Festa clandestina in zona rossa a Varese/ Striscia la Notizia, blitz durante servizio

- Emanuela Longo

Festa di compleanno clandestina in zona rossa a Varese: 40 persone tutte senza mascherina, l’inchiesta di Striscia la Notizia ed il blitz della polizia

max laudadio striscia la notizia 640x300
Max Laudadio, Striscia la Notizia

A Varese il Covid non spaventa Francesco Tomasella, l’uomo che ha deciso di mettere in piedi in piena zona rossa una festa di compleanno clandestina con circa 40 persone invitate e con tanto di personale di sala. A documentare l’assurdo accaduto, nella notte tra sabato 20 e domenica 21 marzo è stata la troupe di Striscia la Notizia, il tg satirico di Antonio Ricci in onda su Canale 5 e che trasmetterà le immagini registrare nella puntata del programma di domani 22 marzo a partire dalle ore 20.35.

Stando a quanto rivela Striscia la Notizia sul proprio sito ufficiale, la festa clandestina si sarebbe consumata in un ristorante di Brebbia, in provincia di Varese, dove le telecamere del tg satirico di Antonio Ricci hanno ripreso l’incredibile assembramento con persone sprovviste di mascherina sedute serenamente al tavolo in procinto di cenare o al bancone del bar per l’aperitivo, come se nulla fosse.

FESTA CLANDESTINA IN ZONA ROSSA A VARESE

Il festeggiato al centro della festa di compleanno clandestina è Francesco Tomasella, già noto per una inchiesta realizzata sempre da Striscia la Notizia del 15 marzo scorso. L’uomo è infatti il creatore e amministratore di una chat su Telegram che ha il nome di “Varese Libera” e che si occupa di prenotare locali chiusi per restrizioni anti Covid, e quindi in modo del tutto illegale, che permettono ai clienti di mangiare al tavolo nonostante i divieti. Durante i festeggiamenti Max Laudadio, storico inviato di Striscia la Notizia, ha invitato l’organizzatore a rilasciare una intervista ma Tomasella ha preferito sottrarsi al confronto. Proprio durante il servizio di Striscia, sul posto è intervenuta la Polizia che ha identificato i presenti.

Come spiega Il Messaggero, la segnalazione del party illecito arriva da una giornalista che collabora a Striscia la Notizia, Valeria Deste, la quale aveva raccolto l’invito lanciato su Telegram da Tomasella per documentare tutto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA