La Notte della Taranta/ Video, Tutti pazzi per la pizzica: ma Guè Pequeno la “rovina”

- Valentina Gambino

La Notte della Taranta 2019 è andata in onda nella seconda serata di ieri su Rai2. Duecentomila persone hanno assistito all’evento ma Guè Pequeno…

Gue Pequeno TheVoice CS1280
Guè Pequeno

La Notte della Taranta 2019 ha avuto luogo ieri a Melpignano, nel cuore del Salento. Duecentomila persone hanno danzato fino alle due e mezzo del mattino facendosi trascinare dal travolgente e passionale ritmo della pizzica e dei suoi caratteristici tamburelli. Il concertone è tra i festival di musica più popolari ed importanti di tutta l’Europa. Sul palcoscenico, oltre a Belen Rodriguez e Stefano De Martino come ospiti speciali, anche Elisa, il rapper Gué Pequeno, Enzo Avitabile, e l’artista africano Salif Keïta. La serata si è aperta con il preconcertone e l’omaggio a Niceta Petrachi, detta la “Simpatichina”, cantante simbolo della musica popolare salentina, morta proprio ieri. Successivamente si è proseguito con la musica salentina mischiata alle sonorità napoletane di Avitabile. Poi il Salento ha avuto modo di incontrare il rap di Gué Pequeno e la straordinaria voce di Elisa che si è esibita in griko (la lingua della Grecìa salentina) e in salentino.

La Notte della Taranta: tutti pazzi per la pizzica, ma Guè Pequeno…

La Notte della Taranta è andata in scena portando sul palcoscenico un perfetto mix di suoni e culture che hanno tracciato l’edizione 2019 del concertone, nel segno della integrazione e dell’ambiente. “E’ una grandissima e bellissima festa del popolo – ha commentato il presidente della Fondazione La Notte della Taranta, Massimo Manera – un po’ come se il popolo stesse sul palco”. La pizzica è stata ballata fino a tarda notte anche dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. Per la prima volta il Concertone de La Notte della Taranta è stato trasmesso in diretta su Rai2, condotto dal critico e giornalista musicale Gino Castaldo insieme alla coppia dell’anno: Belen e Stefano De Martino. Proprio i due piccioncini alla fine del concertone sono saliti sul palco e hanno ballato la pizzica. Nel frattempo in rete, ci sono state anche le critiche, specie per l’esibizione di Guè Pequeno. “Della notte della taranta non me n’è mai fregato più di tanto ma ora vedendo Guè Pequeno che canta sta puttanata che fa “più di un film, più di un drink, più della marijuana” tra le canzoni della tradizione mi dispiace di non essere sotto il palco di Melpignano con una granata”, scrive qualcuno su Twitter. E ancora: “A proposito di Crisi. Ho ascoltato solo ora il rap di Guè Pequeno alla Notte della Taranta. Io vi denuncio. Non lo fate mai più”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA