Giancarlo Magalli/ Quella volta in cui diede un calcio in cu*o ad Heater Parisi

- Morgan K. Barraco

Giancarlo Magalli, il conduttore si racconta a Francesca Fialdini a “Da noi…a ruota libera” e rivela: “da bambino sognavo di fare il vigile urbano o il presentatore”

Giancarlo Magalli
Giancarlo Magalli

Giancarlo Magalli scatenato nell’intervista di ‘Da noi a Ruota libera’ con Francesca Fialdini. Il conduttore de I Fatti Vostri ha raccontato la sua quarantena durante la puntata, ma anche alcuni simpatici aneddoti ed opinioni personali. A cominciare dal retroscena su Montezemolo e Draghi, suoi vecchi compagni di classe: “Eravamo in classe insieme”, ha raccontato Giancarlo Magalli. Il presentato ha espresso pareri poco lusinghieri sulla sua generazione: “La nostra è una generazione di fannulloni”. Fa rumore, invece, il presunto calcio nel sedere rifilato ad Heather Parisi, mentre su Adriana Volpe il capitolo è ormai chiuso. Per quanto riguarda la carriera Magalli sembra avere le idee chiare: “Voglio lasciare il mondo della televisione entro qualche anno, poi mi godrò la pensione”. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Giancarlo Magalli ospite dalla Fialdini: “Non faccio esibizioni”

Giancarlo Magalli è uno dei primi ospiti della nuova puntata di “Da noi…a ruota libera” di Francesca Fialdini. Il conduttore de I Fatti Vostri è ospite in studio dove racconta come sta vivendo questa emergenza sanitaria da Coronavirus: “andare a lavorare, avere un motivo per vestirsi, tanti non avendo cose da fare tendono ad abbruttirsi, io no”. Poi il conduttore racconta anche come trascorre il suo tempo libero quando non è impegnato in video per il popolare programma di Raidue: “quando non lavoro sto a casa, cucino, un pò lavoro col telefono, non faccio esibizioni, tutti quelli che stanno a casa si sentono in dovere di raccontare film, spiegare giochi di società, cantare canzoni, io non faccio niente. Rispetto gli altri, non impongo la mia presenza”. Poi Magalli racconta alcuni ricordi della sua infanzia e del sogno di bambino: “ragionavo e mi chiedevo che cosa mi piacerebbe fare da grande: il vigile urbano e il presentatore, ma pensare di andare a infilarsi in quella categoria era un’utopia. In realtà sono riuscito a fare tutte due queste cose, come vigile onorario vado a fare i posti di blocco ogni tanto, faccio rilievi, interventi di infortunistica e in questi giorni posti di blocco per verificare se sono in regola per circolare”. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Giancarlo Magalli: “io Vigile ai posti di blocco”

Giancarlo Magalli non ha mai amato rimanere con le mani in mano e questo periodo di quarantena non ha fatto altro che attivarlo ancora di più. “In questi giorni mi occupo di posti di blocco”, dice al settimanale Dipiù, “nella pattuglia siamo in sei o sette perchè i mezzi da controllare sono tanti e c’è sempre molto da fare: verificare le autodichiarazioni, i documenti d’identità e quelli dell’auto, tenere un occhio su eventuali ambulanze per favorirne il passaggio… Mi devo occupare solo di auto e moto non dei pedoni. Ma se noto un assembramento di persone, intervengo anche per quello”. Il conduttore ha così indossato la divisa da vigile urbano ed è sceso nelle strade di Roma per sostenere la Polizia Municipale. Magalli infatti è un volontario del corpo, di cui entro breve diventerà Colonnello e per sette anni si è affiancato alla Polizia locale per deviare il traffico, facendo anche turni di notte. “La devi smettere, è pericoloso, alla tua età rischi grosso”, gli ha detto però Manuela Magalli, la figlia maggiore. “Un vigile urbano non può proprio chiamarsi fuori”, ha risposto però deciso il presentatore. Oggi, domenica 19 aprile 2020, Giancarlo Magalli sarà ospite di Da noi… a ruota libera nel pomeriggio di Rai 1. Sui social invece non interviene più e non se ne conosce il motivo. L’ultimo post risale infatti allo scorso mese, e quando Magalli ha pubblicato una foto di Enrico Brignani che lo mostra in uno dei camerini. Il gel igienizzante in bella vista. “Un po’ di strizza ce l’abbiamo tutti“, ha scritto il conduttore. Gli hater però si sono fatti sentire: “Le donne si trattano bene. Non te l’hanno insegnato?”; “Io con le ‘bestie’ non parlo? Quanta gente ti parla?“.

Giancarlo Magalli, da vent’anni appuntamento immancabile

Giancarlo Magalli vanta una presenza importante sul piccolo schermo italiano e con I Fatti Vostri da vent’anni. Ogni mattina il conduttore guida un programma di successo che fa compagnia a molti spettatori e in tanti si chiedono se i vertici della rete pubblica stiano in qualche modo prevedendo di mandarlo ‘in pensione’. “Lui è ormai una colonna portante della televisione pubblica”, ha scritto Maurizio Costanzo nella sua rubrica sul settimanale Nuovo, “il pubblico storico non rinuncerebbe facilmente a un programma come I Fatti Vostri. Così come l’azienda non farebbe a meno di Magalli”. Il dubbio della spettatrice è lecito, soprattutto se si considerano le polemiche che lo vedono da anni in scontro con Adriana Volpe. Intanto il presentatore è impegnato su altri fronti, come per esempio puntare il dito contro i vertici della Rai. “La televisione non ha perso l’occasione di essere all’altezza del suo ruolo perchè la tv è intrattenimento”, ha detto di recente a Accordi&Disaccordi, “ma soprattutto informazione. Qui è l’atteggiamento che deve cambiare, ma anche della dirigenza. Perchè per esempio a noi, che avevamo cominciato a fare informazione e intrattenimento, perchè pensavamo che, insomma, la gente va anche tenuta su di morale in queste situazioni, ci sono arrivate dall’alto disposizioni che invece la parte d’intrattenimento andava tolta”. Magalli si augura che tutto possa tornare alla normalità, soprattutto ora che la curva dei contagi continua a scendere. “Adesso che effettivamente c’è un minimo di spiraglio“, ha concluso, “contrordine compagni: ‘Mettiamo l’intrattenimento, mettiamo un po’ di musica’. A volte la schizofrenia è in chi la fa, ma spesso anche in chi la orienta”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA