LDA, retroscena Gigi D’Alessio “bocciato” a Sanremo/ “Poi ha venduto più dischi…”

- Serena Granato

LDA svela un curioso retroscena su Gigi D'Alessio, in replica ai voti bassi della stampa al primo ascolto di Se poi domani: la polemica di Sanremo 2023

LDA LDA (foto di Cosimo Buccolieri)

Sanremo 2023, LDA “bocciato” al primo ascolto di Se poi domani? La replica alla stampa é un retroscena di Gigi D’Alessio

Sanremo 2023 é dietro l’angolo e, intanto, il Big più atteso sul palco del Festival, LDA, svela il retroscena di una “bocciatura” di Gigi D’Alessio compensata dal successo in musica. Accade tra un intervento e l’altro nel pre-Festival, mentre si avvicina il suo debutto da Big più giovane nonché unico artista di Napoli, tra i 28 concorrenti promossi alla gara per il titolo della Canzone italiana. Nell’intervento fruibile online, su YouTube e via Instagram, Luca D’Alessio in arte LDA replica alla media dei voti che una compagine della stampa, rappresentata da alcuni giornali online e cartacei, gli ha affibbiato rispetto alla canzone Big di Sanremo 2023, Se poi domani. Questo,  sulla base di un primo ascolto. La media ponderata sanremese in questione é relativamente bassa, o meglio una insufficienza basata sui voti raccolti da Eurofestival-news ed espressi da 25 testate. Tra i quotidiani, la Repubblica, Corriere della Sera, Gazzetta dello Sport, Avvenire, Il Sole 24 Ore, La Stampa (i primi sei quotidiani italiani per numero di lettori), Il Giornale, Libero, Il Messaggero, Il Fatto Quotidiano, Il Tempo, QN – Quotidiano Nazionale (dorso unico de La Nazione, Il Giorno ed il Resto del Carlino), Il Mattino e Domani. Tra le agenzie di stampa, Ansa e Dire. Tra le testate on line: Allmusicitalia.it, Wired.it, TVBlog.it, Davidemaggio.it, il sito web di Vanity Fair, quello di Billboard Italia, quello di Sky TG24; Onde Funky (il blog di Paola Gallo di Radio Italia) e Il Giornale della Musica.

La media dei voti ponderata su LDA e Se poi domani, preannunciata canzone Big e singolo apripista di Quello che fa bene (il secondo album del “Justin Bieber italiano” in uscita il 17 febbraio 2023) é di 5,2. E in merito ai voti bassi ricevuti dalla stampa,  nonostante i consensi dei fruitori di musica ricevuti online (tanto che alcuni lyrics nel testo della canzone spopolano ora via social, con i fan del giovane Big al settimo cielo-) ora Luca D’Alessio ha voce in capitolo. Replica con un curioso retroscena, che suona come una frecciatina alla stampa un po’ troppo “boomer”, come si direbbe dell’attacco ricevuto dai “Cugini di Campagna“. Giornalisti e critici o seducenti tali che a suon di voti bassi vorrebbero stroncargli la carriera al debutto da Big al Festival della canzone italiana.

LDA si prepara per la gara di Sanremo 2023

Questo, dopo il successo che il 19enne ha ottenuto con la partecipazione ad Amici 21 di Maria De Filippi. Talent show dove esordiva nell’industria musicale, apparendo per la prima volta in TV, oltre il peso dell’accusa di raccomandazione che lo coinvolge in quanto figlio d’arte di Gigi D’Alessio.

“La pagella sul primo ascolto? La prendo molto con le pinze…ho un esempio a casa da analizzare, di chi veniva bocciato con i 2 e i 3 in pagella e poi era il disco più venduto” – fa sapere il figlio d’arte, facendo luce sul retroscena del papà d’arte, ambasciatore della musica di Napoli nel mondo, Gigi D’Alessio. Il papà d’arte prendeva 2 in pagella al primo ascolto, da La Repubblica, sull’opera presentata a Sanremo, ma poi emergeva con “il disco con il più alto numero di vendite”, tra i dati post-Festival. La stampa all’occorrenza giudicava con un “3” Non dirgli mai, la storica canzone sanremese di Gigi D’Alessio e si vociferava che nel disco sanremese del cantautore “c’era di meglio” rispetto alla scelta in gara. “Alcune pagelle lasciano un po’ il tempo che trovano”, tuona l’ex Amici 21.

E, intanto,  ben oltre i voti della “critica” si attendono i dati di vendita della musica made in Sanremo 2023. Il Festival, alla sua 73esima edizione, é occasione per i 28 Big di presentare i loro progetti musicali, intesi come i singoli apripista dei nuovi album, live, instore e altre opere musicali in divenire.

Non a caso, l’idolo Pop di Napoli presenta in anteprima esclusiva -in un post via Instagram– la tracklist del “primo vero album” Quello che fa bene. Il secondo album dopo l’eponimo LDA rilasciato da fenomeno uscente di Amici 21, che include i 3 duetti con Aka7even, Albe e Alex Britti tra le 15 tracce raccolte.  Ad aprile, più precisamente il 19, il 21 e il 22 lo attendono i live del tour a Milano, Napoli e Roma.

 

 





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Sanremo

Ultime notizie