Giuliana Brugnoli, moglie Little Tony/ “Amati e traditi”, lei voleva lasciarlo ma…

- Emanuela Longo

Giuliana Brugnoli, prima moglie di Little Tony e madre di Cristiana Ciacci: morta nel 1993 a causa di un tumore, la loro relazione tra alti e bassi

little-tony-fratello
Little Tony con il fratello Enrico sul palco

Dall’amore tra Giuliana Brugnoli e Little Tony nacque nel 1974 la figlia Cristiana Ciacci. Il compianto cantante sposò la donna nel 1972 prima che il destino li separasse per sempre. Nel 1993, infatti, la donna perse la vita a causa di un brutto male, un tumore alle ossa che alcuni anni dopo colpì anche Little Tony, uccidendolo. Un destino comune, come raccontato dalla figlia Cristiana in diverse interviste, ma anche una storia d’amore non semplice, caratterizzata da continui alti e bassi in parte causati proprio dal grande successo dell’Elvis Presley all’italiana, al punto da essere stato spesso oggetto di rimproveri da parte di Giuliana che lamentava il suo essere troppo lontano da casa e dalla famiglia. La loro fu comunque una lunga storia d’amore, nata nei primi anni Sessanta sulle spiagge di Ostia. Il loro rapporto si consolidò sempre di più con il passare del tempo fino al matrimonio avvenuto nel 1972. All’epoca Giuliana Brugnoli faceva la hostess di volo e dopo appena due anni dalle nozze nacque la loro prima figlia Cristiana. Tuttavia, nel periodo di maggiore successo in cui il cantante si divideva tra la musica ed il cinema, non mancarono le crisi con la moglie.

L’AMORE TRA GIULIANA BRUGNOLI E LITTLE TONY

A parlare dell’incontro tra Giulia Brugnoli e Little Tony fu anche la figlia Cristiana Ciacci in una recente intervista rilasciata a Mara Venier nel corso di Domenica In: “Mamma stava prendendo il sole a Ostia e lui l’ha avvicinata.  Non voleva saperne niente nonostante fosse famoso. Una corte serrata a cui ha resistito per 6 mesi, poi sono stati insieme per 12 anni”. Lui cantante, lei hostess di lungo raggio, come raccontava la figlia, si sono rincorsi a lungo, amati ma anche traditi. Il matrimonio fu celebrato a San Marino nel 1972 perchè la madre voleva fortemente una figlia e così è stato. “Secondo lei una volta nata io avevano raggiunto l’apice della relazione e tutto quello che veniva dopo sarebbe stato meno”, raccontò ancora Cristiana. Dopo la morte di Giulia Brugnoli avvenuta nel 1993, proprio Little in una intervista di alcuni anni fa tornò a parlare di lei e del periodo di crisi vissuto in parte per colpa del successo del cantante. “Mia moglie, che adesso non c’è più, mi voleva lasciare perché non stavo un momento a casa fra Sanremo, Cantagiro, Venezia e il cinema. Dal ’66 al ’70 ho fatto 15 film”, raccontò Little Tony.

LA MALATTIA E LA MORTE

La lamentela condivisa da Giuliana trova spazio più di recente anche nei racconti della figlia Cristiana Ciacci, che in diverse interviste ha ricordato la lontananza del padre. Gli ultimi anni di vita sono stati i più complessi, a causa del brutto male che l’aveva colpita. Quando Giuliana si ammalò, il marito non smise per un solo istante di starle accanto. Racconta in merito la figlia Cristiana: “Mia mamma si è ammalata, papà l’ha portata in giro per il mondo. Quando le hanno detto che non c’era più speranza ha voluto essere riportata nella casa in cui sono stata concepita e si è messa la fede. Lei è morta la notte con papà davanti”. Un ricordo straziante che la figlia oggi continua a portarsi dietro doppiamente poichè dopo pochi anni lo stesso destino coinvolse anche Little Tony, anche lui morto a causa del medesimo male della moglie, che però decise di tenere per sé e di non raccontare a nessuno, neppure al suo manager, fino a quando la malattia non gli lasciò scampo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA