POCHETTINO AL PSG, È UFFICIALE/ Identità di gioco, Europa e Neymar: le tre sfide

- Matteo Fantozzi

Mauricio Pochettino è ufficialmente un nuovo calciatore del Psg: il tecnico argentino dovrà cercare di dare un’identità di gioco, vincendo in Europa e “coinvivendo” con il brasiliano Neymar

pochettino 2019 lapresse 640x300
Mauricio Pochettino al Psg (LaPresse)

E’ iniziata ufficialmente ieri l’avventura di Mauricio Pochettino fra le fila del Paris Saint Germain. Il tecnico argentino ha rilasciato le prime dichiarazioni nelle scorse ore, dicendosi pronto a dare un gioco ed un’identità alla compagine parigina: «Faremo del nostro meglio – ha detto – per dare alla nostra squadra quell’identità di gioco combattiva e offensiva che i tifosi parigini hanno sempre amato». Un obiettivo ambizioso ma Mauricio Pochettino ha le capacità per fare bene e soprattutto di fare il definitivo salto di qualità dopo le esperienze con Espanyol, Southampton e Tottenham.

Con gli Spurs è stata un’avventura magica e nel contempo dolorosa, visto che, dopo la clamorosa finale di Champions League del 2019, la squadra non è più riuscita a regalare prestazioni all’altezza, fino all’esonero a metà stagione 2019-2020. Troverà uno spogliatoio che per la maggior parte parlerà la sua lingua madre, lo spagnolo, da Di Maria a Icardi, passando per Paredes, ma nel contempo dovrà essere abile nel farsi capire da altre stelle del Psg, a cominciare da Neymar, passando per Keylor Navas e Marquinhos, e arrivando fino a Rafinha, tutti brasiliani: riuscirà nell’impresa? E poi c’è l’Europa e la Champions League, terreno dove il PSG cerca ormai da anni di imporsi, invano. Quante sfide all’orizzonte… (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

MAURICIO POCHETTINO E’ IL NUOVO TECNICO DEL PSG, UFFICIALE

Mauricio Pochettino è il nuovo allenatore del Paris Saint German, ora la notizia, circolata a lungo negli ultimi giorni, è ufficiale. La squadra transalpina, reduce dalla finale di Champions League, aveva esonerato Thomas Tuchel alla vigilia di Natale con il nome dell’argentino e quello di Massimiliano Allegri in lizza per sostituirlo. Alla fine ha avuto la meglio l’ex Tottenham classe 1972 che con gli Spurs aveva raggiunto la finale di Champions rimanendo poi fermo di fatto per due anni, una sorte molto simile a quella capitata a Tuchel di cui ora prende il posto. Si scaldano le piste legate al calciomercato con due calciatori, ai margini nelle rispettive squadre, che potrebbero seguirlo. Si tratta di Christian Eriksen e Delle Alli. Il danese era passato all’Inter nel gennaio scorso, ma l’amore non è mai scoppiato, mentre l’inglese è finito ai margini della squadra inglese e vuole cambiare aria.

Mauricio Pochettino nuovo allenatore Psg, le sue parole

Sono molto interessanti le prime parole di Mauricio Pochettino da nuovo allenatore del Psg. Questi ha sottolineato: “Sono davvero molto felice e onorato di questa chiamata. Ringrazio i miei dirigenti per la fiducia che hanno disposto in me. Come tutti sapete questo club ha sempre avuto uno spazio speciale nel mio cuore. Ho ricordi meravigliosi del Parco dei Principi. Torno in questa squadra con ambizione e grande umiltà, ma anche con la voglia di giocare con alcuni dei calciatori più forti del monto. Questa squadra ha grande potenziale e farò di tutto, con il mio staff, per raggiungere i migliori risultati possibili”. Pochettino non aveva mai allenato prima il Psg di cui però aveva vestito la maglia da calciatore dal 2001 al 2003 collezionando 70 presenze e siglando anche 4 reti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA