J-Ax minacciato dai no vax/ Video “Terroristi che si stanno radicalizzando online”

- Lucia Filardi

J-Ax ha ricevuto minacce da alcuni No Vax per la sua posizione pro-vaccino che non ha mai nascosto. Il rapper ha risposto con un lungo video su Instagram

J-Ax giudice ad ‘All Together Now’
J-Ax giudice ad ‘All Together Now’

J-Ax ha ricevuto minacce da alcuni no vax per la sua posizione pro-vaccino Covid-19, che non ha mai avuto problemi ad esporre pubblicamente. Il rapper milanese ha risposto postando un lungo video su Instagram, in cui cita le testuali parole che gli sono state rivolte: “Sono vere e proprie fatua di gente che vuole cercarmi, bastonarmi, investirmi e riempirmi di botte“. Ricorda inoltre che non è la prima volta che gli capita: “In passato mi hanno mandato, anche più volte, foto di proiettili”.

Le minacce contro J-Ax sono state rese note sul web tramite alcuni screenshot di gruppi Telegram di no vax e, a tale proposito, l’artista ha detto: “Cari politici, capirete di avere a che fare non solo con soggetti goffi e svalvolati, ma con dei terroristi che si stanno radicalizzando ogni giorno di più online, solo quando sarà troppo tardi e a quel punto a pagare, spero, ci saranno le persone che dal Parlamento stanno facendo il tifo e proteggono questi anti-italiani”.

J-Ax: “I negazionisti vogliono distruggere l’Italia”

J-Ax, che negli scorsi mesi ha contratto il Coronavirus, attraverso il video pubblicato su Instagram parla in prima persona quando ribadisce con fermezza l’importanza del vaccino per la propria salute e quella degli altri. “Chiunque abbia amore per l’Italia dovrebbe combattere chi vuole la sua distruzione e i negazionisti vogliono distruggere gli italiani e l’Italia. Chi è così sciocco da negare l’esistenza di ciò che ha ucciso 5 milioni di persone nel mondo?”.

Infine, ammette i dubbi che hanno avuto anche le persone che si sono vaccinate, dicendo: “Cosa credete? Che noi non ci siamo detti ‘Magari la sfiga che qualcosa vada storto capita proprio a me?‘. Ma l’abbiamo fatto perché è un dovere civico“. Il rapper ha poi ricordato il padre di DJ Jad (amico e fondatore degli Articolo 31), morto di Covid: “Me lo ricordo durante una data poco tempo fa e per colpa di questo virus di me*da la volta successiva che l’ho visto è stato al suo funerale”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da J-Ax (@j.axofficial)



© RIPRODUZIONE RISERVATA