Nadia Padovani, moglie Fausto Gresini/ “Restiamo in pista per dimostrare chi siamo”

- Davide Giancristofaro Alberti

Nadia Padovani, moglie di Fausto Gresini, annuncia la volontà di proseguire gli impegni con il Team Gresini: la sua lettera al funerale

Fausto Gresini
Fausto Gresini, MogoGp (LaPresse)

Sono scattati alle ore 10:00 di questa mattina i funerali di Fausto Gresini, l’ultimo saluto all’ex campione del mondo di motociclismo, nonché ex Team Manager, ucciso dal covid dopo una lunga degenza ospedaliera (due mesi al Maggiore di Bologna). All’autodromo di Imola tantissimi hanno voluto presenziare alla cerimonia, a cominciare ovviamente dalla moglie Nadia Padovani e dai 4 figli, Agnese, Alice, Lorenzo Luca.

Proprio la compagna di vita di Fausto Gresini ha voluto leggere una lettera, un ultimo, toccante e commovente salute alla sua dolce metà: “Ciao amore, hai vissuto gli ultimi 2 mesi in un inferno: ma tu non hai mai mollato, hai lottato con tutte le tue forze perché sei sempre stato un guerriero. Hai dato tanto a questo mondo, e soprattutto hai insegnato molto a me e ai nostri figli: ripartiremo dai tuoi progetti. Restiamo in pista, e dimostreremo chi è la Gresini Racing”. Parole che per certi versi accomunano la compagna di Gresini alla moglie di Paolo Rossi, altro grande sportivo morto recentemente (a dicembre 2020).

NADIA PADOVANI, MOGLIE GRESINI, LETTERA AL FUNERLA: CAPIROSSI COMMOSSO

Durante un’intervista, Federica Capelletti, aveva spiegato di voler portare avanti i progetti del marito Pablito, e lo stesso è intenzionata a fare Nadia Padovani, rimarcando la volontà di rimanere in pista, di dimostrare appunto quanto vale il team che porta il nome del compianto motociclista. Oltre alla famiglia, presenti a Imola anche gli amici di Gresini, a cominciare da Loris Capirossi, senza dubbio uno dei più emozionati: “Mi sembra impossibile e mi distrugge, non poterti più abbracciare e scherzare con te. Eri l’amico che c’era sempre: vulcanico, instancabile. E con un sorriso per tutti. Ti voglio bene e mi mancherai moltissimo”. Commossi anche i ragazzi del team manager, che lo hanno ricordato con queste parole: “Sei stato un papà immenso, un uomo vero, con le palle, che aveva una soluzione per ogni problema”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA