JACOPO, FRATELLO DEBORAH COMPAGNONI/ “È morto a 40 anni, la valanga l’ha portato via”

- Emanuele Ambrosio

Deborah Compagnoni ospite di Verissimo ricorda il fratello Jacopo morto a causa di una valanga in montagna: “andato via prima del tempo”

deborah compagnoni fratello 640x300
Jacopo Compagnoni

La nuova puntata di Verissimo – Le storie continua con l’intervista di Silvia Toffanin a Deborah Compagnoni. Prima di ricordare suo fratello Jacopo, la sportiva ha parlato del suo infortunio: “Ho cercato di trovare anche il lato positivo da tutto questo, perché il quale caso ti porta al cambiamento, a capire cosa cambiare. Le mie gare più belle infatti le ho fatte dopo l’infortunio”. Poi l’argomento si è spostato sulla morte di suo fratello Jacopo.

“La montagna l’ha portato via però era la sua passione e non soltanto personale, ma era anche un mestiere perché faceva la guida. Aveva trasmesso anche a me tanto amore per l’alpinismo. – ha dichiarato – Una valanga purtroppo si è staccata ed è andata così. Oggi è passato poco tempo, non sembra ancora vero però io credo nel destino e nel fatto che c’è già qualcosa di scritto. Lui è andato via prima del tempo, aveva solo 40 anni”. (Aggiornamento di Anna Montesano)

Deborah Compagnoni ricorda la morte del fratello Jacopo

Deborah Compagnoni ospite di Verissimo ricorda il fratello Jacopo morto a causa di una valanga in montagna. La ex campionessa di sci ha parlato a cuore aperto della terribile tragedia vissuta dalla sua famiglia che ha dovuto dire addio a Jacopo morti a soli 40 anni a causa di una valanga mentre si trovava in montagna. “Mio fratello Jacopo aveva trasmesso anche a me tanto amore per l’alpinismo. Purtroppo è successo questo, è passato poco tempo e non sembra ancora vero. Io credo nel destino e nel fatto che ognuno di noi ha già un destino scritto”  ha detto la Compagnoni che ha poi ricordato le imprese del fratello: “Jacopo è stato dappertutto, ha scalato più di trentamila metri delle Alpi e ha riuscito a trasmettere questa passione anche a nostra madre”.

Jacopo Compagnoni, il terzo figlio nato dopo Deborah e Yuri, aveva deciso di dedicarsi anima e corpo alla montagna. Una passione che era diventato anche il suo lavoro visto che lavorava come guida alpina esperta. Il fratello della Compagnani lavorava a Valfurva dove gestiva anche l’hotel “Baita Fiorita” insieme alla sua famiglia.

Deborah Compagnoni: il dramma del fratello Jacopo

Jacopo Compagnoni è sempre stato un grandissimo appassionato di montagna. Durante un video di presentazione, il fratello della ex campionessa di sci si raccontava così: “sono sempre andato in montagna, mio nonno era una guida alpina, mio papà anche e da piccolino mi portava con lui. È un lavoro bellissimo, ma che ha tante problematiche, perché abbiamo la responsabilità delle persone che sono con noi”

Proprio la campionessa Deborah Compagnoni ha ricordato il fratello Jacopo: “purtroppo la montagna, che era la sua passione, l’ha portato via. È passato ancora troppo poco tempo che non mi sembra vero. Credo molto nel destino e nel fatto che ognuno di noi abbia già qualcosa di scritto. È andato via prima del tempo a soli 40 anni. Era il piccolo di casa e ci manca tanto, ma ora ci sono le sue due bambine e mia cognata”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA