Monica De Gennaro/ La pallavolista si racconta: voglio vincere ancora! (esclusiva)

- int. Monica De Gennaro

Monica De Gennaro: si racconta per noi in un’intervista esclusiva la pallavolista dell’Imoco Conegliano e della Nazionale italiana femminile.

monica de gennaro conegliano fivb 2019
Monica De Gennaro (da Fivb)

Una vera campionessa del volley italiano: Monica De Gennaro non ha bisogno di presentazioni. La pallavolista classe 1987, libero dell’Imoco Conegliano come della nazionale italiana guidata da Davide Mazzanti, vanta già una carriera straordinaria, piena di trofei e riconoscimenti internazionali. Dai tre scudetti a un Mondiale per club proprio con la squadra veneta e un argento in azzurro agli ultimi Mondiali giapponesi e non solo: Monica De Gennaro è pronta a regalarci ancora un’emozione quando questa estate con l’Italia prenderà parte alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Abbiamo dunque sentito proprio lei, Monica De Gennaro una delle più grandi giocatrici della pallavolo italiana, che ha esaltato fino in fondo il ruolo del libero: eccola in questa intervista esclusiva per ilsussidiario.net.

Una vittoria storica quella di Conegliano nel Mondiale per club: qual è stato il segreto di questo successo? Siamo un gruppo che lavora da qualche anno assieme e abbiamo un’unione di intenti e una compattezza che ci permette di affrontare qualsiasi difficoltà, come si è visto al Mondiale e in tante occasioni.

Nella partita decisiva avete fermato anche l’Eczacibasi della Boskovic: come siete riuscite a bloccare la formazione serba? Le abbiamo studiate bene e avevamo anche già giocato contro di loro nel girone e nella Champions, avevamo le contromisure e hanno funzionato, ma non solo con lei.

E’ stata una vittoria di gruppo: quanto ha contributo la presenza di giocatrici come Egonu e Sylla? E’ davvero stata la vittoria del gruppo, nella nostra squadra abbiamo tante protagoniste, è questa la nostra forza principale. Paola e Miriam sono delle campionesse, non lo scopro io, ma in questa squadra ce ne sono tante non solo loro!

Quanto è stato ed è importante la presenza di Daniele Santarelli, l’allenatore dell’Imoco? Per me è difficile esprimermi nel giudicare Daniele, sarei di parte, ma i risultati sono testimoni di un lavoro di qualità del nostro staff tecnico.

Una carriera piena di successi: a quale sei più legata? Ci puoi raccontare qualche aneddoto? Il primo scudetto vinto qui nel 2016 al Palaverde è stato fantastico, e poi il Mondiale ci ha fatto vivere grandi emozioni. Ma vogliamo vincere ancora tanto quest’anno!

Conegliano, un club che è entrato nella storia della pallavolo italiana: ci puoi raccontare questa grande squadra, capace di qualsiasi impresa. L’Imoco è un gruppo che fa dell’unione la sua caratteristica migliore, abbiamo creato negli anni un grande gruppo e vedo che quando arrivano nuove ragazze si ambientano subito in squadra senza problemi e trovano il modo di esprimersi al meglio. La società non ci fa mancare niente, è una dei top team europei, abbiamo un pubblico straordinario, noi possiamo essere serene e lavorare per dare il massimo, penso sia la situazione ideale per una giocatrice.

Quali saranno le vostre rivali principali in campionato e in Champions? Le avversarie più forti? In Italia direi Novara e Scandicci, anche Monza e Busto sono da tenere d’occhio, in Europa le solite note, cioè le turche e le italiane.

La Nazionale un punto fermo di Monica De Gennaro: l’oro olimpico è il sogno da realizzare? Ci proviamo, ma sarà un torneo difficilissimo con le big mondiali tutte lì a giocarsi il sogno olimpico. Certamente venderemo cara la pelle a Tokyo dopo le medaglie al Mondiale e all’Europeo.

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA