LUIGI FAVOLOSO HA PICCHIATO NINA?/ Testimonianza choc: “Le ha strappato i capelli…”

- Morgan K. Barraco

Luigi Favoloso a Live Non è la d’Urso affronta le agguerritissime sfere e racconta la sua verità. “Nina Moric mi ha tradito. Sì, le ho strappato i capelli…”

luigi maria favoloso instagram

Luigi Favoloso, intervenuto a “Live – Non è la D’Urso”, ha dovuto affrontare gli sferati, ma soprattutto, una testimonianza choc che Barbara D’Urso ha mandato in onda. “Luigi – ha dichiarato l’uomo, ripreso di spalle, nel filmato, aveva dei momenti in cui era fuori di sé e diventava violento”. Ha poi parlato di “capelli strattonati e strappati”.  Un’accusa che Favoloso non ha rispedito al mittente. “Sì, io ho dei momenti in cui perdo il controllo. Ci sono situazioni talmente esasperate che per evitare che qualcuno si facesse del male, dovevo intervenire. Però è esagerato cosa è stato dichiarato, si trattava di un extension…”. Successivamente, Favoloso ha asserito: “Appena la situazione legale sarà chiara, io continuerò il mio viaggio, tranquillamente”. L’uomo pare dunque sicuro della sua innocenza, ma secondo Alessandra Mussolini e Alda D’Eusanio, la sua versione dei fatti scricchiola e in tribunale lo scenario per lui potrebbe complicarsi. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

LUIGI MARIO FAVOLOSO: “NON HO MAI PICCHIATO NINA MORIC E IL PICCOLO CARLOS”

Luigi Mario Favoloso è stato accusato da Nina Moric di violenze su di lei e sul figlio Carlos. Barbara D’Urso ha interpellato il giovane in merito a tale argomento. “Voglio partire da Carlos, perché è l’argomento più delicato. L’episodio risale al 26-27 ottobre. Non ci sono state botte, Carlos ha chiamato il Telefono Azzurro, che sostiene che non sia successo nulla… Vi dirò di più: Fabrizio Corona mi ha ringraziato davanti alla polizia penitenziaria per quello che stavo facendo per suo figlio”. E Nina Moric? È stata picchiata da Favoloso? “Nina parla di spintoni e strattoni. Gli episodi sono 70-80 in questi anni, nei quali mi sono dovuto sacrificare per proteggere Nina. Mi sono tagliato una mano, mi sono rotto una costola… Non le ho mai tirato un calcio o un pugno… Mai!”. Davanti all’immagine di un livido sul fianco e sulla schiena che Nina Moric ha consegnato a Barbara D’Urso e che risalirebbe al 2017, Luigi Favoloso ha reagito sostenendo che quei segni siano stati fatti alla ex di Fabrizio Corona dalla madre. “Il vero problema è che lei non accetta il fatto che ci siamo lasciati”(aggiornamento di Alessandro Nidi)

LUIGI FAVOLOSO: “NINA MORIC MI HA TRADITO CON…”

Luigi Mario Favoloso è ospite a “Live – Non è la D’Urso”. Dov’è stato durante il periodo nel quale si sono perse le sue tracce? “Ho visitato nove nazioni. Quali? Svizzera, Liechtenstein, Austria, Germania, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ucraina e Armenia”. Era da solo? “No, nei primi giorni ero con un autista, il quale poi è andato via. Un martedì, inoltre, mi sono recato per 2-3 ore a Milano e ho incontrato il mio avvocato e una persona che mi potesse dare una mano sull’aspetto mediatico. Quindi, sono tornato in Svizzera”. A quel punto cos’ha fatto? “Ho chiamato un paparazzo e mi sono fatto fare le foto, che poi sono state pubblicate su “Chi”. Mi sono autovenduto e ho ricavato i soldi per proseguire il viaggio”. Mia madre? Non sapeva nulla”. Tutto ha avuto inizio il 19-20 dicembre: “Da un sms ho scoperto di aver perso la mia famiglia. Sono impazzito”. Il testo del messaggio? Ci siamo amati. A scriverlo è stato un mio amico“. La denuncia della madre lo ha scosso? “Ogni tanto lei fa così, non voglio più avere rapporti con lei”. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

LUIGI MARIO FAVOLOSO: DOPO LA SCOMPARSA…

Luigi Mario Favoloso sta per rivelare la sua verità. La sua scomparsa risale al 29 dicembre scorso, come sanno tutti gli appassionati di gossip, e solo ora l’ex gieffino è pronto a dire la sua nel salotto di Barbara d’Urso. Non uno a caso, visto che tutta la sua famiglia è intervenuta negli studios della famosa conduttrice e persino l’ex Nina Moric ha preferito rilasciare le sue dichiarazioni a Carmelita. “Non pensate che una persona che resta così tranquilla in viaggio è perché non ha nulla da temere e non ha nulla da nascondere?”, ha detto nel video pubblicato su Instagram e subito ripreso dai programmi Mediaset. “Sono in Armenia. Ve lo faccio vedere solo perchè questa notte sarò già in un’altra nazione. State dicendo un mucchio di stronzate. Offro mille euro al primo giornalista che scrive una cosa esatta”, aggiunge. Intanto la modella che ha condiviso con lui una storia tormentata, ha già deciso di denunciarlo per percosse e maltrattamenti. Come riferisce Il Fatto Quotidiano, la Moric ha presentato la sua denuncia alla Procura di Milano, riportando episodi avvenuti tra l’anno 2018 e il 2019. Sia per quanto riguarda se stessa sia per il figlio Carlos Corona. Oggi, domenica 26 gennaio 2020, Luigi Mario Favoloso sarà presente a Live – Non è la d’Urso per un confronto con la padrona di casa e per sottoporsi poi al giudizio delle cinque sfere. Che cosa avrà da dire in merito alle accuse mosse dalla sua ex? La sua scomparsa è stata montata ad arte, come crede Nina, oppure i motivi che hanno spinto l’ex gieffino a lasciare l’Italia sono altri?

Luigi Favoloso a Live Non è la d’Urso

Luigi Mario Favoloso rischia il carcere. A dirlo è il giudice Valerio de Gioia, che ha analizzato il caso mediatico del momento. Da un lato c’è infatti la denuncia della madre, che ha avvisato le autorità della scomparsa dell’ex gieffino e poi l’ha ritirata. Dall’altra invece la denuncia che l’ex compagna Nina Moric ha fatto contro Luigi per maltrattamenti e percosse. Interpellato da Libero, il giudice ha deciso però di soffermarsi solo sulla prima denuncia. “Con la giustizia non si scherza”, ha dichiarato, “se dovesse essere stato tutto inventato, astrattamente, in questa vicenda può ipotizzarsi il reato di procurato allarme presso l’autorità”. L’articolo 658 inoltre stabilisce che il reato in questo caso può essere punito con un’ammenda oppure con l’arresto fino a 6 mesi. La situazione diventa più grave nel caso in cui siano presenti anche altre ipotesi condannabili, come la Simulazione di Reato, per la quale è previsto il carcere da uno o tre anni. Tutto sta quindi nelle mani della Procura: anche se la madre di Favoloso, Loredana Fiorentino, ha ritirato la denuncia di scomparsa nei giorni successivi al suo deposito, le autorità potrebbero comunque decidere di verificare quanto accaduto. E se venisse constatata l’eventuale messinscena, Favoloso diventerebbe perseguibile a livello penale per i reati di cui sopra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA