Jeanette Zacarias Zapata morta a 18 anni/ Boxe, fatali colpi a testa: 5 giorni agonia

- Raffaele Graziano Flore

Boxe, Jeanette Zacarias Zapata muore a 18 anni sul ring. Fatali i colpi ricevuti alla testa dall’avversaria durante un incontro: la pugile è spirata in ospedale dopo cinque giorni di agonia

Jeanette Zacarias Zapata, la 18enne morta sul ring
Jeanette Zacarias Zapata, la 18enne morta sul ring (Web, 2021)

Jeanette Zacarias Zapata non ce l’ha fatta: dopo cinque giorni di ricovero in ospedale è morta la 18enne pugile messicana che aveva perso i sensi durante un incontro di boxe a seguito dei colpi alla testa, rivelatisi poi fatali, ricevuti dalla sua avversaria Marie Pier Houle. L’annuncio è arrivato direttamente dagli organizzatori del torneo che si teneva in quel di Montreal (Canada) e patrocinato dal GYM – Gruppo Yvon Michel: dopo cinque giorni di coma la giovane pugile non si è più risvegliata e adesso è polemica attorno all’incontro andato in scena lo scorso 28 agosto e durante il quale non era stata subito chiara a tutti la gravità della situazione.

Subito dopo l’annuncio shock dato dagli organizzatori, unanime è stato il cordoglio del mondo del pugilato, come pure tanti sono i messaggi di cordoglio arrivati a Jovanni Martinez, marito della compianta Jeanette Zacarias Zapata: il match che si era svolto cinque giorni fa tra la 18enne atleta messicana e la rivale canadese era valevole per la categoria Pesi Welter e dai video che nelle ultime ore hanno cominciato a circolare in Rete si può assistere alla drammatica dinamica degli ultimi colpi che la Zapata ha ricevuto, prima di abbandonare il ring e sedersi su uno sgabello per riprendersi: da lì a poco il dramma dato che la ragazza ha perso i sensi dopo essere stata colta da un attacco di convulsioni.

MORTA 18ENNE PUGILE MESSICANA: AVEVA PERSO I SENSI SUL RING DOPO…

A nulla è valso il successivo ricovero in una delle locali strutture sanitarie: dopo cinque giorni di agonia, Jeanette è morta a causa delle conseguenze di quei colpi, in particolare un gancio destro e ancora prima un duro montante sinistro, documentati dalle immagini nel video qui in calce, nel corso di quello che era il quarto round. I colpi avevano già stordito la pugile messicana che aveva avuto bisogno della barella per essere trasportata in ospedale: infatti dopo essere stata sdraiata per un po’ sul ring, assistita dall’allenatore e dall’equipe medica accorsa, si era deciso di portarla in ospedale vista la serietà delle sue condizioni.

A differenza del pubblico presente, ai medici le sue condizioni sono parse subito gravi tanto che la Zapata non è mai più uscita dal coma in cui era entrata. “Con grande tristezza e tormento abbiamo appreso, da un rappresentante della sua famiglia, che Jeanette Zacarias Zapata è morta questo pomeriggio alle 15:45” si legge nel comunicato degli organizzatori che si dicono “sconvolti” dal doloroso annuncio. Dal canto suo la Houle, oggetto di diverse critiche ma certamente lungi dal voler far male all’avversaria, ha espresso il proprio cordoglio su Facebook ricordando però che “la boxe comporta molti rischi e pericoli (…) Mai e poi mai nei miei piani c’è l’intenzione di ferire gravemente un avversario”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA