MARCO BOCCI/ “Amo il mio lavoro, ma la famiglia molto di più” (Domenica In)

- Emanuele Ambrosio

Marco Bocci tra gli ospiti di Domenica In di Mara Venier: la sua vita tra lavoro e famiglia anche se c’è da dire che le situazioni sono importanti ma ovviamente diverse.

marco bocci 2019 tv 640x300
Marco Bocci

Marco Bocci parla del suo mestiere a Domenica In:Lo amo così profondamente che gli dedico tante energie. Prima di fare un personaggio ci sto tante ore a pensare anche se sembra che faccio altro. Leggo la sceneggiatura in maniera maniacale, sono un rompi scatole. Ho un rapporto con la regia che deve essere di grandissimo scambio, con dubbi che mi pongo e tante domande. Cerco di capire tutto del mio personaggio”. Sono sicuramente parole molto importanti che fanno capire meglio il mondo dello spettacolo. Mara Venier lo riempie di complimenti: “Ti trasformi nei personaggi come fanno i grandi“. Con Marco si parla anche della famiglia: “Quando sei innamorato di un mestiere è molto facile di cadere nella trappola che il mestiere sia la tua vita. La mia vita è altro cioè la famiglia, i figli, mia moglie. Io e lei facciamo lo stesso lavoro, è difficile? No, è più semplice di quanto si possa pensare. Abbiamo sempre pensato di lavorare in maniera organizzata”. (agg. di Matteo Fantozzi)

“In provincia si sogna sbagliato” è il nuovo romanzo

Marco Bocci tra gli ospiti della nuova puntata di “Domenica In“, il contenitore di successo condotto da Mara Venier su Rai1. L’attore di tantissime fiction di successo questa volta però sarà in studio nelle vesti di scrittore per presentare il suo nuovo romanzo dal titolo “In provincia si sogna sbagliato”. Una nuova avventura per l’amatissimo attore di “Squadra Antimafia” che sicuramente parlerà anche della sua vita privata: dall’amore per Laura Chiatti alla nascita dei suoi figli Enea e Pablo. “In provincia si sogna sbagliato” il nuovo libro di Bocci, un romanzo che si presenta come “un racconto appassionato della provincia italiana, dei sogni infranti di due fratelli e di una generazione intera, dell’illusione di inseguire una felicità che appare lontana come un miraggio e, invece, è talmente vicina che non ci accorgiamo neanche di averla a portata di mano: basterebbe aprire gli occhi per afferrarla”. Una storia avvincente e dai connotati davvero realistici che in futuro potrebbe anche diventare la  sceneggiatura di un nuovo film visto che Bocci, oltre ad essere un attore, è anche regista. Il libro sarà nelle librerie dal prossimo 27 ottobre.

Marco Bocci, film e serie in arrivo

Ricordiamo che non è la prima volta Marco Bocci pubblica un libro; quattro anni fa, infatti, l’attore ha pubblicato “A Tor bella Monica non piove mai”, un romanzo che è poi diventato un film raccontato così dallo stesso autore e regista: “nel film e nel libro ho raccontato una storia che parla anche un po’ di me. Parla di temi e problematiche che mi stanno molto a cuore, mi sono messo allo scoperto. Sento un po’ di agitazione, non riesco a controllare le emozioni”. L’attore, infatti, non ha mai nascosto le sue origini di provincia; un vissuto che è stato fondamentale per la sua carriera di attore, ma sopratutto per la sua vita. “Vengo dalla provincia, non avevo agganci. Vent’anni fa era tutto più complicato. Avevo necessità e bisogno di esprimermi, di poter dire la mia. L’ho sempre fatto attraverso il mio mestiere, facendo l’attore” – ha raccontato emozionato l’attore a Verissimo parlando delle sue origini e del film ispirato all’omonimo romanzo.Non solo, durante l’intervista a Domenica In, l’attore sicuramente parlerà anche della nuova fiction “Il medico della mala” in arrivo prossimamente su Rai1. Un progetto importante che ha visto l’attore condividere il set con Bianca Guaccero, Violante Placido e Loretta Goggi per la regia di Cinzia TH Torrisi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA