Guillermo Mariotto “La mia Bimba mi è apparsa in sogno”/ “Una creatura di Dio”

- Davide Giancristofaro Alberti

Guillermo Mariotto ha parlato del suo cane Bimba negli studi di Uno Weekend: “Mi è apparsa in sogno e subito dopo ho chiamato l’allevamento”

guillermo mariotto 2021 dedicato 640x300
Guillermo Mariotto a Uno Weekend

Classica finestra sui nostri amici a quattro zampe a Uno Weekend, e in studio vi sono Guillermo Mariotto, noto personaggio tv giudice di Ballando con le Stelle, e il conduttore di Uno Mattina Estate, Gianmarco Sicuro. Mariotto si è presentato con la sua bella cagnolina di nome Bimba: “Io non ho mai voluto cani perchè viaggio troppo, una mattina mi son sognato un cane che guardava a sinistra, luccicava, era bellissima, mi avvicino per vedere quello che guardava e nei suoi occhi ho visto tre persone e una voce che mi diceva che negli occhi si rifletteranno coloro che mi saranno fedeli, mi son svegliato di botto sono sceso dal letto, sono salito sul divano, ho chiamato l’allevamento e ho detto che sarei andato a prendere un cane”.

L’incontro con Bimba è stato di fatto segnante: “Avevo un altro cane che si chiamava Bimbo, quando sono arrivato in allevamento, stavo per prendere un cane di un anno, poi ad un certo punto è uscita Bimba, l’allevatrice mi ha detto che aveva un nome complicato ma la chiamava Bimba, allora ho detto che era lei. Quando ho visto il documento del pedigree c’era scritto ‘Dreams come true’, i sogni si realizzano”. Guillermo Mariotto ha imparato tanto da Bimba: “Se c’è una cosa che mi ha insegnato bimba è l’amore, lei ce l’ha per me a tutte le ore e non puoi che ripagarla con l’amore. La parola che la fa arrabbiare e vergognare è sporcacciona in spagnolo, ma glielo dicevo da piccola, pur di evitare che io le urlassi questa parola ha imparato a salire una scala a chiocciola enorme pur di farla lontana da me”. E ancora: “Quando le faccio da mangiare e io parlo al telefono mi toglie il telefono con una zampata ‘prima mangio poi parli’”.

GUILLERMO MARIOTTO: “IL CANE TRANQUILLIZZA LA CASA”

Mariotto ha aggiunto e concluso: “Più che i cani che hanno bisogno di essere adottati siamo noi che dobbiamo essere adottati dal cane. Il cane tranquillizza le coppie, fa star bene i bimbi, ti cambia l’esistenza in bene, è terapeutico, è come un’energia che arriva e mette d’accordo tutti, il cane guarda e il cuore si stringe, è meraviglioso. sono creature di Dio, non c’è niente da fare”.

In studio, come detto sopra, anche Gianmarco Sicuro, che si è presentato con il suo bassotto Alda: “I bassotti sono cani molto curiosi, devono annusare tutto. Alda si sveglia quando mi sveglio io, l’abbiamo abituata a stare nella sua cuccia e non nel divano e nel letto, ma appena ci distraiamo lei è sempre sul divano. Io la prendo e la rimetto in cuccia, vado in bagno ed è di nuovo sul divano”. E ancora: “Mio padre è veterinario, avendo un laboratorio di famiglia ho provato insomma a seguire quella strada, qualche nozione ce l’ho anche io, ma per fare il veterinario ci vuole una passione e amarli ma ci vuole anche una predisposizione, io stavo svenendo durante un’operazione di mio padre a 14 anni, e ho cambiato indirizzo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA