MILAN CAMPIONE D’ITALIA SE/ Lo scudetto va ai rossoneri, l’Inter è seconda!

- Mauro Mantegazza

Milan campione d’Italia se: i rossoneri di Stefano Pioli battono il Sassuolo e si aggiudicano lo scudetto, l’Inter si deve accontentare della piazza d’onore in classifica.

Mike Maignan Milan lapresse 2021 640x300
Il Milan sarà campione d'Italia 2021-2022? (Foto LaPresse)

MILAN CAMPIONE D’ITALIA SE: LO SCUDETTO VA AI ROSSONERI, L’INTER E’ SECONDA!

Il Milan aveva due risultati su tre a disposizione per laurearsi campione d’Italia per la 19^ volta nella sua storia. Alla fine la gara di Reggio Emilia si è rivelata poco più di una formalità per i rossoneri che battono il Sassuolo per 3 a 0 e dopo 11 anni tornano a vincere lo scudetto e a sfoggiare il tricolore sulle loro maglie! Inutile la vittoria dell’Inter sulla Sampdoria, i nerazzurri calano il tris non basta, la squadra di Simone Inzaghi chiude al secondo posto in classifica e può consolarsi con le due coppe nazionali conquistate contro la Juventus. Sicuramente nella lotta per il titolo ha inciso tantissimo la papera di Radu nel recupero contro il Bologna, senza la quale chissà come sarebbero andate le cose. Ci sarà modo e tempo per riflettere, adesso è il momento di congratularsi con i vincitori e rendere l’onore delle armi agli sconfitti, la città di Milano è tornata la capitale del calcio italiano! {agg. di Stefano Belli}

MILAN CAMPIONE D’ITALIA SE: L’INTER SI SBLOCCA MA NON BASTA PER LO SCUDETTO!

Nonostante le notizie che arrivavano da Reggio Emilia, l’Inter non ha gettato completamente la spugna e nel secondo tempo si è portata in vantaggio sulla Sampdoria grazie al gol di Perisic e alla doppietta di Correa, adesso i nerazzurri conducono per 3-0. Un risultato che non servirà a niente per la corsa scudetto visto che il Milan sta vincendo con lo stesso punteggio in casa del Sassuolo, ma sarebbe stato indecoroso per la squadra di Simone Inzaghi chiudere davanti ai loro tifosi con una sconfitta. Nel frattempo al Mapei Stadium i rossoneri fanno melina e hanno il pieno controllo della situazione, alla festa manca solamente Zlatan Ibrahimovic che a breve farà il suo ingresso in campo. Chi l’avrebbe mai detto che il fuoriclasse svedese, alla soglia dei 41 anni, avrebbe aggiunto un altro scudetto alla propria bacheca. {agg. di Stefano Belli}

MILAN CAMPIONE D’ITALIA SE: I ROSSONERI DILAGANO E METTONO LE MANI SULLO SCUDETTO!

Va bene essere prudenti e scaramantici, ma a quest’ora anche il più superstizioso dei tifosi del Milan si sarà sbilanciato e avrà già tirato fuori lo spumante dal frigo. I rossoneri infatti vincono 3 a 0 in casa del Sassuolo e hanno messo letteralmente le mani sullo scudetto che avevano già ipotecato lo scorso weekend battendo l’Atalanta. L’Inter sta pareggiando 0-0 contro la Sampdoria, sempre più demotivati i ragazzi di Simone Inzaghi che a questo punto si saranno rassegnati all’idea che i suoi cugini gli stanno scucendo il tricolore dalle maglie. A dire il vero, prima della pausa, i neroverdi hanno provato ad accorciare su calcio di punizione, bravissimo Maignan a fare buona guardia sull’incornata di Frattesi che aveva cercato di prolungare in porta il tiro di Berardi. {agg. di Stefano Belli}

MILAN CAMPIONE D’ITALIA SE: GOL DI GIROUD!

Il Milan è sempre più vicino al 19^ scudetto della sua storia: Giroud ha infatti sbloccato la gara contro il Sassuolo, sin qui letteralmente dominata dai rossoneri che attaccano a testa bassa nel tentativo di archiviare la pratica al più presto. Proprio l’attaccante francese firma il gol che avvicina la squadra di Pioli al tricolore, manca ancora tantissimo al novantesimo ma al Mapei Stadium di Reggio Emilia sembrano avere il pieno controllo della situazione con i neroverdi che non si sono mai affacciati in avanti, fatta eccezione per un timido tentativo di Berardi dalla distanza. Ormai sembra tutto pronto per la grande festa ma per scaramanzia – e rispetto dell’avversario – bisognerà aspettare il triplice fischio per emettere il verdetto definitivo. {agg. di Stefano Belli}

MILAN CAMPIONE D’ITALIA SE: SI COMINCIA!

Ci siamo: il Milan sarà campione d’Italia a distanza di 11 anni dall’ultima volta una volta che sarà finita la 38^ giornata di Serie A? Lo stiamo per scoprire: al Mapei Stadium di Reggio Emilia si potrebbe idealmente chiudere un cerchio. Va infatti ricordato che su questo campo, nel gennaio 2014, i rossoneri avevano perso 4-3 sotto i colpi dello scatenato Domenico Berardi (poker per lui) contro un Sassuolo neopromosso: quella sconfitta aveva decretato l’esonero di Massimiliano Allegri, allenatore che aveva vinto il tricolore nel 2010. Da quel momento si sono succeduti parecchi allenatori sulla panchina del Milan: Clarence Seedorf, Sinisa Mihajlovic, Cristian Brocchi, Vincenzo Montella, Gennaro Gattuso, Marco Giampaolo.

maignanFino all’avvento di Stefano Pioli: con lui il Milan è finalmente tornato in Champions League dopo tanti anni di assenza (appunto dall’era Allegri), con lui adesso i rossoneri possono tornare anche a vincere lo scudetto e lo farebbero proprio sul campo in cui, idealmente, era iniziato un periodo davvero buio per la società. Tra poco allora si giocherà Sassuolo Milan: il Diavolo non si deve preoccupare delle notizie che arriveranno da San Siro finchè terrà saldo almeno il pareggio, tra circa due ore sapremo tutta la verità… (agg. di Claudio Franceschini)

TUTTO NELLE MANI DEI ROSSONERI!

Il Milan campione d’Italia è l’eventualità più probabile che potrebbe verificarsi oggi al termine dell’ultima giornata del campionato di Serie A 2021-2022. Di conseguenza il Milan di Stefano Pioli è ad un passo dallo scrivere la storia della società rossonera perché spezzerebbe un digiuno di ben undici anni dopo lo scudetto che il Milan aveva vinto nel 2010-2011, ultima grande soddisfazione della trentennale epopea rossonera sotto la presidenza di Silvio Berlusconi. Sono poi arrivati anni molto difficili, che però potrebbero finire appunto questa sera se gli uomini di Stefano Pioli riusciranno a vincere lo scudetto partendo da una situazione di classifica ideale, come esamineremo fra poco.

Prima, lasciateci ricordare che il Milan è stato campione d’Italia per diciotto volte finora nella sua storia. Undici anni senza scudetto non sono un digiuno di spicco in assoluto, i rossoneri restarono infatti addirittura per 44 anni senza vincere il tricolore dal 1907 fino al 1951, ma da allora in poi il Milan è naturalmente diventato una delle società più vincenti del calcio italiano, di conseguenza undici anni senza successi in Serie A fanno notizia nella storia più “contemporanea” del calcio italiano. Inoltre, lo scudetto numero 19 varrebbe l’aggancio all’Inter, che un anno fa aveva spezzato a sua volta un digiuno proprio di undici anni e che adesso è rimasta l’unica avversaria con due punti di ritardo, da battere per rilanciarsi anche nella sfida su chi arriverà per primo alla seconda stella.

MILAN CAMPIONE D’ITALIA SE: I RISULTATI UTILI CONTRO IL SASSUOLO

Andiamo allora finalmente a scoprire quali saranno i risultati che permetterebbero al Milan di essere campione d’Italia oggi: cominciamo osservando che Sassuolo Milan sarà alle ore 18.00 in contemporanea con Inter Sampdoria, dal momento che almeno all’ultima giornata viene riesumato il criterio della contemporaneità, la cui assenza ha fatto tanto discutere nelle scorse settimane. In ogni caso, possiamo dire che il Milan potrebbe anche trascurare il verdetto di San Siro, perché ha il destino nelle proprie mani grazie ai due punti di vantaggio e agli scontri diretti favorevoli, che potrebbero avere una notevole importanza.

Sarà una certezza festeggiare lo scudetto del Milan oggi naturalmente in caso di vittoria, ma proprio grazie agli scontri diretti favorevoli anche in caso di pareggio: in quel caso, il Milan resterebbe davanti e sarebbe campione d’Italia anche se l’Inter vincesse contro la Sampdoria, a pari punti nella classifica finale ma con l’esito dei derby a far sorridere il Diavolo, forse per i tifosi sarebbe l’epilogo più bello in assoluto. In caso di sconfitta invece i rossoneri lascerebbero pericolosamente la porta aperta ai cugini, ma il Milan potrebbe comunque diventare campione d’Italia, in caso di pareggio oppure di sconfitta dell’Inter.





© RIPRODUZIONE RISERVATA