MUSE, CONCERTO SAN SIRO 2019/ Entusiasmo sempre alto sui social, scaletta

- Carmine Massimo Balsamo

Muse, concerto a Milano San Siro 2019: scaletta. Rock, alieni e realtà virtuale in uno show che regala energia ed emozioni. L’attesa sulle note del theme di Stranger Things

muse concerto milano san siro
Muse intervistati da Warner Music ME

Il doppio concerto dei Muse a San Siro ha regalato e continua a regalare grandi emozioni ai supporters presenti nella tappa milanese della band. Per i fans italiani, quello di ieri e di questa sera, era ed è un momento atteso dall’ormai lontano 2010, l’anno in cui i Muse sono approdati per la prima volta nel capoluogo lombardo. Il pubblico è stato molto accogliente con il gruppo e anche questa sera, con il secondo concerto in programma a San Siro, l’entusiasmo è alto in città e sui social. I fan dei Muse non parlano d’altro e sui canali dedicati condividono scatti del concerto e video con le esibizioni migliori. Un seguace della band ha pubblicato su Twitter una bellissima foto di un San Siro gremito, con tanto di dedica per i propri beniamini: “E’ stata una delle emozioni più belle e intense della mia vita. Grazie Muse!”, ha scritto. (aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

IN 100 MILA PER I MUSE

Ancora Muse in concerto a San Siro, dopo il grande successo di ieri sera nella prima serata milanese. Sono ben 100 mila gli spettatori che hanno assistito allo spettacolo della band, oltre ai 40 mila totalizzati all’Olimpico di Roma. Grande attesa, dunque, anche per il secondo appuntamento di questa sera, con tanti fan che hanno deciso di rivivere il concerto, ancora galvanizzati dall’entusiasmo della prima serata. Quello di ieri è stato in effetti un evento senza precedenti, caratterizzato da grandi effetti speciali. All’inizio del concerto ad esempio la scritta a caratteri cubitali: “We are caged in simulation”. I Muse erano già stati a San Siro nel 2010, quando avevano invaso San Siro con una finta astronave che sfiorava le teste del pubblico. (aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

I MUSE RINGRAZIANO SAN SIRO

Se i Muse hanno regalato ai fans italiani uno spettacolo sensazionale con il quale hanno dimostrato di essere tra i migliori artisti del momento, il pubblico di San Siro ha ricambiato con il tantissimo affetto che la band britannica ha portato a casa. Il giorno dopo il grande show di San Siro, i Muse, con un video e alcune foto hanno ringraziato tutti coloro che, ieri sera, hanno reso ancora più magica la notte di San Siro. “Grande notte”, si legge nella didascalia che accompagna il post dei Muse e i commenti dei fans non si sono fatti attendere. “Pazzeschi”, “Che ca**o di concerto che ci avete regalato. Grazie”, “Grandissimo concerto…fantastiche scenografie”, “Bellissimo concerto, finale da paura”. Cliccate qui per vedere il post (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

ATTESA SULLE NOTE DI STRANGER THINGS

Concerto sci-fi dei Muse a Milano. A San Siro è stato un trionfo di luci Led e grafiche 3D per la prima tappa italiana del “Simulation Theory World Tour”. Oggi il bis, poi per il concerto di sabato prossimo ci si sposta a Roma. Per qualcuno il concerto è stato più bello da vedere che da sentire. Vanity Fair ha infatti evidenziato i problemi al microfono di Matt Bellamy. La voce del cantante è sembrata “schiacciata” da batteria e strumenti a causa dello scarso volume del suo microfono. La sua voce è esplosa solo alla fine sulle note di Knights of Cydonia, quando il volume si è rialzato e quindi la canzone è stata travolgente. Un limite tecnico che però non ha condizionato la carica ed energia dal palco al pubblico. Il frontman, sempre di poche parole, si è concesso ai fan. Grandioso l’impianto scenico, ricca e varia invece la scaletta. Geniale l’attesa sulle note del theme di Stranger Things. (agg. di Silvana Palazzo)

ROCK E ALIENI CON WE ARE CAGED IN SIMULATION

Grande successo per i Muse che, prima ancora che il cielo di Miano diventasse totalmente buio, hanno cominciato ad infiammare i fans presenti allo stadio. Il concerto è stato uno show rock tra alieni e realtà virtuale che hanno scatenato l‘entusiasmo di tutti coloro che aspettavano con ansia il fatidico giorno. Il concerto è iniziato con la scritta “We are caged in simulation” ovvero “Siamo intrappolati nella simulazione” e così la band britannica conduce i propri fans in un mondo parallelo fatto di luci, alieni e laser. Uno spettacolo che non ha deluso le aspettative di chi ha voluto essere presente alla prima delle tre date italiane del tour dei Muse che confermano di essere una delle migliori band degli ultimi anni. Tanti i brani in scaletta: dai più recenti a quei più amati come «Uprising», tratto da «The Resistance», «Plug in baby» e «Bliss» fino al momento delle emozioni con «Madness» (aggiornamento di Stella Dibenedetto),

MUSE IN CONCERTO: LA BAND INFIAMMA SAN SIRO

E’ cominciato da oltre un’ora il concerto dei Muse a San Siro, letteralmente travolti dalla folla di fan fin dal loro arrivo a Milano nelle scorse ore. Sui canali social di Rtl 102.5 è possibile seguire l’evento attraverso le storie pubblicate sui profili della radio. Da Twitter si percepisce molto chiaramente l’atmosfera caliente che si sta respirando in questi minuti a San Siro, con i Muse che hanno messo in scaletta i loro migliori pezzi per godersi l’abbraccio col pubblico italiano. “I Muse infiammano lo stadio di San Siro con il #simulationtheoryworldtour. Seguite le nostre stories!”, scrive Rtl. Affluenza altissima al Meazza, con i fan curiosi di riassaporare dal vivo la band guidata da Matthew Bellamy; un gruppo che dopo quasi 30 anni continua a stupire la sua gente con nuovi stili sorprendenti… (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

MUSE IN CONCERTO: PORTE APERTE DALLE 16

Il concerto dei Muse questa sera inizierà alle 21. Prima di ciò, le porte si apriranno dalle 16 di questo pomeriggio e dalle 18.45 è prevista l’esibizione dei Mini Mansions. Un’ora dopo, si esibiranno sul palcoscenico anche i The Amazons. Vi ricordiamo che all’interno dello stadio non è assolutamente permesso introdurre valigie, trolley, borse o zaini (se non di piccole dimensioni). Nel frattempo, la celebre band qui in Italia sta vivendo molte emozioni. Sembrerebbe che Matthew Bellamy, il cantante dei Muse, sia un amante della pasta, in particolare quella fatta in casa, una delle passioni che lo legano in maniera concreta con il nostro belpaese. Congiuntamente al suo amore per il lago di Como, valutato dal cantante uno dei posti più belli del mondo, quello per il primo piatto italiano lo segue in ogni posto lui possa trovarsi. Pare che il cantante ami la pasta fatta in casa perché è semplice ed economica. Secondo indiscrezioni, il frontman del gruppo, stenderebbe la pasta utilizzando un accessorio manuale: dietro le quinte di San Siro farà lo stesso? (Aggiornamento di Valentina Gambino)

MUSE IN CONCERTO

Muse, concerto Milano San Siro: tutto pronto per la doppia data del gruppo musicale rock alternativo britannico: appuntamento oggi, venerdì 12 luglio, e domani, sabato 13 luglio. Dopo Vasco Rossi, la Scala del calcio ospiterà una delle band più amate al mondo: dopo 27 anni il team guidato dal frontman Matthew Bellamy continua a stupire i suoi seguaci con un vibrante rinnovamento, tra nuovi stili e interessanti contaminazioni che hanno dato nuova linfa al progetto musicale. I Muse arrivano in Italia nell’ambito di un tour europeo che sta regalando grandi gioie agli inglesi: è stato infatti ribattezzato il tour dei record poiché, con oltre 136mila biglietti venduti, ha già superato il record dei tour italiani precedenti. E per i fan dei Muse ci sono buone notizie: ci sono ancora dei biglietti disponibili, che andranno sicuramente a ruba prima dell’inizio dello spettacolo.

MUSE, CONCERTO MILANO SAN SIRO 2019: INFO UTILI

Doppia data a Milano, come dicevamo, con i Muse che faranno poi tappa allo stadio Olimpico di Roma il prossimo 20 luglio 2019. E la band non ha badato a spese per il Il Simulation Theory World Tour: dalla scenografia kolossal agli effetti 3D, passando per il nutrito cast di ballerini ed il gigantesco scheletro robot, sono tanti gli elementi che garantiranno uno show indimenticabile sulle note delle canzoni di Matthew and Co. Già annunciata la band che aprirà il concerto: parliamo dei The Amazons, il trio californiano Mini Mansions e il cantautore australiano nonché frontman dei Jet Nick Cester. Prevista grande affluenza alla Scala del calcio nelle ore antecedenti al concerto, per questo motivo il Comune ha consigliato a tutti gli spettatori di recarsi allo stadio San Siro con largo anticipo, sia per ritirare i biglietti acquistati online che per non incontrare difficoltà o ritardi nel corso dei controlli di sicurezza.

LA SCALETTA DEL CONCERTO DEI MUSE A MILANO SAN SIRO

Una lunga lista di successi che si amalgama con gli ultimi brani lanciati: i Muse sono pronti ad infiammare i fan con le loro canzoni più famose e possiamo provare ad ipotizzare la scaletta, anche in base agli ultimi spettacoli dal vivo della band britannica:

Algorithm
Pressure
Psycho
Break It to Me
Uprising
Pray
The Dark Side
Supermassive Black Hole
Propaganda
Plug In Baby
Thought Contagion
Mercy
Time Is Running Out
Houston Jam
Interlude
Hysteria
The 2nd Law: Unsustainable
Dig Down (Acoustic Gospel Version)
Madness
Take a Bow
Starlight
Algorithm
Stockholm Syndrome / Assassin / Reapers / The Handler / New Born
Knights of Cydonia

© RIPRODUZIONE RISERVATA