I Pinguini Tattici Nucleari, “Ringo Starr”/ Venier: “una rivelazione” (Sanremo 2020)

- Davide Giancristofaro Alberti

I Pinguini Tattici Nucleari, canzone Ringo Starr. Il gruppo è arrivato terzo al Festival di Sanremo 2020. La loro avventura nello speciale di Domenica in.

pinguini tattici nucleari 2019 instagram 640x300
Pinguini tattici nucleari, Concerto primo maggio

I Pinguini tattici nucleari si godono il loro successo nello speciale di Domenica In dedicato al Festival di Sanremo 2020. La band, infatti, ha conquistato la terza posizione, confermando un consenso che già si respirava da giorni. “La rivelazione di questo Festival di Sanremo – dice Mara Venier – ballavano tutti, pure Mara Maionchi”. E il parterre al gran completo è d’accordo con lei, soprattutto Mariotto, determinato a sottolineare il suo apprezzamento per il leader della band: “È un sex symbol”, dice il giudice di Ballando con le stelle. I Pinguini, intanto, sono completamente concentrato sulle prossime date del tour e invitano tutti a seguirli nei diversi appuntamenti. “Ci vediamo prima a Domenica in”, dice la padrona di casa, che vorrebbe annunciare la data di Roma della band proprio da suo studio domenicale. Astri nascenti nella storia della musica italiana? Sembrerebbe proprio di sì. (Agg. di Fabiola Iuliano)

Terzo posto per i Pinguini Tattici Nucleari

I Pinguini Tattici Nucleari

si esibiscono con l’energica Ringo Starr. Il frontman è letteralmente scatenato e si fionda in platea per far cantare il pubblico. Siparietto simpaticissimo e bacio sfiorato con Mara Venier, che si presta al gioco e si diverte durante l’esibizione. Anche il resto del teatro sembra seguire con un certo coinvolgimento i Pinguini Tattici Nucleari, che continuano a sorprendere in questa settantesima edizione del Festival di Sanremo. Il gruppo potrebbe avanzare ancora in classifica, che li vede dietro soltanto a Diodato, Francesco Gabbani e Le Vibrazioni. Con le votazioni di questa sera I Pinguini Tattici Nucleari potrebbero persino avvicinarsi alla vittoria. Onestamente meriterebbero almeno il podio… (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Il colpaccio dei Pinguini Tattici Nucleari

I Pinguini Tattici Nucleari

sono riusciti a fare il colpaccio che attendevano fin dal loro arrivo a Sanremo 2020. Nella quarta serata, il gruppo si è piazzato al terzo posto della classifica provvisoria. Un bel salto se si pensa che durante le prime giornate avevano raggiunto solo il quinto posto con la loro Ringo Starr. L’energia dimostrata sul palco però ha premiato i ragazzi, come sempre guidati dal frontman Riccardo Zanotti. Uno dei tanti meriti della formazione, dopo una serata duetti alternativa con un medley, è di aver portato una ventata di freschezza ad una kermesse altrimenti polverosa. Rivoluzionari e moderni, hanno sdoganato la possibilità di far divertire il pubblico pur mantenendosi fedeli all’essenza del Festival. “Hai visto la luce?”, commentano i ragazzi sui social, condividendo uno dei momenti più tipici dell’esibizione di ieri. In perfetta divisa alla Blues Brothers, il palco è finito in secondo piano rispetto alla bravura della band di dominare la scena. “Finalmente qualcuno che capisce le esigenze dell’Italia e mostra Elio Biffi”, commenta un fan su Instagram. “Ha avuto finalmente l’inquadratura che meritava”, aggiunge un altro, “Vi adoro, soprattutto quando avete dato gli occhiali al direttore d’orchestra”, si unisce un terzo. Forse i Pinguini riusciranno con difficoltà a raggiungere la prima posizione grazie alla media delle diverse giurie, ma di sicuro hanno conquistato il popolo social che difficilmente riuscirà a dimenticarli. Clicca qui per rivedere il video dei Pinguini Tattici Nucleari

I PINGUINI TATTICI NUCELARI E IL FEELING SPECIALE CON FIORELLO

I Pinguini Tattici Nucleari

hanno già un fan d’eccezione a Sanremo 2020: Fiorello. Dopo una giornata di pausa dal Festival, lo showman siciliano si è fatto vedere all’AltroFestival quella stessa sera per regalare qualche siparietto simpatico al pubblico da casa. In quest’occasione, Rosario ha sottolineato di avere con i Pinguini “un rapporto bellissimo”. E lo si può notare facilmente dalla sua imitazione del frontman Riccardo Zanotti. “Mi ha detto ‘Ero piccolo quando tu facevi il più grande spettacolo dopo il weekend’. A me sembra ieri”, ha affermato, “Loro sono i Pinguini bergamaschi, anzi i Pinguini muratori”. Non ci sono dubbi: i giovani amano questa band piena di vita. Lo rivela un sondaggio del sito Skuola.net che su un campione di 1500 studenti ha estrapolato dati interessanti a favore dei concorrenti. Grazie ad un’intervista all’Ansa di Zanotti scopriamo tra l’altro l’amicizia fra i Pinguini e lo Stato Sociale. Ed è stato il leader Lodovico Guenzi a dargli un importante suggerimento per questa esperienza sanremese: “Di stare tranquillo, è una persona che sa mettere mola tranquillità quando vuole. Il consiglio è stato molto utile: mi ha detto di restare in relax in camera d’albergo a meditare”. A quanto pare ci ha azzeccato. Che cosa si aspetta invece la band al termine di questo tour de force? “Sicuramente un nuovo pubblico che non ci conosceva prima e ci conosce adesso”, dice ancora Zanotti, “e un grande divertimento. Sembra una banalità, ma noi ci siamo davvero divertiti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA