Omicidio Ilenia Fabbri/ Killer in un video? Compatibile con identikit: “è pericoloso”

- Emanuela Longo

Omicidio Ilenia Fabbri: il presunto killer immortalato in un video, per gli inquirenti non sarebbe professionista ma pericoloso

ilenia fabbri mattino5 640x300
Ilenia Fabbri, Mattino 5

Importanti novità nel giallo relativo all’omicidio di Ilenia Fabbri, la 46enne uccisa in casa, sgozzata, lo scorso 6 febbraio nel suo appartamento di Faenza. Il caso sarà al centro della nuova puntata odierna di Quarto Grado. Per il delitto risulta indagato al momento solo l’ex marito Claudio Nanni con il quale la donna non era in buoni rapporti ed al quale aveva fatto causa in passato. L’uomo dovrà rispondere dell’accusa di omicidio pluriaggravato in concorso con persona ignota. Tuttavia per l’orario del fatto si sarebbe procurato un alibi anche se la procura continua a battere la pista dell’omicidio su commissione. Intanto per l’unica testimone del caso, un’amica della figlia di Ilenia, rimasta a dormire dalla Fabbri, è scattato il programma di protezione.

La giovane ha contribuito a fornire importanti informazioni agi inquirenti, a partire dall’identikit del presunto killer, un uomo che con ogni probabilità Ilenia non conosceva. E sarebbe proprio lui il soggetto che appare nelle immagine registrate il 6 febbraio da una telecamera privata della zona poco prima dell’omicidio di Ilenia. Il procuratore, come riferisce Repubblica.it, avrebbe definito il killer “non di professione, ma pericoloso” ed attualmente sarebbero in corso valutazioni “su aspetti morfologici” proprio sulla base del video in questione. Da quelle immagini tutto sembrerebbe tornare: l’orario a ridosso con quello del delitto, i movimenti sospetti e la corporatura compatibile con quella descritta dalla testimone.

OMICIDIO ILENIA FABBRI: IL PRESUNTO KILLER RIPRESO IN UN VIDEO

Il video che immortalerebbe il presunto assassino di Ilenia Fabbri durerebbe appena 15 secondi tra le 5.50 e le 5.52. Dalle immagini trapela una persona vestita di scuro con un cappuccio mentre cammina sul marciapiede fino a fermarsi quasi sotto l’obiettivo di cui forse si accorge. Gira di scatto verso sinistra e riprende a camminare prima di sparire. Poco dopo la medesima telecamera immortala l’auto di Nanni in arrivo. Per l’accusa sarebbe stato proprio lui a commissionare il delitto dell’ex moglie. Alle 5.57 scrive alla figlia Arianna con la quale sarebbe andato via poco dopo in direzione Milano per ritirare un’auto. Sono le 6.06 quando l’amica chiama Arianna dopo aver sentito dei rumori sospetti accompagnati dalle urla di Ilenia e aver visto qualcuno inseguire la donna giù per le scale. A quanto pare, la descrizione fornita dalla ragazza sarebbe compatibile con la corporatura della persona che appare nel video. “Stiamo lavorando su queste immagini e sugli aspetti morfologici”, ha confermato il procuratore capo Daniele Barberini come riporta Repubblica. Secondo la dinamica dell’aggressione, il killer sarebbe un sicario disposto a tutto, anche dietro modesto compenso, il quale sarebbe stato ferito dalla vittima. La conferma arriverà dalle analisi del Dna affidate alla Scientifica di Roma su alcune gocce di sangue isolate nel soggiorno della casa teatro del delitto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA