Francesca Piccinini: “Paola Egonu mia erede”/ “Lara Lugli non ha fatto nulla di male”

- Alessandro Nidi

Francesca Piccinini a “Da noi a ruota libera” parla del suo ritiro dalla pallavolo e del caso Lara Lugli: “Ha fatto bene a fare sentire la sua voce”

Francesca Piccinini 640x300
Francesca Piccinini (Da noi a ruota libera, 2021)

Francesca Piccinini, storica pallavolista italiana che si è da poco ritirata dal volley giocato, è intervenuta in qualità di ospite a “Da noi a ruota libera”, trasmissione di Rai Uno andata in onda nel pomeriggio di domenica 16 maggio 2021 e condotta da Francesca Fialdini. La campionessa ha subito voluto commentare il suo ritiro dall’attività agonistica, maturato al termine di una serie di riflessioni: “Era giusto voltare pagina e cercare di inseguire altri sogni e altre passioni. Ho fatto tantissime rinunce nella mia vita, nonostante siano state accompagnate da bellissime soddisfazioni. È giusto che adesso Francesca faccia altre cose nella sua vita”.

Tuttavia, difficilmente Francesca Piccinini si separerà del tutto dalla pallavolo: “Il mio non sarà mai un vero e proprio addio, penso che ritornerò nel volley tra qualche tempo”. D’altro canto, Venditti soleva dire che “certi amori non finiscono, fanno giri immensi e poi ritornano” e quello dell’atleta in questione è davvero un grande amore: ha debuttato in Serie A a soli 14 anni e in Nazionale maggiore a sedici. “Ogni giorno andavo in palestra e cercavo di fissarmi degli obiettivi quotidiani per arrivare sempre più in alto”, ha rivelato.

FRANCESCA PICCININI: “LA MIA FAMIGLIA…”

Francesca Piccinini a “Da noi a ruota libera” ha quindi confessato che “per fare la schiacciatrice servono determinazione, forza, voglia di vincere. Questo sport mi ha insegnato veramente tanto. Bisogna essere umili, saper perdere, cercare di mettersi sempre in gioco. Ho avuto anch’io momenti di fragilità, in quanto i fan ci vedono come supereroi, ma anche noi attraversiamo momenti difficili, che cerchiamo di superare come tutti. Ho avuto la fortuna di avere accanto una famiglia fantastica, che mi ha sempre aiutato nelle difficoltà, sono stata molto fortunata”. Famiglia che non vede da troppo tempo, tanto che il papà Roberto le ha inviato un videomessaggio, dicendo: A casa abbiamo bisogno di te, ti aspettiamo, ti vogliamo bene, ci manchi tanto”. La campionessa si è commossa: “Si tratta della prima volta in cui mio padre mi fa una sorpresa di questo tipo. Questo è stato un periodo difficile, perché tra il Coronavirus e il resto ho assunto un atteggiamento prudente per non mettere a rischio i miei genitori a livello di salute. C’è stato terrore in generale in tutto il mondo. Martedì, però, conto di fare ritorno a casa”.

FRANCESCA PICCININI: “LA MIA EREDE È PAOLA EGONU”

Francesca Piccinini ha poi ammesso di non avere rimpianti in carriera: “In quei momenti ho fatto le scelte che secondo me erano quelle giuste. Indietro non si torna, potessi farlo cambierei alcune decisioni a livello anche professionale, però questo non si può fare. Non ho rimpianti, va bene così”. Quindi, si è dimostrata solidale nei confronti di Lara Lugli: “Noi pallavoliste e atlete di sport minori in generale siamo poco tutelate, pertanto ha fatto bene a combattere, a farsi sentire. Non ha fatto niente di male, talvolta il Dio soldo crea questi problemi”. L’erede di Piccinini chi può essere? “Consegno il testimone a Paola Egonu. Mi rivedo un po’ in lei, che così giovane e forte. È una compagna di squadra che serve e deve dare sempre il 100%”. Nel futuro di Francesca Piccinini sono contemplati svago e libertà, ovviamente sempre nel rispetto delle restrizioni anti-Covid vigente e ci può essere spazio anche per l’amore: “Se arriva bene… Chissà, perché no?”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA