FULMINACCI, “SANTA MARINELLA”/ Il giovane porta a Sanremo la nuova canzone d’autore

- Paolo Vites

Fulminacci, giovanissimo cantautore pop romano, esordisce a Sanremo 2021 nella categoria Big con il brano “Santa Marinella”

fulminacci
(Sanremo 2021)

Fulminacci tra gli ultimi Big in gara ad esibirsi al Festival di Sanremo 2021. In un momento in cui si fa sentire la durata della serata, il giovane artista regala un po’ di freschezza. Il cantautore romano, considerato un outsider, potrebbe però regalare qualche sorpresa. Sul palco dell’Ariston poteva salirci già un anno fa, ci arriva quest’anno con “Santa Marinella“, una canzone scritta due anni fa. «Dicono che sono giovane, dicono che sembro vecchio. Non ho ancora capito quale dei due è il complimento e perché. Due anni fa ho scritto Santa Marinella e ancora non la conosce nessuno. Sono davvero felice perché sto facendo quello che mi piace», aveva dichiarato in vista dell’esibizione di oggi.

Invece Amadeus lo ha presentato come «il rappresentante della nuovissima canzone d’autore». (agg. di Silvana Palazzo)

Fulminacci al Festival di Sanremo 2021

Filippo Uttinacci fa rima con Fulminacci, ed è il nome d’arte con cui il cantautore romano 23enne esordisce al Festival di Sanremo 2021 dopo aver vinto nel 2019 la prestigiosa Targa Tenco come miglior opera prima e il Premio Mei come giovane dell’anno. Presente nonostante la giovane età nella categoria Big si esibirà con il brano “Santa Marinella”: Una storia che mi è stata raccontata in cui ho messo un po’ di me. È un esperimento anche per me, ho scritto per la prima volta di qualcosa che non mi riguarda“, ha detto a Tv Sorrisi e Canzoni parlando del suo brano. Qualcuno lo ha paragonato a Jovanotti, qualcun altro a Daniele Silvestri: “Entrambi per me sono fantastici. Per esempio Unò-dué e Prima di essere un uomo di Silvestri, anche Buon Sangue di Jovanotti. Sono tutti dischi che mi fanno impazzire, per cui sono contentissimo di questo paragone. Onorato, veramente”, ha commentato.

Fulminacci: la carriera del giovane cantautore

 Prima di cimentarsi nel cantautorato, a 18 anni, prende parte come attore al cortometraggio “Fammi Parlare” di Luca Iaconella e nel videoclip “In my mind” per la serie “Immaturi” di Canale 5. Fulminacci inizia a scrivere i suoi brani già all’età di 16 anni, ma dichiara: Sono tutte cose che non pubblicherò mai quelle. I pezzi che sono contenuti nel disco ho cominciato a scriverli intorno ai 18, 19 anni”. Il disco d’esordio intitolato La vita veramente esce nel 2019 e viene inserito tra i quindici migliori dell’anno dal quotidiano La Repubblica. Prodotto da Federico Nardelli e Giordano Colombo per l’etichetta Maciste DischiLa vita veramente, viene immediatamente seguito da un tour nazionale, che include la partecipazione al concerto del 1° maggio in Piazza San Giovanni a Roma, e al Biografilm di Bologna di giugno.

Il 26 giugno 2019 pubblica il video  del brano Resistenza e prende parte al MIND Festival, al Goa-Boa Festival e al Flowers Festival di Torino, quest’ultimo insieme a La Rappresentante di Lista  e Francesco Motta. Il 2019 si conclude con la vincita del premio Rockol Awards 2019 come artista dell’anno, e la pubblicazione di una riedizione in vinile de La vita veramente, in cui viene incluso il singolo inedito San Giovanni. Nel 2020 arrivano altri premi e riconoscimenti, a marzo pubblica su YouTube la demo del brano La fine della guerra, scritto durante il lockdown in piena pandemia COVID-19, e lo stesso mese esce il brano Fino a quando il cielo esiste, in collaborazione con Mox. A dicembre 2020 esce il singolo Un fatto tutto personale, prodotto da  Frenetik & Orang3che anticipa l’uscita del nuovo album, prevista per il 2021. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA