OCEAN VIKING A POZZALLO/ Ministra Bellanova: “Diversi dalla politica di odio e paura”

- Carmine Massimo Balsamo

Ocean Viking sbarca a Pozzallo, la soddisfazione della ministra Teresa Bellanova che lancia frecciate a Salvini

ocean viking migranti
Ocean Viking, immagine di repertorio (LaPresse, 2019)

Se Matteo Salvini non ha di fatto esultato dopo il via libera alla Ocean Viking di attraccare a Pozzallo, diverso è stato il tenore della reazione del ministro dell’Agricoltura Teresa Bellanova, capodelegazione di Italia viva al Governo, che attraverso Twitter ha voluto di fatto replicare all’ex titolare del Viminale scrivendo: “La #OceanViking ha ottenuto l’autorizzazione a sbarcare a #Pozzallo. I #Migranti salvati nel Mediterraneo riceveranno assistenza e cure mediche. Siamo diversi da chi lucra su una politica fatta di odio e paura. Dimostriamolo”. Soddisfazione anche da parte di Medici Senza Frontiere, a cominciare da Michael Fark, capomissione di MSF che gestisce la nave insieme a Sos Mediterranee: “Dopo giorni bloccati in mare – osserva Fark – e con alle spalle le orribili condizioni sopportate in Libia e lungo tutto i loro viaggio, finalmente i migranti potranno essere portati al sicuro. Questi prolungati, inumani, blocchi non devono continuare”. Da segnalare anche una querelle pre-sbarco fra Di Maio e Gregorio De Falco, ex senatore M5S e ora al Gruppo Misto. Quest’ultimo aveva attaccato il ministro degli esteri per le sue parole “Non è possibile che la nave sbarchi sempre e solo in Italia. Bisogna fare la cosa giusta, non quella che spaventa di meno”. Il dissidente aveva ribattuto: “E’ stato superato qualunque tipo di record vergognoso, o quasi. Sono d’accordo con Faraone, il Governo deve fare scendere queste persone. Qui non parliamo di migranti ma di naufraghi, e i naufraghi vanno salvati sempre”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

OCEAN VIKING A POZZALLO: DURA REAZIONE DI SALVINI

La Ocean Viking ha attraccato nel porto di Pozzallo poco dopo le ore 9.00: sbarcati i 104 migranti – la maggior parte proveniente da Costa d’Avorio, Mali e Bangladesh – salvati lo scorso 18 ottobre dalla Ong. A bordo dell’imbarcazione quarantuno minori e due bimbi piccolissimi, oltre a due donne incinte. Come vi abbiamo già spiegato, 70 persone verranno accolte da Francia e Germania. «La fine della lunga odissea», esulta Sos Mediterranèe: «Dopo più di 12 giorni di incertezza in mare, 104 sopravvissuti possono finalmente sbarcare in un luogo sicuro». Non mancano le polemiche, con l’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini sul piede di guerra: «Dopo l’invito al Viminale, le ong si scatenano: ricomincia la pacchia grazie al Governo sbarchi, tasse e manette. Per le navi delle ong straniere cariche di immigrati ricomincia la pacchia, ma sindaci e governatori della Lega diranno no ad ogni nuovo arrivo di clandestini», le sue parole a Radio Anch’io. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

OCEAN VIKING, MELONI: “PRESA IN GIRO DEL GOVERNO”

Prosegue il dibattito social sulla Ocean Viking. I 104 migranti sbarcheranno nelle prossime ore a Pozzallo, soddisfatte le forze di Governo per l’intesa raggiunta grazie all’accordo di Malta. Così il ministro Teresa Bellanova: «La Ocean Viking ha ottenuto l’autorizzazione a sbarcare a Pozzallo. I migranti salvati nel Mediterraneo riceveranno assistenza e cure mediche. Siamo diversi da chi lucra su una politica fatta di odio e paura. Dimostriamolo». Ma l’opposizione non sta guardare e, dopo il commento di Matteo Salvini, ecco le parole di Giorgia Meloni: «Ricordate la favola raccontata da Conte, Di Maio e Lamorgese sulla “rotazione dei porti” decisa nel vertice sull’immigrazione a Malta? Era vera: a ruotare sono i porti italiani e oggi il Governo fa sbarcare la Ocean Viking a Pozzallo. Una enorme presa in giro», così su Twitter la leader di Fratelli d’Italia. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

OCEAN VIKING, OK VIMINALE: 104 MIGRANTI A POZZALLO

Raggiunto l’accordo sulla Ocean Viking: la nave con a bordo 104 migranti sbarcherà a Pozzallo. Il Viminale ha reso noto che si è conclusa la procedura di ricollocazione dei migranti in base al «pre-accordo raggiunto nel corso del vertice di Malta», con Francia e Germania che accoglieranno 70 persone. Intervenuto ai microfoni dell’Ansa, il ministro in quota Pd Dario Franceschini ha spiegato: «Non ho fatto tweet ma il presidente del Consiglio e il ministro degli Interni con cui ho parlato più volte anche nelle ultime ore, sanno che per il Pd non è tollerabile tenere un minuto di più persone in mare». Decisivo il pressing di Partito Democratico e Italia Viva sul Movimento 5 Stelle, con diversi esponenti del Centrosinistra che hanno chiesto un cambio di marcia rispetto alla gestione Salvini: «La Ocean Viking va fatta sbarcare subito. Non si tengono le persone in mezzo al mare. Lavoriamo per il progetto Africa e per aiutarli a casa loro, come dico da anni. Ma quando ci sono persone in mare, si devono far sbarcare, punto», le parole di Matteo Renzi.

OCEAN VIKING SBARCA A POZZALLO: IRA SALVINI

La Ocean Viking arriverà a Pozzallo tra stanotte e domani mattina, come confermato dal sindaco Roberto Ammattuna, che ha attaccato il Governo per la lunga attesa: «Si è aspettato troppo. Non conosco le motivazioni, ma si parla di ricollocazioni internazionali. Mi sembra, comunque, un tempo eccessivo. Non si può tenere una nave per 11 giorni ferma in mare», le sue parole ai microfoni di Adnkronos. Centrodestra sul piede di guerra, con l’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini che ha messo nel mirino la sua erede, l’ex prefetto Lamorgese: «Ennesima calata di braghe del governo italiano, ennesimo favore a una ONG (stavolta francese, su nave norvegese) che incoraggia gli scafisti a continuare i loro traffici». Attesi aggiornamenti nel corso delle prossime ore sul viaggio dell’imbarcazione dell’Ong, che potrebbe aprire l’ennesimo scontro politico tra Governo e opposizione…

© RIPRODUZIONE RISERVATA