No vax e no mask interrompono messa in chiesa/ Sit-in di protesta a Pescara

- Alessandro Nidi

Pescara, corteo in chiesa da parte di no vax e no mask: rissa sul sagrato con la polizia, denunciate in tutto sei persone. Un uomo in manette

chiesa incenso pixabay 640x300
Immagini di repertorio da Pixabay

Spiacevole episodio a Pescara, dove, nel corso della Santa Messa celebrata presso la basilica della Madonna dei Sette Dolori, si è registrato un corteo di protesta nell’edificio sacro da parte di alcuni componenti di un gruppo di no vax e di no mask residenti sul territorio del capoluogo abruzzese. Una “sfilata” che ha interrotto il momento di preghiera nel quale si trovavano raccolti in quel frangente i fedeli, tanto che questo atteggiamento non ha fatto altro che esacerbare gli animi e far nascere una rissa prima e sei denunce poi.

Stando alle ricostruzioni dell’episodio riportate da alcune testate giornalistiche del luogo, i manifestanti sarebbero entrati nella chiesa e avrebbero preso posto a sedere, inizialmente senza destare sospetti circa le loro intenzioni. In seguito, si sarebbero sfilati la mascherina e avrebbero incitato animatamente le persone estranee a quell’azione a comportarsi come loro, per dare via a una sorta di rivolta. Inevitabilmente, sono dovute intervenire le forze dell’ordine per ripristinare le normali condizioni di calma.

NO VAX E NO MASK IN CHIESA A PESCARA: POLIZIA ARRESTA UN 40ENNE

Ulteriori aggiornamenti circa la vicenda di Pescara, con la messa interrotta dai no vax e dai no mask, giungono attraverso il quotidiano “Open”, che spiega come la polizia abbia atteso i contestatori sul sagrato della chiesa, dopo essere stata allertata dal servizio di vigilanza della basilica. In seguito, un 40enne pescarese che aveva dato vita alla protesta è stato arrestato, ma, di fronte a quella scena, gli altri manifestanti si sono scagliati contro gli agenti, prendendoli a calci e pugni: da qui sono derivate le sei denunce di cui riferivamo poco fa.

Tra le persone denunciate compare anche una donna, rea di avere tentato di sottrarre la pistola a un carabiniere durante gli scontri avvenuti fuori dalla chiesa pescarese. Tutti i denunciati saranno quindi chiamati a rispondere a vario titolo di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni aggravate in concorso, turbamento di funzioni religiose e rifiuto d’indicazioni sulla propria identità personale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA