Exit poll ballottaggi Elezioni Comunali 2022: ci saranno?/ Sondaggi, proiezioni e dati spoglio

- Niccolò Magnani

Ballottaggi Elezioni Comunali 2022, ci saranno gli exit poll? Perché potrebbero essere “sostituiti” da proiezioni su dati reali appena dopo le ore 23

Crotone, Reggio Calabria, Matera: Elezioni Comunali 2020
Elezioni Comunali (LaPresse)

SPOGLIO BALLOTTAGGI ELEZIONI COMUNALI 2022: CI SARANNO GLI EXIT POLL?

Urne nuovamente aperte appena 14 giorni dopo per i ballottaggi delle Elezioni Comunali 2022: dopo le ore 23, come sempre, il momento “della verità” con i primi risultati che potrebbero già determinare le 65 sfide rimaste “aperte” dopo il primo turno. Quella è anche l’ora in cui gli exit poll degli istituti più autorevoli – Opinio per Rai, Tecné per Mediaset, YouTrend per SkyTG24 e Swg per La7 – indicano di norma i primi dati rilevati fuori dalle urne durante la giornata di voto.

Non è però detto che la medesima operazione avverrà in questo secondo turno delle Elezioni Comunali: al netto dei pochi Comuni al voto – sono 65, di cui 13 sono capoluoghi di provincia (Alessandria, Cuneo, Como, Monza, Gorizia, Verona, Viterbo, Parma, Piacenza, Lucca, Frosinone, Catanzaro e Barletta) – i principali istituti demoscopici avrebbero deciso, come da tradizione per i ballottaggi, di concentrarsi sui proiezioni dei dati reali in arrivo subito dopo le ore 23 piuttosto che pubblicare exit poll per le grandi città, come avvenuto al primo turno (quando si scelse di raccogliere e publicare exit poll dopo le ore 23 solo per Genova, Palermo, Parma, Catanzaro, L’Aquila e Verona).

PROIEZIONI E DATI REALI: COME POTREBBE ESSERE LO SPOGLIO DEI BALLOTTAGGI

Ciò significa che, salvo sorprese dell’ultimo momento, dopo la chiusura dei seggi per le Elezioni Comunali 2022 questa sera alle ore 23 non arriveranno i primi exit poll bensì si avranno per le 23.30 circa le prime proiezioni con dati reali.

Il motivo è presto che detto: come avvenuto per il Referendum sulla Giustizia due settimane fa, lo spoglio quando vi sono solo due elementi da “scrutinare” – in quel caso il Sì o il No, per i Ballottaggi invece un candidato sindaco o il suo sfidante – procede molto più spedito e dunque nel giro di pochi minuti si potranno avere i primi dati reali dai seggi con le rispettive proiezioni. Questo significa che già nella notte, quantomeno nei Comuni dove non vi sarà un serrato testa a testa, si potranno avere i primi risultati su sindaco eletto e i conseguenti consiglieri comunali eletti. Restano invece previste e confermate in giornata tre “finestre” con i dati sull’affluenza in diretta alle urne: alle ore 12, alle 19 e alle 23, appena chiuderanno i seggi.







© RIPRODUZIONE RISERVATA