Niente quarantena per chi arriva dal Regno Unito/ Ordinanza Speranza: ma solo se…

- Chiara Ferrara

Niente quarantena per chi arriva dal Regno Unito in Italia, ma solo se vaccinati e negativi a tampone: la nuova ordinanza di Roberto Speranza

quarantena chi arriva Regno Unito
Pixabay

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha emesso una nuova ordinanza che interessa chi arriva dal Regno Unito: i turisti che sono vaccinati contro il Covid-19 e contemporaneamente sono risultati negativi ad un tampone molecolare o antigenico non dovranno effettuare la mini-quarantena di 5 giorni che in precedenza era prevista. In tal modo il flusso turistico subisce minore restrizioni, ma il livello di tutela sanitaria è ugualmente alto.

Il nuovo provvedimento entrerà in vigore a partire da martedì 31 agosto, ovvero alla scadenza del precedente. La mini-quarantena era stata istituita al fine di evitare casi di variante Delta anche in Italia, ma ormai la circolazione di quest’ultima è ampiamente diffusa nel Paese. “Imporre agli ospiti britannici l’isolamento fiduciario al loro arrivo in Italia equivale a disincentivare la prenotazione dei soggiorni nel nostro Paese. Non a caso la compagnia Jet2.com ha già cancellato tutti i voli verso l’Italia e la Tui è pronta a fare altrettanto nelle prossime ore”. Lo aveva detto ieri Costanzo Iaccarino, presidente Federalberghi della Campania, anticipando il mancato rinnovo dell’ordinanza in questione.

Niente quarantena per chi arriva dal Regno Unito, ma solo in un caso

Chi arriva dal Regno Unito in Italia, dunque, potrà evitare la quarantena di 5 giorni, ma soltanto a patto che abbia completato il ciclo vaccinale e che si sia sottoposto ad un tampone molecolare o antigenico prima della partenza.

Nella stessa ordinanza firmata nelle scorse ore dal ministro della Salute Roberto Speranza, ha fatto sapere attraverso una nota il dicastero. è prevista inoltre la proroga delle misure restrittive per i cittadini provenienti da altri Paesi. Nessun cambiamento, dunque, per quanto riguarda i turisti che sono residenti in zone diverse dal Regno Unito.



© RIPRODUZIONE RISERVATA