Paolo Belli/ “Nato ateo ma morirò credente, vorrei reincarnarmi in Papa Francesco”

- Davide Giancristofaro Alberti

Tanti gli argomenti trattati da Paolo Belli negli studi di Ciao Maschio, parlando con Nunzia De Girolamo: la fede, la sua insicurezza, la fragilità, la moglie e…

paolo belli ciao maschio rai 2021 640x300
Paolo Belli (Ciao Maschio)

Il cantautore Paolo Belli, volto noto di casa Rai Uno, è stato ospite ieri sera negli studi di Ciao Maschio, programma del primo canale condotto da Nunzia De Girolamo. Il musicista modenese si definisce cervellotico: “Il mio grosso difetto – esordisce – ci convivo da sempre e ci sto malissimo, mi faccio ogni volta mille domande, ho questo grandissimo contrasto con me stesso. Ho la fortuna di avere mia moglie, compagna da 41 anni, che è la persona che invece mi rende tutto facile, tranquillo. Devo dirti la verità sono in pace con me stesso quando sono sul palco, tanto è vero che quando sono a casa e mi riguardo mi dico ‘Non sono mica io quello lì, guarda come è tranquillo’”.

“Sono molto insicuro – ha proseguito – ma farmi tutte queste domande mi ha fatto arrivare dove sono. Sono conscio di essere ignorante quindi mi preparo, studio, faccio gavetta, ascolto gli altri, ho la fortuna di avere attorno a me sempre persone giuste, mia moglie, i tecnici Rai, Milly Carlucci, i miei musicisti, persone che mi consigliano bene, ho capito che farmi tutte queste domande mi serve. Sono bravo a tagliare i rami secchi e a tenere vicino a me le persone che mi aiutano a soffrire il meno possibile”.

PAOLO BELLI: “IO SONO GENEROSO PERCHE’ LA MIA VITA E’ IL MIO SOGNO”

Paolo Belli è cervellotico ma anche molto generoso: “Io sono un privilegiato, nella vita sognavo di avere tutto questo, vengo da un paesino lontanissimo dallo show, avevo i buchi nelle scarpe, camminavano strisciando i piedi perchè non volevo che la gente vedesse. Da bimbo sognavo di fare tutto questo, desideravo di fare lo show il sabato sera su Rai Uno. Io scendo in pista mezz’ora prima e mi dico che fortuna che ho avuto nella vita. So che non è stato un caso, c’è la fortuna ma anche l’impegno, la gavetta, lo studio, attorniarsi di belle persone che ti aiutano, sono consapevole, non di essere privilegiato ma di più, quindi questa cosa la devo dare gli altri, so che ci sono più persone brave di me, più meritorie di me, anche persone che non hanno salute, io sto bene da sempre. e poi più lo faccio e più sto bene. Se trovo un ingeneroso? Comincio a farmi mille domande, però poi sono capace di tagliare i rami sacchi. Ma non per me, quando mi accorgo che sta facendo male al mio microcosmo, famiglia, lavoro, musicisti, non permetto a nessuno di rovinarlo”. Sull’amore: “In amore sono generoso, ho una fortuna meravigliosa, ho incontrato una donna che mi ha dato mi da e mi darà tutto, ha sempre la parola giusta, abbiamo costruito una vita meravigliosa, siamo insieme da 41 anni. Lo diciamo sempre tutti e due, se non ci fosse stata lei io non avrei avuto questa fortuna, è il punto forte della mia vita e paradossalmente anche della mia carriera dove lei non mette mai becco, mi viene a vedere raramente agli spettacoli”.

PAOLO BELLI: “VI SPIEGO QUELLO CHE AVVIENE CON CAROLYN SMITH…

Ma Paolo Belli è anche fragile? “Con le persone con cui posso stare sereno mi lascio andare, non nascondo nulla. Quando ho debolezze se ne accorgono subito non riesco a trattenerlo. Quando c’è stato il terremoto nella mia zona facevo il duro poi di nascosto andavo a tremare, a chi ha bisogno so che devo dare sicurezza ma con quelli che conosco bene mi lascio andare”. Quindi Paolo Belli ha raccontato uno dei suoi più grandi momenti di debolezza: “Abbiamo ospitato un bimbo dalla Bielorussia poi lo abbiamo adottato. Dovevamo ospitarlo per due mesi poi sarebbe dovuto tornare a casa, ho passato i giorni più belli della mia vita. Quando è partito ed è salito sul pullman, è come se mi avessero strappato una gamba. Poi ho smosso tutti i miei canali politici per riaverlo e siamo riusciti a rincontrarci, è stato davvero doloroso e non ho saputo controllarmi, mia moglie faceva l’uomo, ho dovuto fermare la macchina perchè non riuscivo più a guidare per disperazione”. Su Andrea Agnelli e Papa Francesco: “Vorrei diventare se avessi tanti soldi il presidente della Juventus, Andrea lo conosco, è il sogno che so che non si avvererà mai. Ho avuto la fortuna di chiacchierare con Papa Francesco, da uomo a uomo, abbiamo parlato di calcio ho capito la sua grandezza ancora di più, persona straordinaria ma anche proprio come uomo. lo volevo abbracciare. Vorrei rinascere Papa Francesco con la sua umanità”. Quindi ha ricevuto una telefonata dall’amica e giudice di Ballando, Carolyn Smith: “Io nasco ateo e morirò credente, sto avvicinandomi alla fine della mia vita in maniera fortemente credente perchè sono successe tutta una serie di cose che mi hanno fatto capire che esiste una energia sopra di noi incredibile e Carolyn è l’ennesima esperienza che mi fa capire che c’è qualcuno dall’alto. Quando scrivo le canzoni quando torno alla realtà dico che non l’ho mica scritto io, e capisci che è qualcuno che ha mosso tutto quanto, e con Carolyn succede la stessa cosa, io la guardo, capisco che c’è qualcosa e le porto ciò che lei ha bisogno, ma non sono io, è qualcuno che ha provveduto per me e anche per gli altri”. Paolo Belli si congeda così: “Quanto tempo resisto senza fare sesso? Massimo massimo un giorno. quando ci guardiamo negli occhi a volte ci sentiamo attratti carnalmente. Tacchi a spillo o piedi nudi? La prima. Io assolutamente preda e mia moglie è cacciatore”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA