Pamela Prati ha chiesto 60mila euro alla d’Urso/ Replica a Barbara: “Mi rialzo”

- Morgan K. Barraco

Pamela Prati assente a Live Non è la D’Urso, ma la polemica del cachet continua: Barbara D’Urso mostra i messaggi di richiesta di 60mila euro

Pamela Prati
Pamela Prati a Live - Non è la d'Urso

L’ultima puntata di Live Non è la d’Urso ha chiuso il cerchio intorno alla questione Pamela Prati è ormai sembra certo che tutti sapevano (almeno in un secondo tempo) e hanno cercato il metodo migliore da uscire questa situazione (magari guadagnandoci un po’) finendo in un giro ancora più grande. Adesso toccherà alla giustizia fare il suo corso mentre l’ultimo programma in “diretta” di Canale 5 ha chiuso i battenti e finalmente Pamela Prati può tirare un sospiro di sollievo. Proprio per questo, in risposta alle polemiche e a quanto è successo ieri sera, proprio poco fa, la showgirl ha postato una sua foto in costume davanti ad un albero forte e grande e riportando una citazione della grande Anna Magnani che recita: “Nun c’è niente de più bello de na persona in rinascita. Quanno s’ariarza dopo na caduta, dopo na tempesta e ritorna più forte e bella de prima. Con qualche cicatrice in più ner core sotto la pelle, ma co la voglia de stravorge er monno, anche solo co un sorriso“.  Questa è una sonora risposta a Barbara d’Urso? I fan di Pamela Prati ne sono sicuri e sono pronti ad appoggiarla ancora. Clicca qui per vedere la foto. (Hedda Hopper)

I MESSAGGI PUBBLICATI DA BARBARA D’URSO A LIVE…

Ultima puntata decisiva per Live Non è la d’Urso. La nostra ruspante Carmelita, ha deciso di chiarire una volta per tutte, la situazione sul cachet richiesto da Pamela Prati tramite un SMS partito dal telefono del suo ex avvocato che, guarda caso, affermava di non avere più. “L’avvocato della Rocca non trova più questo messaggio, ma noi lo abbiamo e ve lo mostriamo. […] Dopo la puntata Pamela Prati ha revocato l’incarico al suo avvocato e ha fatto un esposto all’Ordine degli avvocati. Ma chiariamo che eravamo entrati in contatto con la Prati per fare un’intervista nella penultima puntata e nell’ultima come detto da lei”, ha precisato Barbara. Ma cosa diceva lo scambio di SMS tra l’ex legale della showgirl e il produttore del format serale? Eccolo per intero a seguire. Nel sopraindicato sms si legge quanto segue: “(Ore 14:37) E poi… Io vorrei discutere della parte economica al più presto… Direi che siamo già fuori tempo massimo”. A questo messaggio ne seguono altri: “(Ore 15:11) Ancora non mi ha risposto il nostro *** e Pamela sta venendo con me. Se non mi date quello che chiede il nostro ***, Pamela non scende dalla macchina”. E ancora: “(Ore 15:33) 60mila Euro di cui il 40% alla società titolare dei diritti d’immagine di Pamela Prati”. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

COLPITA E AFFONDATA

Colpita ed affondata e questa volta definitivamente. L’ultima puntata di Live – Non è la D’Urso, il talk show di successo condotto da Barbara D’Urso su Canale 5, ha visto nuovamente protagoniste Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo parlare del caso Mark Caltagirone. Grande assente Pamela Prati la cui presenza era data quasi per certa, ma saltata a poche ore dalla diretta come peraltro successo la settimana scorsa. La Prati ha deciso nuovamente di disertare il programma della D’Urso dopo le pesantissime accuse della scorsa settimana; accuse che la D’Urso ha testimoniato questa settimana con tanto di prove in diretta. La conduttrice, infatti, senza girarci troppo intorno ha raccontato nuovamente la vicenda sottolineando di aver ricevuto una esplicita richiesta di compenso mostrando anche i messaggi di testa: “sono stati chiesti 60 mila euro di cui 40 mila euro da destinare alla società detentrice di diritti di immagine”. Il messaggio è chiaro e mette la parola fine alla vicenda con Pamela Prati asfaltata per la seconda volta dalla regina di Mediaset. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

BARBARA D’URSO SMASCHERA PAMELA PRATI: “CHIESTI 60MILA EURO”

Alla fine Pamela Prati non sarà in studio nell’ultima puntata di Live – Non è la D’Urso, ma continua la polemica legata al cachet della scorsa settimana. Barbara D’Urso precisa a gran voce: “io amo sempre dire la verità e come sono andate le cose” che ricostruisce quanto successo la scorsa settimana. “Avviene questo, esattamente intorno alle 15.30, a poche ore dalla diretta che avremmo dovuto fare la settimana scorsa e abbiamo la testimonianza di tutte le maestranze, dal telefonino con il quale l’avvocato della Rocca ha sempre mandato dei messaggi” dice la D’Urso, che prosegue dicendo: “bene, da questo telefono l’avvocato aveva scritto sono qui con Pamela Prati e stiamo andando in aeroporto. Due minuti dopo è arrivato questo messaggio del quale io ho parlato perchè c’era questo messaggio”. Ma non finisce qui, visto che Barbara D’Urso mostra ai telespettatori la stampa dei messaggi ricevuti con tanto di messaggio richiesta dei 60 mila euro di cui 40 mila euro da versare all’azienda titolare dei diritti di immagine. La D’Urso non ci sta “non siamo impostori, non replico, ma dimostro i fatti” dice la conduttrice, mentre l’avvocato Carlo Taormina non ha alcun dubbio: “è il tentativo di estorsione”. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

PAMELA PRATI E LA POLEMICA DEL CACHET LIVE A NON E’ LA D’URSO

Pamela Prati non sarà tra gli ospiti di Live – Non è la D’Urso. A dispetto della tanto decantata intervista che avrebbe chiarito ogni dubbio sulla sua “finta” relazione con Mark Caltagirone, la showgirl, a quanto pare, anche stasera diserterà il salotto di Canale 5. Come reagirà Pamela D’Urso? Dopo il forfait della scorsa settimana, non possiamo non ipotizzare un nuovo colpo di scena proprio questa sera, con una Barbara D’Urso probabilmente ben disposta ad elargire al suo pubblico dettagli ancora poco noti sulle loro trattative. Tuttavia, dopo i dettagli rivelati nella scorsa settimana in diretta televisiva, Pamela Prati non sembra avercela con la Carmelita della tv: “Non biasimo la D’Urso, non biasimo il pubblico – ha detto la showgirl, così come si legge su Dagospia – ma sono rimasta colpita dalla totale assenza di decoro professionale dell’Avv. Della Rocco”. Pamela Prati, ha reso noto in un esposto, si è recentemente scagliata proprio contro il suo ex avvocato, che a suo dire, “invece di difendere i suoi interessi è stata più interessata ad apparire in varie trasmissioni televisive, a comportarsi come un’agente e non come legale”. (Agg. di Fabiola Iuliano)

Pamela Prati oggi presente a Live non è la D’Urso per il confronto a tre?

Di nuovo silenzio social per Pamela Prati, che ha scelto di non finire ancora di più in pasto agli haters, nonostante il suo ritorno su Instagram. Dopo aver condiviso alcuni scatti, la showgirl ha preferito rilasciare solo alcuni interventi a mezzo stampa, mentre appare ancora assente nei salotti televisivi. Fra questi quello di Barbara d’Urso, visto che Pamela Prati sarebbe dovuta essere una degli ospiti di Live – Non è la d’Urso di questa sera, mercoledì 19 giugno 2019. Il condizionale è d’obbligo e si ricollega con quanto avvenuto la scorsa settimana, quando la padrona di casa ha annunciato l’assenza della Prati e ha rivelato alcuni retroscena sul suo intervento. Un botta e risposta che poi non si è limitato al solo gossip, ma ha coinvolto anche gli avvocati Irene Della Rocca e Lina Caputo, anche se in modo diverso. Da una parte c’è infatti la dichiarazione della Della Rocca, che avrebbe smentito quanto dichiarato dalla d’Urso in merito alla pretesa di un generoso cachet dalla Prati. I 60 mila euro richiesti invece sarebbero legati solo a titolo di risarcimento danni, ha evidenziato in un comunicato a Fanpage, ricevendo poi revoca del mandato da parte della sua ex assistita. “Personali aspirazioni televisive“, ha risposto invece la Prati, ricorda Il Tempo, puntando il dito contro il legale e difendendo al tempo stesso l’avvocato Caputo, che continua a tutelare i suoi interessi. “Quel gesto andava contro tutto quello che avevo sempre predicato“, rivelando inoltre che la gratuità delle sue prestazioni, come comunicato tramite diffida a Mediaset dall’avvocato, riguardava solo l’ultima puntata e non la precedente. Fatto sta che né in una né nell’altra la showgirl ha deciso di farsi vedere. La D’Urso di contro, svela Panorama, avrebbe già sfoderato l’artiglieria pesante puntando tutto su Pamela Perricciolo ed un possibile faccia a faccia con Eliana Michelazzo.

L’appello di Francesco Cordova a Pamela Prati

Mi manchi e voglio aiutarti“, dice a Pamela Prati l’imprenditore Francesco Cordova. I due avrebbero avuto una relazione segreta dal 2010 al 2016, un riserbo dovuto forse ai 23 anni di differenza che li separa. Cordova però è pronto a riprendere la loro relazione ed a garantire alla showgirl quella protezione di cui ha bisogno, specialmente in seguito allo scoppio dell’ormai famoso Prati Gate. “Temo si possa perdere“, confida a Diva e Donna rivelando che fra i due sarebbe scattato un colpo di fulmine nove anni fa, grazie ad un incontro in discoteca. “Abbiamo vissuto un periodo difficile e lei è entrata al Gf Vip“, aggiunge spiegando come mai sia finita nonostante la forte passione. L’imprenditore inoltre è sicuro che ci fossero già da tempo delle avvisaglie sul comportamento strano da parte dell’ex icona del Bagaglino, ben prima che lo scandalo Caltagirone scoppiasse come un bubbone. Il suo intuito alla fine non si è rivelato inesatto, dato che la Prati ha scelto di tagliare ogni rapporto con gli amici a cui era più legata. Uno stravolgimento della sua vita che agli occhi di chi la conosce è apparso subito preoccupante. E che forse potrebbe in via definitiva confermare l’estraneità della showgirl in merito al presunto raggiro messo in atto dalle due ex socie della Aicos. I fatti a questo punto appaiono chiari. O la Prati è subentrata nella truffa dopo aver scoperto dell’inesistenza di Caltagirone, come rivelato da Pamela Perricciolo a Live – Non è la d’Urso. Oppure è una delle tante vittime cadute nella trappola, messa in atto già da oltre dieci anni e che ha travolto non solo il mondo dello spettacolo ma anche quello della politica. In particolare è una denuncia per truffa contro Perricciolo ed Eliana Michelazzo del 2015 a sollevare forti dubbi sul reale ruolo di carnefice della Prati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA