FABRIZIO CORONA, BUFERA PER “QUARANTENA”/ Lui risponde: autocertificazione su maglia!

- Emanuela Longo

Fabrizio Corona, bufera per festa di compleanno in quarantena con Nina Moric ed il figlio Carlos. Lui risponde sui social con l’autocertificazione sulla maglia!

fabrizio corona instagram
Fabrizio Corona, compleanno (Instagram)
Pubblicità

Sta facendo ancora discutere la festa di compleanno di Fabrizio Corona. Dalle immagini pubblicate sui social (e poi rimosse) è emerso che nell’appartamento dell’ex re dei paparazzi, a Milano, non c’erano solo l’ex moglie Nina Moric e il figlio Carlos, ma anche altre persone, tra cui una sua amica, il personal trainer e un’altra ragazza. Sul caso è intervenuto anche il tg satirico Striscia la notizia che, dall’analisi dell’unico video rimasto online (quello in cui Fabrizio Corona spegne le candeline con l’ex moglie e il figlio), evidenzia la presenza di una persona che porta a tavola la torta e ne conta almeno un’altra che riprende la scena. «Non solo: la tavola è evidentemente apparecchiata per più persone», scrive Striscia la notizia. Come risponde alle polemiche Fabrizio Corona? A modo suo. Ha pubblicato su Instagram un selfie in cui indossa una nuova maglia da lanciare in commercio: la t-shirt riporta il modulo di autocertificazione per gli spostamenti durante l’emergenza coronavirus. «Simbolo di un periodo che rimarrà nella storia e che andrà ricordato per sempre. Mode e regole. Icona», ha scritto l’ex agente fotografico nel post. Clicca qui per visualizzare post. (agg. di Silvana Palazzo)

Pubblicità

FABRIZIO CORONA, BUFERA PER FESTA IN QUARANTENA

Nelle passate ore Fabrizio Corona ha potuto festeggiare il suo compleanno, questa volta in compagnia dei suoi affetti più cari. Sono in tutto 46 le candeline sulla torta che ha potuto spegnere nonostante i festeggiamenti siano avvenuti in piena quarantena. Una quarantena che tuttavia non ha impedito all’ex re dei paparazzi di poterla trascorrere in compagnia dell’ex moglie Nina Moric e del figlio Carlos Maria avuto proprio dalla ex modella croata. Corona, ricordiamolo, si trova ancora agli arresti domiciliari nella sua abitazione a Milano ma nonostante questo ha potuto riappropriarsi della sua vita privata riavvicinandosi non solo al figlio ma soprattutto all’ex moglie e condividendo con loro anche il suo ultimo compleanno. L’evento è stato condiviso dallo stesso Fabrizio sui social attraverso un video che lo vede in compagnia della Moric e del figlio. “C’è poco da festeggiare. Una soffertissima, piccolissima libertà. C’è poco da festeggiare, in questo momento bisogna pensare agli altri. E io oggi penso e proteggo l’unica famiglia che mi è rimasta, mia moglie e mio figlio. Forza. Andrà tutto bene. Me lo ripeto da tanti anni e oggi lo dico a voi”, ha scritto nella didascalia che accompagna il breve video social.

Pubblicità

FABRIZIO CORONA, COMPLEANNO IN QUARANTENA E POLEMICHE SOCIAL

Ad adombrare i festeggiamenti per il compleanno di Fabrizio Corona, però, sono state alcune polemiche sollevate sui social. Come fa notare Il Giornale, infatti, nel video pubblicato si vede l’ex re dei paparazzi insieme a Nina Moric ed al figlio mentre una quarta persona entra nell’inquadratura portando il dolce in tavola. Ci sarebbe poi qualcuno che riprende tutti loro ma pare che nella stanza ci fossero anche altre persone come emerso da alcuni video che sarebbero stati pubblicati da Corona sul suo profilo in cui si vedevano altre persone ma che poi sarebbero stati successivamente cancellati dopo la critiche diffuse. L’attenzione tuttavia sembra essere concentrata più sul riavvicinamento all’ex moglie con la quale Fabrizio sembra sereno e complice. Un riavvicinamento nel quale molto conta la presenza (e la felicità) del giovane Carlos, ormai un ragazzino, che fa da collante tra padre e madre. Corona da tempo si definisce cambiato e ogni giorno è un’occasione in più per dimostrarlo, a se stesso ed ai suoi affetti. Nina Moric, di contro, sembra aver ritrovato proprio in lui quel “porto sicuro” che cercava dopo la delusione per la fine della storia con Luigi Favoloso.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità