Infortunio Ghoulam/ Napoli, ancora rottura del crociato: un calvario per l’algerino

- Claudio Franceschini

Infortunio Ghoulam: il terzino sinistro algerino del Napoli si è nuovamente rotto il crociato nel corso della partita di Serie A contro il Bologna, continua dunque il suo personale calvario.

Ghoulam infortunio Napoli Bologna lapresse 2021 640x300
Nuovo infortunio per Faouzi Ghoulam: il terzino del Napoli si è rotto il crociato (Foto LaPresse)

INFORTUNIO GHOULAM: NAPOLI, ANCORA ROTTURA DEL CROCIATO

Non c’è pace per Faouzi Ghoulam e, di rimando, per il Napoli. Il terzino algerino, lo riporta Sky Sport, ha subito un’altra rottura del legamento crociato: Gennaro Gattuso lo stava rilanciando dopo il periodo difficile e questa sembrava essere per lui la stagione della rinascita, invece all’inizio di marzo è già finita. Titolare domenica sera contro il Bologna, trascorsi i primi 20 minuti di partita si è accasciato a terra: il responso di oggi è terribile, ancora una volta Ghoulam si è rotto il crociato.

Un ginocchio operato già in due occasioni, che risalgono a tre anni fa e oltre: da quel momento Mario Rui è diventato insostituibile nella squadra partenopea, mentre Maurizio Sarri ha perso un elemento che sarebbe stato importantissimo nella lotta ad uno scudetto poi perso sul filo di lana contro la Juventus. Ghoulam torna a sprofondare nell’incubo: quest’anno ha giocato 11 partite in Serie A, 5 in Europa League e una in Coppa Italia, curiosamente pareggiando la somma di match disputati in quell’infausto 2017-2018.

LA STORIA DI GHOULAM

Arrivato a Napoli nel gennaio 2014, voluto da Rafa Benitez, Ghoulam è poi diventato imprescindibile nella squadra allenata da Maurizio Sarri, che lo ha trasformato in uno dei terzini migliori non solo in Italia ma anche in Europa. Peccato che il primo giorno di novembre 2017 il ginocchio destro sia saltato nel corso della partita di Champions League contro il Manchester City: l’algerino si è dovuto fermare, stava procedendo nella riabilitazione ma a febbraio si è fratturato la rotula dello stesso ginocchio, dovendo ricominciare tutto daccapo. Il ritorno in campo è avvenuto a novembre: nel frattempo sulla panchina del Napoli era arrivato Carlo Ancelotti, che gli ha dato poco spazio anche perché, evidentemente, la condizione di Ghoulam non è mai tornata quella di un tempo. Adesso questo nuovo stop: non è certo il primo giocatore così bersagliato dalla sfortuna (ricordiamo sicuramente Giuseppe Rossi, ma anche Leonardo Pavoletti e Nicolò Zaniolo negli ultimi mesi) ma il Napoli guarda in casa propria e perde nuovamente un elemento prezioso, a Ghoulam facciamo tanti auguri di una pronta guarigione sperando di poterlo rivedere presto sui campi di calcio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA