Jasmine Trinca choc: “Ho subito molestie fisiche e verbali”/ La denuncia: “E’ un sistema di potere”

- Valentina Masciolini

Jasmine Trinca rivela di essere stata vittima di molestie nel mondo del cinema: "Il sistema reintegra sempre gli abusatori"

Jasmine Trinca Jasmine Trinca a "Oggi è un altro giorno" (Rai, 2023)

Ho subito molestie molte volte. Non si tratta di mele marce, ma di un sistema di potere“. Queste le parole con cui Jasmine Trinca affronta, in un’intervista a Vanity Fair, una tematica da troppo tempo lasciata al caso. Non sono poche le attrici che in tutto il mondo denunciano abusi da parte di produttori e registi.

Usciranno nomi grossi dopo che Judith Godrèche ha denunciato il regista Benoît Jacquot di averla stuprata e molte donne hanno fatto il nome di Depardieu. Ho trovato imbarazzante che Macron si sia affrettato a difenderlo” prevede l’attrice, recentemente impegnata sul set dell’Arte della Gioia, serie in onda su Sky e diretta da Valeria Golino.

Jasmine Trinca l’accusa al mondo del cinema: “Ho subito molestie, questione di potere…”

E’ sempre questione di potere l’uso della violenza sulla donna, almeno questo è il concetto che Jasmine Trinca sottolinea a Vanity Fair. Il sistema è marcio e il Mee Too italiano non è sufficiente ad arginare questo fenomeno sempre più preoccupante: “Ogni donna è libera di parlare coi propri tempi e le proprie modalità e questo richiede massimo rispetto” afferma l’attrice. E ancora: “La presa di parola collettiva certamente è quello che sarebbe auspicabile e la stampa, la società dovrebbero sostenere il coraggio delle donne e non mettere in discussione la loro parola. Invece il sistema reintegra sempre gli abusatori: continuano a lavorare e a esercitare il potere, anche ad alti livelli” . 

Trinca ha dichiarato di essere stata vittima di abusi fisici e verbali quando era giovanissima e non aveva gli strumenti per reagire: “Oggi avrei tutt’altra capacità di reazione, e sono in un’altra posizione, non ci sarebbe più squilibrio di potere, ma all’epoca, la consapevolezza era diversa, in me e anche forse nel contesto culturale” afferma. L’attrice individua poi il tratto che scatena questo tipo di situazioni: “Non percepisci subito quel comportamento come un abuso, anche se lo è e fino in fondo. È una cosa di cui l’abusante si approfitta“.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Cinema e Tv

Ultime notizie