Ezio Greggio/ “I nostri tormentoni a Striscia? Ecco come sono nati…” (Verissimo)

- Rossella Pastore

Ezio Greggio ospite a Verissimo: alla luce della messa in onda della nuova stagione, il conduttore descrive la sua esperienza a Striscia la notizia.

Il conduttore Ezio Greggio
Il conduttore Ezio Greggio

Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti danno il via alla puntata natalizia di Verissimo. Silvia Toffanin ha per loro un omaggio video alla loro carriera, poi Iacchetti ammette di aver vissuto momenti difficili e di essere tornato a ridere proprio grazie all’amico: “Non ridevo dal mese di febbraio, quando l’ho visto il 7 dicembre ho fatto la prima, sana risata dopo 7 mesi.” L’argomento si sposta poi su Striscia e sui tormentoni che sono nati in quello studio. Greggio in merito racconta: “I nostri tormentoni? Nascono così! Magari ti arriva una frase da un’amico, te la appunti… La maggior parte di questi tormentoni sono nati così, in studio vedevamo che i macchinisti, i musicisti ridevano e quindi lo facevamo anche il giorno dopo. Io ne ho uno storico, ‘È lui o non è lui? Certo che è lui!'” (Aggiornamento di Anna Montesano)

Ezio Greggio a Verissimo

C’è anche Ezio Greggio, tra gli ospiti della nuova puntata di Verissimo, in onda questo sabato – eccezionalmente a partire dalle 15 – con uno speciale dal titolo Verissimo Merry Xmas. Insieme a lui, il suo storico compagno di banco…ne a Striscia la notizia, il tg satirico di Canale 5 in onda quest’anno per la 27esima edizione consecutiva. In tutto, i due hanno condotto ben 2.435 puntate; Greggio da solo, invece, ne conta addirittura 4.101. Quest’ultimo è a Striscia sin dal suo esordio, avvenuto il 7 novembre 1988 probabilmente senza troppe pretese di successo né aspettative di longevità. Molte coppie si sono succedute in quello studio, ma quella Greggio-Iacchetti è forse la più apprezzata da parte del grande pubblico. Se non altro, la più memorabile e quella che più delle altre è stata in grado di fornire al programma un quid in più in termini di comicità e leggerezza. Il duo resterà al timone di Striscia fino al 6 marzo 2021.

Ezio Greggio ringrazia il pubblico di Striscia

Oltre alla notorietà acquisita grazie alla televisione, Ezio Greggio vanta un discreto seguito anche sui social e in particolare su Instagram, con i suoi oltre 500mila follower che si aggiungono al milione di Twitter. Parlando sempre di numeri, è stato lo stesso Greggio a rendere noti i dati di ascolto di Striscia all’indomani della messa in onda della prima puntata: “BOOM !!! Ieri @striscialanotizia è stata la trasmissione più vista in Italia dell’intera giornata con punte di oltre 5.700.000 spettatori e punte del 23% di share sul pubblico attivo”, si legge sotto uno dei suoi ultimi post su Instagram. Continua: “Un grande rientro per me ed il mio socio @enzinoiacchetti ed una fantastica vittoria di tutta la affiatata squadra dello show: autori, produzione, inviati, tecnici, fiancheggiatori, veline, velone. Grazie per averci visto così in tanti dopo 33 anni. È a voi che voglio dedicare questo risultato, voi e noi insieme. Ci facciamo compagnia in questo periodo così difficile, per molte persone drammatico”.

Ezio Greggio: “A Striscia è sempre come la prima volta”

Il ritorno a Striscia la notizia è stato ampiamente annunciato sui social network: “Amici stasera torno a @striscialanotizia : per me è come se fosse il 1* giorno di 33 anni fa… abbiamo una diapositiva 😀. Una vita dietro a quel bancone, 27 anni col mio socio bau bau micio micio @enzinoiacchetti . Vi faremo compagnia per qualche mese, anche durante le feste natalizie: visto che a Natale non si può uscire veniamo noi da voi tutte le sere a portarvi un po’ di allegria. Un grande abbraccio, vi aspetto stasera è tutte le sere: Canale 5 ore 20.35… frechete!”. Sotto a un altra foto, il pensiero rivolto ai suoi ex colleghi: “Penso a tutti quelli che oltre al mio Socione ho avuto al mio fianco… Gianfranco D’Angelo, Raffaele Pisu (🙏🏻) , Claudio Lippi, Gerry Scotti, Michhh, Ric . Un pezzo della mia vita professionale è dietro al bancone di Striscia e voglio ringraziare i milioni e milioni di italiani che ci seguono da sempre”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA