LIGABUE, CONCERTO MESSINA 2019/ Scaletta e video: dal flop biglietti a Topolino

- Hedda Hopper

Ligabue è sbarcato in riva allo Stretto con il suo Start Tour per il concerto di Messina: il video della seconda tappa.

Luciano Ligabue
Liguabue, Radio Italia Live (Foto di Ray Tarantino)

Il concerto di Messina di Ligabue porta a riflettere su quello che è stato un inizio di tour molto al di sotto delle aspettative per il rocker emiliano. Di recente però Liga si è tolto una bella soddisfazione, quella di finire sulla copertina di Topolino, settimanale che ormai da decenni anima i pomeriggio dei bimbi di tutta Italia. Il 26 giugno uscirà il numero 3318 con il cantante di Correggio pronto a duettare con Paperino in copertina. Ovviamente lo vediamo in versione papero, ma con il suo solito ciuffo e l’abbigliamento a cui ci ha abituato negli ultimi anni. Al suo fianco Paperino suona il basso per l’occasione straordinaria in cui cede la chitarra del frontman proprio a PaperLiga. Intanto sui social network imperversano proprio le polemiche per la scarsa affluenza al concerto di Bari che venerdì scorso ha aperto lo Start Tour 2019. (agg. di Matteo Fantozzi)

PREOCCUPAZIONE PER L’ARTISTA

A poco dall’inizio del concerto di Messina di Ligabue si parla di preoccupazione per l’entourage dell’artista. Unione Sarda parla di un calo imprevisto del pubblico con una partenza al di sotto delle aspettative per questo Tour del 2019. Nonostante questo sui social network il cantante emiliano ha sottolineato di essere piuttosto tranquillo e di voler guardare avanti con i suoi fedelissimi che gli hanno confermato fiducia e voglia di ascoltarlo. Ligabue ci ha tenuto a specificare: “La produzione che stiamo portando avanti in giro è una delle nostre migliori di ogni tempo. La band è in formissima e il cantante ha più voglia che mai”. Il tour andrà avanti con la prossima tappa di venerdì a Pescara per poi muoversi verso Firenze, Milano, Torino, Bologna, Padova e Roma. (agg. di Matteo Fantozzi)

IN 15MILA AL SAN FILIPPO

«Messina nel cuore»: così Luciano Ligabue ha ringraziato i 15 mila spettatori presenti al San Filippo per la seconda tappa del suo Start Tour, iniziato venerdì a Bari. L’artista ha interpretato i celebri brani del suo repertorio, da Certe notti a Piccola stella senza cielo, e all’interno dello stadio sono stati allestiti ben sette maxischermi lunghi 58 metri e profondi 20, che hanno proiettato durante la serata immagini ad altissima definizione come evidenzia Stretto Web. Il concerto non ha registrato sold out, come accaduto a Bari, e proprio ieri a tal proposito il cantante ha scritto su Facebook: «Ciao ragazzi, come va? Allora: il tour è cominciato e se da un lato è vero che in alcuni stadi, a questo giro, l’affluenza di pubblico è inferiore alle previsioni dell’agenzia, dall’altro è anche vero che l’altra sera a Bari è stato meraviglioso ritrovarvi con tutta quella energia e passione e bellezza che solo voi sapete sprigionare. Ne avevo bisogno visto che da un anno e mezzo non vi avevo davanti. E ora, dopo la paura di non poter più cantare del 2017, è fantastico sentire la mia voce a pieno regime anche se (fortunatamente) sommersa dalle vostre. La produzione (e quindi lo spettacolo) che stiamo portando in giro è una delle nostre migliori di sempre (e non verrà ridotta in nessuna situazione), la band è in formissima e il cantante c’ha più voglia che mai». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

LIGABUE, CONCERTO MESSINA 2019

Lo Start Tour continua  e dopo la data di Bari conferma la sua presenza al Sud con il concerto di Messina. Ligabue chiude così la questione meridione e si lancia poi al Nord ma le polemiche non mancano e in molti hanno fatto notare che i “conti” non tornano. Il rocker di Correggio è tornato ai live che ha definito quasi una “dipendenza” per chi, come lui, fa questo lavoro, ma le cose non sono andate come previsto soprattutto nella prima tappa. Ligabue ha tenuto compagnia al suo pubblico per oltre due ore di musica ma all’esordio in questa struttura, non è riuscito a mettere a segno il suo sold out e, a conti fatti, al concerto hanno preso parte circa 25mila persone. Tutto cambierà con la nuova tappa di Messina in scena proprio oggi, 17 giugno, al San Filippo? I fan di tutta la Sicilia e della stessa Calabria, sono già in viaggio in attesa del concerto di questa sera e lo stesso Ligabue è pronto e gasato, quello che è certo è che sarà un grande spettacolo anche questo.

CONCERTO LIGABUE, LO START TOUR A MESSINA: INFO TRAFFICO E SCALETTA

La nuova tappa dello Start Tour di Ligabue porterà i fan in riva allo Stretto in quel di Messina. Per la serata speciale e l’arrivo di Ligabue in città ci saranno una serie di modifiche anche al traffico e alla viabilità. In particolare, nella strada di accesso al Palasport di San Filippo vigerà il divieto di transito e parcheggio dalle 8 di oggi, lunedì 17 alle 3 di martedì 18, ad eccezione di auto, moto e scooter privati diretti all’area di parcheggio del Palasport. Sarà vierata la sosta su entrambi i lati del viale che porta al Palaspost (via degli Agrumi). Tutti coloro che vorranno parcheggiare nelle tre aree dello Stadio San Filippo potranno farlo, fino a saturazione, accedendovi dal percorso autostradale con uscita allo svincolo di “San Filippo”, provenendo dalla direzione di marcia Catania-Palermo. Nella direzione opposta l’uscita autostradale necessaria è quella di Tremestieri. Chi non arriverà in auto potrà usare la navetta Atm, i bus saranno operativi dalle 9 del mattino alle 21 e dalle 24 fino al termine del servizio  al costo di due euro. Sarà disponibile anche la tranvia fino alle 2.30 ad 1,70 euro.

I DIVIETI E LA SCALETTA

Ligabue sbarca sullo Stretto di Messina e si prepara a conquistare il San Filippo non senza divieti. Anche in questa occasione l’amministrazione ha messo in pratica tutti i divieti e le cauzioni dovuto per l’evento e, in particolare, non sarà possibile vendere bevande alcoliche superiori al 5% e di somministrazione in contenitori di vetro di bevande e/o alimenti. Non è possibile vendere o comprare biglietti al di fuori delle biglietterie e delle agenzie autorizzate e nel raggio di 3 km dello Stadio. L’apertura dei cancelli è prevista per le 18, mentre lo spettacolo inizierà alle 21 Per quel che riguarda la scaletta del concerto, lo stesso Ligabue ha spiegato che ci sarà tanto materiale inedito e tante canzone storiche e, in particolare, gli avventori ascolteranno “Polvere Di Stelle”, “Ancora noi”, “A modo tuo”, “Si viene e si va”, “Quella che non sei”, “Balliamo sul mondo”, Medley chitarra e voce, “Bambolina e Barracuda”, “La Cattiva compagnia”, “Non è tempo per noi”, “Marlon Brando è sempre”, “Lui”, “Luci d’America”, “Mai Dire Mai”, Medley Rock Club, “Vita morte e miracoli”, “Ho perso le parole”, “Certe Notti”, “A che ora è la fine del mondo?”, “Tra palco e realtà”, “Certe donne brillano”, “Piccola stella senza cielo”, “Urlando contro il cielo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA