Griglia di partenza Formula 1/ Pole Leclerc, ottima prova di Raikkonen (Gp Belgio)

- Mauro Mantegazza

Griglia di partenza Formula 1: è pole position per Charles Leclerc al Gp Belgio 2019 a Spa. Il monegasco deve però lavorare sul passo gara per oggi.

Leclerc griglia Formula 1
Pronostico Formula 1: Gp Abu Dhabi 2019. Charles Leclerc (Foto: LaPresse)

Nome che spicca nella griglia di partenza della Formula 1 per il Gp del Belgio 2019 è senza dubbio quello di Kimi Raikkonen, che con l’Alfa Romeo Sauber ieri in qualifica è riuscito a strappare il sesto miglior tempo e quindi la terza fila dello schieramento al fianco di Max Verstappen. Per il pilota finlandese è certo un ottimo risultato a Spa, che pure arriva in un weekend che rischiava di non vederlo protagonista. Il pilota della Alfa infatti in settimana aveva rimediato un guaio muscolare alla gamba sinistra, quella con cui frena, e per l’appunto la scuderia aveva già messo in preallarme il terzo pilota Ericsson in caso di forfait. Nonostante il piccolo inghippo però Iceman è apparso in grandissima forma, già dalle prove di venerdi fino alle qualifiche, considerata l’ottima sesta piazza della griglia di partenza di formula 1 trovata. Staremo a vedere però che otterrà Raikkonen in pista a Spa oggi! (agg Michela Colombo)

IL BRUTTO WEEKEND DI HAMILTON

Non è stato fin qui un gran fine settimana per il Gp del Belgio per Lewis Hamilton: il pilota iridato infatti ieri a Spa ha trovato solo la terza casella nella griglia di partenza di Formula 1, cosa assai nuova per l’inglese in questa stagione del mondiale, ma non solo. Già il venerdi delle prove libere era iniziato sotto il cattivo segno per il campione della Mercedes con un problema alla sua W10 al pedale dell’acceleratore: è andata ancor peggio il sabato con un inatteso scontro alle barriere nella Fp3 (ma che per fortuna non gli ha impedito di prendere parte alle qualifiche). Pure in pista con il giro migliore di 1.43.282 non è riuscito a trovare la pole position o stare dietro a Leclerc per almeno trovare la seconda piazza nella griglia cdi partenza della formula 1. Sappiamo però bene che Hamilton non è pilota che sia abbatte: chissà che combinerà oggi in gara! (agg Michela Colombo)

I TIMORI DI LECLERC

Guardando la griglia di partenza della Formula 1 per il Gp del Belgio 2019 è chiaramente grande festa in casa Ferrari (per quanto si possa festeggiare in un momento così drammatico dopo la scomparsa del pilota di F2 Hubert in seguito a un tragico incidente occorso ieri a Spa). La seconda posizione di Vettel ma soprattutto la pole position di Charles Leclerc è il segnale che i tifosi della Rossa attendevano da praticamente tutta la stagione 2019: ora operò bisogna capitalizzare tale piazzamento per ottenere il primo successo della stagione. Ecco perchè anche nei box del pilota monegasco, oltre alla casella nella griglia di partenza della Formula 1 si guarda già alla gara di questo pomeriggio: “Comunque sono estremamente soddisfatto per la pole position. Non so se gli altri si sono impegnati nella ricerca delle scie giuste, io mi sono concentrato solo sul mio lavoro senza cercare la scia degli altri e provando ad evitare il traffico. Volevo essere da solo in pista nel momento giusto ed ha funzionato. Abbiamo faticato un po’ di più nel passo gara ieri, perciò dobbiamo lavorare su quello, in ogni caso guardando al passo di oggi le sensazioni sono ottime“. (agg Michela Colombo)

GUAI IN CASA FERRARI?

La pole position di Charles Leclerc e il secondo posto di Sebastian Vettel disegnano una fantastica prima fila Ferrari sulla griglia di partenza Formula 1 per il Gran Premio del Belgio 2019 che si correrà domani a Spa Francorchamps, un circuito che sta esaltando le caratteristiche della Ferrari come raramente era successo finora nel corso di una stagione travagliata. Insomma, finalmente arrivano belle notizie, eppure ancora una volta dobbiamo osservare che le soddisfazioni più grandi arrivano da Leclerc. Il giovane monegasco è ancora discontinuo e commette forse qualche errore di troppo, ma è anche vero che sembra essere in grado di ottenere il massimo dalla Ferrari quando invece le cose vanno bene, a differenza di Vettel che infatti spesso è partito dietro al giovane compagno di squadra sulla griglia di partenza Formula 1. Insomma, potrebbe riaprirsi il tormentone per Maranello: la prima guida è ancora Seb oppure è pronto un ribaltone? CLICCA QUI PER LA GRIGLIA DI PARTENZA FORMULA 1

LECLERC IN POLE POSITION, PRIMA FILA TUTTA FERRARI

Charles Leclerc ha conquistato la pole position a Spa e partirà davanti a tutti sulla griglia di partenza Formula 1 per il Gran Premio del Belgio 2019. Prima fila tutta Ferrari, a completare un dominio che la Rossa ha manifestato per tutto il weekend finora sulle colline delle Ardenne: infatti Sebastian Vettel ha ottenuto il secondo posto con il tempo di 1’43”267, comunque piuttosto lontano dal fenomenale tempo di 1’42”519 grazie al quale Leclerc ha davvero impressionato tutti sul difficilissimo circuito di Spa Francorchamps. Alla Mercedes questa volta resta il ruolo di seconda forza e dunque la seconda fila sulla griglia di partenza: terzo posto per Lewis Hamilton davanti al compagno di squadra Valtteri Bottas, mentre Max Verstappen scatterà dalla quinta posizione davanti a una marea di tifosi olandesi. La grande festa Ferrari coinvolge anche Kimi Raikkonen e l’Alfa Romeo: ottavo tempo per il finlandese, che però scavalcherà le due Renault per le penalizzazioni e dunque sulla griglia di partenza sarà sesto al fianco di Verstappen. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I NUMERI DI MICHAEL SCHUMACHER IN GRIGLIA A SPA

Tutto è pronto per dare il via alla lotta per la pole position, si comporrà a breve la griglia di partenza Formula 1 per il Gran Premio del Belgio 2019 sul circuito di Spa Francorchamps. Nella storia i re delle Ardenne sono stati Michael Schumacher e Ayrton Senna: sei vittorie per il tedesco e cinque per il brasiliano ben descrivono una pista dove i fenomeni possono mettere in mostra tutto il loro talento. Un dato incredibile però riguarda Michael Schumacher e le pole position in Belgio, perché solamente una volta Schumi è partito davanti a tutti sulla griglia di partenza: ciò si verificò nel 2002, uno degli anni di più netto dominio da parte della Ferrari, quando Schumacher poi naturalmente completò l’opera ottenendo anche la vittoria alla domenica come spesso ha fatto in altre circostanze pur non partendo davanti a tutti, vantaggio non così determinante a Spa Francorchamps. Pur ricordando quindi che la pole position non sarà così fondamentale, adesso la parola deve andare alla pista e al cronometro: le qualifiche stanno per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LE PENALIZZAZIONI IN GRIGLIA A SPA

La griglia di partenza Formula 1 per il Gp Belgio 2019 sarà condizionata anche da tante penalizzazioni che aiuteranno in modo significativo il quadro che uscirà dai risultati delle qualifiche a Spa. Ad esempio, a causa della quarta specifica di powerunit Honda, Red Bull e Toro Rosso hanno deciso di apportare la modifica su una monoposto a testa. Il “neopromosso” Alexander Albon e Daniil Kvyat avranno fin da Spa Francorchamps l’aggiornamento Honda in attesa di introdurlo anche sulle macchine di Max Verstappen e Pierre Gasly. Non è finita qui, perché anche la Renault si presenta in Belgio dopo la lunga pausa estiva di quasi un mese con diverse novità, tra cui anche un nuovo motore che verrà montato su entrambe le monoposto della scuderia francese. Si tratta della specifica C, l’ultima evoluzione disponibile che porta con sé piccoli miglioramenti sia in termini di affidabilità che di potenza. Ciò significa che sia Nico Hulkenberg sia Daniel Ricciardo andranno in penalità, avendo già superato il limite massimo di unità a disposizione per l’intera stagione. Ecco dunque che nella classifica avremo da considerare molti asterischi… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GRIGLIA DI PARTENZA: UN ANNO FA

In attesa di scoprire come si comporrà la griglia di partenza Formula 1 per il Gran Premio del Belgio 2019, ricordiamo che cosa era successo un anno fa sul circuito di Spa Francorchamps. Il sabato aveva portato la pole position a Lewis Hamilton: 1’58”179 il tempo del campione del Mondo inglese sul tracciato più lungo dell’intero Mondiale di Formula 1. Al secondo posto ci fu la Ferrari di Sebastian Vettel, staccato però di oltre sette decimi, d’altronde alle spalle dei due fenomeni ci fu il vuoto, con una clamorosa seconda fila tutta Racing Point Force India, che aveva piazzato Esteban Ocon terzo e Sergio Perez sulla quarta casella, davanti a Romain Grosjean che mise la Haas al quinto posto davanti al deludente sesto posto di Kimi Raikkonen con la seconda Ferrari. Inoltre la griglia di partenza fu condizionata dalle forti penalizzazioni inflitte a Valtteri Bottas, Nico Hülkenberg, Carlos Sainz e Stoffel Vandoorne. In gara poi ci fu la vittoria di Vettel, che scavalcò Hamilton per prendersi un successo che faceva pensare a un bel finale di stagione per la Ferrari, come invece purtroppo poi non sarebbe stato. Terzo posto per Max Verstappen, che risalì dalla settima posizione in griglia di partenza. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GP BELGIO 2019, GRIGLIA DI PARTENZA FORMULA 1: CHI FARÀ LA POLE?

Tra poche ore scopriremo la griglia di partenza Formula 1 per il Gp Belgio 2019 a Spa Francorchamps, il tredicesimo appuntamento della stagione, sicuramente uno dei più affascinanti per il valore tecnico della pista forse più impegnativa dell’intero calendario mondiale. Di certo anche a Spa la lotta per le migliori posizioni sulla griglia di partenza di Formula 1 sarà bellissima, con l’avvincente lotta per raggiungere le massime prestazioni sul tracciato delle Ardenne, anche se poi in gara i sorpassi dovrebbero essere possibili. Dando uno sguardo ai numeri della stagione, quest’anno il sabato non sempre ha rispecchiato quanto poi si sarebbe verificato in gara, dal momento che solamente tre volte chi ha fatto la pole position ha poi vinto anche la gara. Infatti il 2019 sta regalando finora incertezze sulla griglia di partenza Formula 1, perché in Australia avevamo avuto la pole position di Lewis Hamilton davanti a Valtteri Bottas, ma in gara si invertirono le posizioni dei due piloti Mercedes. Ancora più evidenti i cambiamenti in Bahrain: alla trionfale prima fila tutta Ferrari, con la prima pole position in carriera di Charles Leclerc davanti a Sebastian Vettel, ha fatto seguito una doppietta Mercedes, a causa soprattutto dei problemi della Rossa. In Cina pole position di Bottas davanti a Hamilton, poi vittoria dell’inglese davanti al finlandese. Per la prima volta in Azerbaigian ha vinto chi era scattato davanti a tutti sulla griglia di partenza, un eccellente Bottas. In Spagna però abbiamo avuto di nuovo la pole di Bottas seguita dalla vittoria di Hamilton.

GRIGLIA DI PARTENZA FORMULA 1: I NUMERI RECENTI

A Montecarlo ecco la doppietta pole-vittoria per Lewis Hamilton, ma d’altronde si sa che nel Principato sorpassare è quasi impossibile. A Montreal finalmente è arrivata la prima pole position stagionale di Sebastian Vettel, anche se poi in gara è successo quello che tutti ben sappiamo e vinse Hamilton, che poi si è regalato una nuova doppietta pole position-vittoria a Le Castellet, terza e ultima volta in cui si è verificata questa doppietta. L’estate infatti ha poi regalato molti colpi di scena tra il sabato e la domenica. L’Austria ad esempio si è rivelata nuova tappa di un anno fin qui maledetto per la Ferrari: pole per Leclerc ma vittoria per Max Verstappen, pure se anche in questo caso fra le polemiche. A Silverstone festival Mercedes, ma al sabato Bottas seppe battere il padrone di casa Hamilton che invece si prese il trionfo alla domenica dopo una gara ricca di emozioni. Siamo poi entrati nel vivo di un grande duello tra lo stesso Hamilton e Max Verstappen: a Hockenheim pole per l’inglese e vittoria all’olandese, a Budapest finalmente ecco una pole position per Max, ma alla domenica ha fatto festa il campione del Mondo in carica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA