Pronostico Inter Real Madrid/ Bedin: “Blancos in ricostruzione ma…” (esclusiva)

- int. Gianfranco Bedin

Pronostico Inter Real Madrid: intervista esclusiva con Gianfranco Bedin che fa il punto sulla partita che inaugura la Champions League dei nerazzurri, si gioca mercoledì 15 settembre.

Calhanoglu Lautaro Inter esultanza twitter 2021 2 640x300
Pronostico Inter Real Madrid, Champions League gruppo D (da Twitter)

PRONOSTICO INTER REAL MADRID: IL PUNTO DI GIANFRANCO BEDIN

Inter Real Madrid si gioca alle ore 21:00 di mercoledì 15 settembre: per la prima giornata di Champions League 2021-2022 torna un incrocio storico, giocato per 17 volte nelle coppe europee e che naturalmente fa tornare alla mente la grande finale di Coppa dei Campioni 1964, ma anche le due partite dello scorso anno con doppia vittoria dei blancos, determinante per sancire l’eliminazione nerazzurra. Ora però tante cose potrebbero essere cambiate: l’Inter ha saputo riprendersi da quella delusione internazionale vincendo lo scudetto dopo 11 anni, poi ha vissuto il doloroso addio di Antonio Conte ma in Simone Inzaghi ha trovato un allenatore che potrebbe ripercorrerne i successi.

Il Real Madrid dal canto suo ha salutato per la seconda volta Zinedine Zidane, e accolto un grande ritorno: quello di Carlo Ancelotti, vincitore della Decima (la Champions League del 2014) e che a Madrid aveva aperto un ciclo niente male, prima di cambiare aria. Siamo solo alla prima giornata del girone, ma la partita rischia di essere già importante; vedremo come andranno le cose a San Siro, ma intanto per un pronostico su Inter Real Madrid, e per fare un punto sui temi principali legati alla partita, IlSussidiario.net ha contattato in esclusiva l’ex nerazzurro Gianfranco Bedin.

Inter Real Madrid, che partita sarà? Una partita importante tra due squadre che hanno fatto la storia del calcio mondiale. Real Madrid e Inter hanno sempre fatto parte della storia dell’aristocrazia mondiale partecipando a momenti importanti della Champions League, vincendo diverse volte questa competizione.

Di questa storia ha fatto parte anche Bedin… Già: il Grande Real contro la Grande Inter. Quante partite, quanti incontri, il Real che vinse cinque volte la Coppa dei Campioni ma l’Inter lo sconfisse nel 1964: sono sempre state tante emozioni in queste partite contro di loro.

Parlando di attualità, Inter e Real Madrid si sono affrontate un anno fa: cosa c’è di diverso da allora? Il Real Madrid si sta ricostruendo, sta cercando di trovare una fisionomia, un’identità diversa. L’Inter ha vinto lo scudetto, è un Inter più sicura di se stessa: rispetto alle due sconfitte dell’anno scorso è sicuramente più matura, ha più esperienza e maggiori possibilità di qualificazione.

Dimarco sarà confermato nei 3 in difesa? Dipende da come starà Bastoni, ma se non recupererà potrebbe giocare veramente Dimarco, un prodotto del vivaio nerazzurro che si sta rivelando un ottimo giocatore.

L’esperienza di Ancelotti contro Simone Inzaghi: chi vede meglio tra i due? Ancelotti ha più esperienza, Simone Inzaghi è più fresco. Vengono da due culture calcistiche differenti, con diversi modi di intendere il calcio.

Il Real Madrid ha perso Sergio Ramos e Varane: quanto contano questi addii? Sono addii che contano molto, ma come detto prima ci stanno perchè il club sta provando a ricostruire. Nonostante questo, hanno appena vinto 5-2 in campionato e sono già in testa alla classifica…

Qual è il suo pronostico su Inter Real Madrid? Difficile farne uno: l’Inter non avrà neanche lo stadio pieno per questo confronto, avere San Siro al 100% della capienza sarebbe stato un fattore importante. Io però ci sarò: una classica del calcio come questa non si può perdere…

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA