Maddalena Corvaglia dopo fake news su Enzo Iacchetti/ “Minc*iate per infangarlo!”

- Silvana Palazzo

Maddalena Corvaglia e la fake news su Enzo Iacchetti: “Minc*iate per infangare un uomo perbene!”. Lo sfogo dell’ex velina di Striscia la notizia su Instagram

maddalena corvaglia ig 640x300
Maddalena Corvaglia (Instagram)

Maddalena Corvaglia interviene pubblicamente e apertamente per difendere l’ex fidanzato Enzo Iacchetti. L’ex velina di Striscia la Notizia ci ha messo la faccia con delle stories sulla sua pagina Instagram in cui smentisce la fake news circolata nei giorni scorsi in cui si faceva riferimento ad una presunta ludopatia del conduttore, con annesso crac finanziario. Questa bufala ha scosso Maddalena Corvaglia al punto tale da decidere di attaccare chi diffonde tali notizie. «Momento sfogo. Mi arriva un alert e leggo questo articolo qua: “I problemi finanziari di Enzo Iacchetti e il suo vizio. Il circolo vizioso delle scommesse e del gioco d’azzardo”».

Maddalena Corvaglia è allora andata all’attacco: «Ora tra tutte le minc*iate che ho sentito, e ne ho sentite tante, questa devo dire che è tra le prime tre. Allora, perché non vi trovate un lavoro vero? Perché bisogna calunniare e infangare una persona che ha 50 anni di carriera alle spalle?».

MADDALENA CORVAGLIA, SFOGO PER FAKE NEWS SU ENZO IACCHETTI

Maddalena Corvaglia ha chiesto rispetto per l’ex fidanzato Enzo Iacchetti. «Ma dove le andate a prendere le notizie? Se non siete in grado di raccontare la verità alle persone che vi leggono, cambiate lavoro», ha proseguito la showgirl. Inoltre, ha detto che ciò è anche «irrispettoso nei confronti di chi soffre di questo disturbo», oltre che nei confronti del diretto interessato e dei lettori. «Ho ragione o no? Scusa Enzino se mi sono fatta i fatti tuoi», ha poi detto rivolgendosi direttamente all’ex fidanzato.

Senza peli sulla linguaMaddalena Corvaglia ha parlato, come riportato da Dagospia, di «notizie diffamatorie e gratuitamente lesive della dignità di un uomo perbene e un professionista serio e impeccabile». Infine, rivolgendosi a chi ha diffuso la fake news: «Se non siete in grado di raccontare la verità alle persone che vi leggono cambiate lavoro. Il rispetto della verità coincide con il rispetto che avete il dovere di portare ai vostri lettori oltre che alle persone di cui scrivete».



© RIPRODUZIONE RISERVATA