Florijana Ismaili morta nel Lago Como/ Ritrovata calciatrice svizzera a 200m su fondo

- Davide Giancristofaro Alberti

Florijana Ismaili è morta nel lago di Como dopo tuffo da barca: ritrovata la calciatrice della nazionale svizzera a 200 metri sul fondale dopo tre giorni di ricerche

Florijana Ismaili (Ig)
Florijana Ismaili (Instagram)

Come purtroppo ampiamente previsto dagli stessi inquirenti, il corpo della giovane calciatrice svizzera è stato trovato nel fondale del Lago di Como tre giorni dopo la scomparsa di Florijana Ismaili in seguito ad un tuffo da un barcone noleggiato: la notizia è giunta questo pomeriggio quando il robot dei vigili del Fuoco hanno trovato il corpo senza vita annegato nella zona di Musso. Il robot “Rov” al lavoro da oltre 36 ore, alla fine attorno ai 204 metri di profondità delle acque del Lario ha trovato le membra della Ismaili, nazionale svizzera e centrocampista dello Young Boys di Berna: la svolta era attesa dopo l’utilizzo del macchinario che pilotato dalla superficie permette di raggiungere profondità oltre i 300 metri. La notizia tristissima travolge il mondo del calcio e dello sport in generale con messaggi di solidarietà e commiato che da ogni parte giungono alla famiglia della Ismaili, giunti a Dongo in questi giorni per star vicino ai luoghi delle ricerche per il corpo di Florijana. (agg. di Niccolò Magnani)

CALCIATRICE SVIZZERA SPARITA DOPO TUFFO

Sono passate ormai molte ore ma purtroppo per la calciatrice svizzera di novità significative non ve ne sono: continuano senza sosta le ricerche nel Lago di Como dopo la scomparsa segnalata ieri, ma per la 24enne nazionale della Svizzera le speranze di ritrovarla (e viva) sono davvero ridotte al lumicino. Secondo quanto riporta TicinoNews, oggi i Vigili del Fuoco italiani dovrebbero avere a disposizione finalmente il robot per poter scandagliare il fondale del Lago nella parte dove Florijana Ismaili si è tuffata dal gommone appena noleggiato. Il Lario è un lago molto profondo e purtroppo tra correnti e mulinelli non sarebbe la prima volta che fa “sparire” il colpo salvo poi farlo ritrovare magari anche giorni dopo in un’altra parte del grande bacino lacustre. Inizialmente, l’amica che era con lei aveva pensato a uno scherzo a seguito del tuffo, ma presto si è dovuta ricredere e ha dato l’allarme: intervistato dal “Blick”, l’uomo che ha affittato la barca alle due ragazze racconta: «Mi sono preso cura della sua amica fino a mezzanotte. Era sotto shock». Lo Young Boys, la nazionale svizzera e tutto lo sport femminile si stringe attorno alla famiglia che nel frattempo è giunta sul Lago di Como per seguire da vicino le drammatiche ricerche della loro amata figlia 24enne.

LA CALCIATRICE NON SI TROVA

E’ scomparsa Florijana Ismaili, calciatrice professionista della nazionale svizzera, di proprietà dello Young Boys. La ragazza di soli 24 anni, si era tuffata nel lago di Como nella giornata di ieri, ma non è più riemersa. In base a quanto riportato in queste ore dai colleghi de La Gazzetta dello Sport, la giovane calciatrice stava facendo un giro in barca sul noto lago lombardo in compagnia di un’amica, attorno alle ore 16:30 di ieri pomeriggio, sabato 29 giugno. Ad un certo punto, forse per via del grande caldo, la ragazza ha ben pensato di tuffarsi dal natante preso a noleggio, senza però più riemergere. La 24enne calciatrice elvetica, originaria di Berna, si trovava al momento della tragedia all’altezza di Musso, quando appunto si è immersa senza più tornare a galla e facendo preoccupare l’amica che era con lei: questi ha subito chiamato i soccorsi, che sono giunti pochi minuti dopo sul lungo incriminato.

FLORIJANA ISMAILI, SCOMPARSA LA NAZIONALE SVIZZERA

Stando a quanto riportato dalla Rosa, Ismaili risulta essere ancora dispersa, nonostante vi siano in acqua i sommozzatori dei vigili del fuoco. Le operazioni sono iniziate subito dopo l’allarme e sono proseguite fino a tarda ora, quindi interrotte durante la notte per il buio, e poi ripartite questa domenica mattina alle prime luci dell’alba. Sul posto sono giunti anche i carabinieri della compagnia di Menaggio per cercare di ricostruire con esattezza quanto accaduto, grazie alla ricostruzione dell’unica testimone. Lo Young Boys ha emesso attraverso il proprio sito web una nota ufficiale comunicando di essere in contatto con la famiglia della giovane: «Siamo molto preoccupati e non abbiamo perso la speranza che tutto andrà per il meglio». Così invece la nazionale svizzera: «Vi informeremo non appena ne sapremo di più». L’Ismaili è reduce da un’ottima stagione con 38 gare disputate e 15 reti messe a segno, di cui sette in campionato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA