia Bertollini

Edi Aringhieri è stata la madre di Andrea Bocelli. La donna ha sempre accudito con amore il figlio diventato poi cieco. La donna aveva rivelato che…

Edi Aringhieri e Andrea Bocelli 640x300
Edi Aringhieri e Andrea Bocelli (Foto: web)

Edi Aringhieri e la scoperta della malattia di Andrea Bocelli: “Soffriva molto e…”

E’ da poco scomparsa la madre di Andrea Bocelli. Edi Aringhieri è venuta a mancare all’età di 84 anni. Il cantante aveva annunciato la scomparsa della sua amata madre in un post su Facebook pubblicato dal su staff: “Dopo una lunga e straordinaria vita mia madre ha lasciato la sua casa terrena per raggiungere l’amato Sandro in Paradiso”. Mamma Edi è sempre stata una donna molto forte che ha incoraggiato il figlio nella sua passione. Oltre a curare l’azienda agricola di famiglia, la signora Edi non si è risparmiata in famiglia e ha cresciuto con amore i sue figli, Andrea e Alberto.

Per Edi non è stato facile scoprire la malattia del figlio tanto che in varie occasioni aveva raccontato che i medici le avevano suggerito di abortire: “A Firenze un professore mi spiegò che gli mancava lo sgorgo dei liquidi interni del bulbo oculare. Mi avevano anche suggerito di abortire perché la gravidanza era difficile. Arrivai in ospedale e mi dissero chiaramente che Andrea con il tempo sarebbe diventato cieco”. Edi però volle comunque mettere al mondo Andrea senza rinunciare a quella possibilità. Andrea Bocelli divenne cieco all’età di 13 anni. La madre se ne rese conto dopo che vide Andrea lamentarsi per la luce del sole: “Più Andrea cresceva e più gli dava fastidio la luce del sole. Gli provocava dei gran mal di testa e soffriva. Poi iniziarono le operazioni”.

Edi Aringhieri incoraggiò Andrea Bocelli nella musica: “Compresi che…”

Edi Aringhieri intuì che il figlio Andrea aveva una forte passione per la musica da un episodio che avvenne in ospedale. Nella camera accanto a quella in cui Andrea era ricoverato c’è un paziente russo che sentiva tutto il giorno la musica classica e sinfonica. Andrea Bocelli si accostava alla parete per ascoltare il suono. Un gesto che fece capisce subito alla madre che il figlio aveva la musica nel DNA: “Compresi che dovevo fare entrare Andrea in quella stanza. Questo signore iniziò ad adorarlo tanto che Andrea si dimenticò di essere in cura. Quando tornammo a casa gli comprai dei giradischi”. Edi decise poi di iscrivere Andrea Bocelli al conservatorio e da quel momento in poi quel ragazzo spiccò il volo. Edi capì di aver vinto la sua battaglia quando Andrea trionfò al Festival di Sanremo del 1994.

Edi non vedeva di buon occhio le donne che il figlio frequentava fino a quando arrivò la seconda moglie Veronica: “Era stato invitato da Sgarbi al suo compleanno ma lui non voleva andare. Quella sera incontrò Veronica, la donna della fortuna”. Edi ha amato molto nella sua vita non solo i figli ma anche il marito Sandro. Il pensiero di Andrea quando è venuta a mancare la mamma è stato rivolto al ricongiungimento dei suoi genitori. Edi non aspettava altro che salire al cielo dal marito.





© RIPRODUZIONE RISERVATA