LINO BANFI/ “Io e Ronn Moss: strana coppia! E’ nata una bella amicizia anche se…”

- Raffaele Graziano Flore

Lino Banfi insieme a Ronn Moss per il loro nuovo film: “Siamo una strana coppia!”: l’attore racconta l’amicizia con l’americano

lino banfi ron moss 640x300
Lino Banfi e Ron Moss a Domenica In

LINO BANFI CON RONN MOSS NEL NUOVO FILM

Lino Banfi è stato ospite oggi a Domenica In insieme all’attore Ronn Moss: “Siamo una delle più strane coppie! Ci siamo incontrati a metà strada, a Molfetta, ed è nata una amicizia, un feeling immediato. Abbiamo fatto una foto insieme che ha fatto il giro. E’ una grande amicizia anche se io non ho ancora imparato niente d’inglese, lui invece ha fatto dei progressi enormi con il pugliese”.

Ronn Moss ha ammesso di trovarsi molto bene in Italia ma di avere una brutta affinità con la lingua straniera. A proposito del loro film Viaggio a sorpresa, Ron Moss è il vero protagonista: l’idea è quella di guidare dalla Puglia all’Italia settentrionale e da qui è nata la volontà di volere Lino Banfi, “la nostra scelta numero uno, io speravo che accettasse”, ha spiegato. “E’ un grandissimo uomo e spero di poter fare con lui un altro film”. Alla coppia di attori è stato recapitato un video messaggio da parte di Gina Lollobrigida: “Ho dei bellissimi ricordi con voi e spero di poterne vivere degli altri”. (Agg. di Emanuela Longo)

LINO BANFI A DOMENICA IN

Torna questo pomeriggio l’appuntamento con “Domenica In” su Rai 1 e prima della conclusione della stagione il talk show condotto da Mara Venier si concede l’ennesima infornata di ospiti illustri tra musica e cinema: e a parlare proprio di film, ma anche con un carico di polemiche dei giorni scorsi su cui ‘zia Mara’ potrebbe tornare nel corso dell’intervista, ci sarà Pasquale Zagaria, in arte Lino Banfi, che in coppia con l’attore statunitense Ron Moss parlerà di “Viaggio a sorpresa”, pellicola del 2021 di Roberto Baeli che li vede protagonisti un una sorta di road trip a cavallo tra New York e l’amata Puglia.

In attesa di scoprire cosa racconterà Lino Banfi sul film che lo vede nei panni di un anziano ma agguerrito pater familias meridionale alle prese con un broker newyorkese che fugge dalla frenesia della metropoli per rifugiarsi in una masseria pugliese, possiamo ricordare cosa ha detto l’85enne attore e comico originario di Andria a proposito proprio di “Viaggio a sorpresa”. In occasione del red carpet concesso al film durante la 78esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia, Lino Banfi da par suo aveva ironizzato sul fatto di non aver mai avuto tanti onori per una sua pellicola in tutta la carriera, aggiungendo poi di sentire Ronn Moss come un vero e proprio fratello.

LINO BANFI, POLEMICA A DISTANZA SUL RDC CON AL BANO: “I GIOVANI NON SONO SFATICATI PERCHE’…”

“Ci chiamiamo così: poi mi piace che questo film fa sentire i profumi della Puglia, non fa solo vedere le sue bellezze” aveva detto, con l’attore di “Beautiful” a fargli eco dato che aveva parlato della regione come di “una seconda patria” e spiegando i motivi per cui se ne era innamorato. Tuttavia, tornando all’attualità, l’ospitata di Lino Banfi negli studi Rai di “Domenica In” è stata preceduta da una inattesa ma veemente polemica con il suo conterraneo salentino Al Bano. Motivo del contendere? Il reddito di cittadinanza e le politiche attive del lavoro nel nostro Paese.

Tutto era nato dalle dichiarazioni del cantautore che si era detto in difficoltà nel trovare giovani che lavorassero nella sua tenuta-albergo, dando la colpa al RdC e proponendo di imitare il ‘modello tedesco’ con l’apprendistato a partire dai 12 anni. A stretto giro di posta era arrivata la replica di Banfi e della figlia Rosanna che, a proposito della loro “Orecchietteria” romana, hanno detto di non aver difficoltà a reperire personale, specie quando si offrono contratti regolari e un ambiente di lavoro sereno. Una stoccatina a qualcuno? Chissà: comunque inutile dire che il dibattito a distanza ha infiammato, come al solito, i social polarizzando le opinioni, anche se qualcuno ha fatto notare come i due pugliesi celebri in fondo avessero ragione entrambi su alcuni aspetti e che, più che di scontro, si era trattato della contrapposizione di due visioni e modelli gestionali che affrontavano però la medesima problematica.





© RIPRODUZIONE RISERVATA