Gabriele Rossi: “Da piccolo venivo bullizzato”/ “Con Lorenzo convivo da 3 anni”

- Valentina Masciolini

Gabriele Rossi, ballerino e attore italiano, racconta la storia d’amore con il compagno Lorenzo Licitra, dal primo incontro alla convivenza, e poi rivela di essere stato bullizzato

Rossi Gabriele YT1280 640x300
Gabriele Rossi

Gabriele Rossi: “La convivenza con Lorenza è arrivata in concomitanza con la pandemia”

Dopo la fine della relazione con Gabriel Garko, Gabriele Rossi ha ritrovato l’amore con Lorenzo Licitra vincitore di X-Factor nel 2017. Ai microfoni del settimanale Chi, il ballerino e attore racconta la storia con il cantante: dal primo incontro alla convivenza in pandemia. I due fanno coppia fissa da tre anni e la loro storia sembra andare a gonfie vele.

Gabriele Rossi svela al settimanale come ha conosciuto Lorenzo: “Lo seguivo a X-Factor e gli scrissi un messaggio motivazionale a fine programma. Da lì un caffè, poi un altro e il resto è storia“. La coppia è insieme da tre anni e convive: “La convivenza è arrivata in concomitanza della pandemia. Diciamo che tre anni passati così è un po’ come se fossero sei.” Poi parla della convenenza: “Non è un problema di per sé vivere sotto lo stesso tetto, ma non essere allineati e disposti ad accettare i compromessi che la quotidianità può presentare”. Gabriele Rossi svela in che rapporti è con l’ex Gabriel Garko: “Un grande affetto. Oggi lo sento finalmente sereno, migliorato e vederlo così rende felice anche me”.

Gabriele Rossi sulla danza: “Venivo bullizzato sia a scuola che fuori”

Gabriele Rossi, oltre ad essere un noto attore, è anche un ballerino. Ai microfoni di Chi, rivela di essere stato etichettato e maltrattato per la sua passione: “Venivo bullizzato sia a scuola sia fuori. A un certo punto ero arrivato persino a pensare che quella fosse la normalità. Poi, crescendo, ho capito che i bambini possono essere senza filtri, str***i e piuttosto spietati”.

L’attore rivela il dolore nell’affrontare il bullismo: “Mi ha rovinato l’infanzia, l’adolescenza. Soffrivo, piangevo.” Ad aiutarlo però c’erano “tante amiche. Fortunatamente non sono mai stato solo e poi la mia famiglia c’è sempre stata. Mi ha supportato in qualsiasi momento e non ha mai avuto chissà quale proiezione su di me“.







© RIPRODUZIONE RISERVATA