Salvini su Elezioni Emilia-Romagna/ “Citofono? Rifarei tutto. M5s e Pd uniti da odio”

- Silvana Palazzo

Matteo Salvini su risultati delle Elezioni Regionali 2020 in Emilia-Romagna e Calabria. “Citofono? Rifarei tutto. M5s e Pd uniti dall’odio nei miei confronti”, dice il leader della Lega

Matteo Salvini e Lucia Borgonzoni
Lega, Elezioni Regionali Emilia Romagna: Matteo Salvini e Lucia Borgonzoni (LaPresse, 2020)

Non si pente di nulla Matteo Salvini dopo la sconfitta alle Elezioni Regionali 2020 in Emilia-Romagna. «Rifarei tutto quanto, anche il citofono, il radiotelefono, il grammofono. Qualcuno mi ha detto di non attaccare così sulla droga e che ho perso lo zero virgola, ma non mi frega», ha dichiarato il leader della Lega all’indomani del voto. In conferenza stampa a Bologna con Lucia Borgonzoni ostenta sicurezza: «Se io riesco a far passare la percezione che la droga fa sempre e comunque male, è una battaglia giusta». Poi Salvini è passato all’attacco, attaccando il Movimento 5 Stelle: «Se in pochi mesi i 5 stelle perdono 3 quarti dei loro voti che passano alla sinistra c’è poco da fare». Riguardo il futuro del governo ed eventuali ripercussioni, Il Tempo riporta: «Decideranno in Consiglio dei ministri. Non la vedo facile né per il PD né per i 5S. Al governo c’è una forza in enorme difficoltà. Un governo tenuto insieme dall’odio nei miei confronti non può funzionare». (agg. di Silvana Palazzo)

Elezioni Regionali 2020: risultati in direttaLO SPECIALEDiretta Emilia RomagnaDiretta CalabriaSondaggi e flussi di voto

SALVINI “VITTORIA LEGA SOLO RIMANDATA IN EMILIA-ROMAGNA”

Matteo Salvini ribadisce la sua soddisfazione per i risultati delle Elezioni Regionali 2020 in Calabria ed Emilia-Romagna. Il leader della Lega vede il bicchiere mezzo pieno: c’è la vittoria al Sud e la crescita nella roccaforte “rossa”. «Abbiamo fatto più del possibile. Siamo andati a dormire con 9 consiglieri regionali tra Emilia-Romagna e Calabria. Ci alziamo col doppio», ha esordito Salvini in conferenza stampa all’indomani del voto. Nell’analisi post-voto si parte dalla Calabria: «Eravamo presenti per la prima volta e siamo testa a testa per essere prima partito del centrodestra. Quindi già questa settimana sarò in Calabria per ringraziare candidati ed elettori. Vogliamo dare il più velocemente possibile la squadra ad un territorio massacrato». Questo risultato comunque gli permette di guardare con fiducia ai prossimi appuntamenti elettorali. «Essere finalmente messi alla prova in una grande regione del Sud è il modo migliore per avvicinarsi agli appuntamenti in Puglia e Campania. Questa sfida non era neppure considerabile fino a qualche anno fa». Si passa poi all’Emilia-Romagna, dove la Lega resta all’opposizione, ma con più consiglieri. «Vuol dire che abbiamo fatto tanto, ma dobbiamo fare di più. Ci prepariamo a cinque anni di appassionata opposizione. Il cambio qui è solo rimandato». E poi c’è un’analisi del voto anche in chiave nazionale: «Io guardo casa mia, non commento i problemi altrui. La coalizione del centrodestra ha dato prova di compattezza. Se ieri si fosse votato a livello nazionale, avremmo stravinto, mi sembra evidente». A proposito del futuro del governo: «Quando si voterà? Lo sa solo il buon Dio. Leggo dichiarazioni indispettite del M5s, ma se nel giro di qualche mese arrivi a non entrare neppure nel Consiglio regionale quando eri primo partito… C’è stato uno spostamento a sinistra, di questo si prende atto». (agg. di Silvana Palazzo)

SALVINI SUI RISULTATI ELEZIONI REGIONALI 2020

Matteo Salvini è il primo tra i “big” politici a commentare exit poll e proiezioni sui risultati delle Elezioni Regionali 2020 in Calabria ed Emilia Romagna. Il leader della Lega rompe gli indugi poco dopo la mezzanotte, nonostante non siano a disposizione dati ufficiali ma neppure parziali. In conferenza stampa parla della vittoria pressoché certa del centrodestra in Calabria e della sconfitta annunciata in Emilia Romagna. Ma per Salvini si può parlare fino ad un certo punto di sconfitta. «Per la prima volta in 70 anni c’è stata partita in questa Regione». Quella vittoria che lui dava per certa in campagna elettorale, a spoglio iniziato sembra invece difficile da raggiungere. I risultati reali però si dipaneranno a notte fonda. «Di solito i politici non commentano exit poll e proiezioni, ma ci tenevo a ringraziare le persone che hanno votato, e lo faccio da italiano. Chi oggi ha partecipato si è fatto carico di un pezzettino di futuro del nostro Paese. Sono contento e mi prendo un pezzettino di merito nell’aver coinvolto tante persone», ha esordito in conferenza stampa.

SALVINI “LEGA STORICA, M5S STA SPARENDO”

Le riflessioni di Matteo Salvini partono dalla Calabria. «Per la prima volta nella storia di un’elezione regionale al Sud siamo determinanti ed entriamo con forza nel Consiglio regionale. Vedremo di unire il Paese nel nome dello sviluppo». Per quanto riguarda invece l’Emilia Romagna parla di «una cavalcata eccezionale e commovente, stancante come poche altre volte». Ma Salvini si dice anche orgoglioso di aver incontrato i cittadini e che il risultato non sia stato scontato. «Avere una partita aperta è emozionante. Dopo 70 anni qui c’è stata finalmente partita. Ringrazio Lucia Borgonzoni, una donna straordinaria. L’abbraccio perché ha subito attacchi squalificanti». In merito all’esito delle Elezioni Regionali 2020 in Calabria ed Emilia-Romagna: «Chiunque vincerà avrà meritato, perché il popolo ha ragione quando vota». Non poteva mancare una riflessione sugli ex alleati, il Movimento 5 Stelle: «Scompare dall’Emilia Romagna e dalla Calabria. Quindi è evidente che qualcosa domani cambierà a Roma».

LA CONFERENZA STAMPA ALL’INDOMANI DEL VOTO

LA CONFERENZA STAMPA DOPO CHIUSURA SEGGI



© RIPRODUZIONE RISERVATA