Pronostico Milan Verona/ Novellino: partita combattuta ma con Ibra… (esclusiva)

- int. Walter Novellino

Pronostico Milan Verona: intervista esclusiva a Walter Novellino, alla vigilia della sfida per la 22^ giornata di Serie A, prevista a San Siro.

Ibrahimovic
Ibrahimovic calciomercato (Foto LaPresse)

Una partita che spesso ha deciso i campionati: oggi alle ore 15.00 si accenderà l’incontro tra Milan e Verona, valido per la 22^ giornata di Serie A. Ci attende una sfida emozionante, con due squadre in salute che sognano ambedue l’Europa. I rossoneri tornano a giocare in casa dopo aver conquistato l’accesso alle semifinali in Coppa Italia contro il Torino:  il Verona invece ha avuto la meglio sul Lecce nell’ultima giornata di Campionato. Incontro quindi equilibrato che vedrà il Milan cercare di aver meglio di un Hellas molto quadrato, molto forte nella fase difensiva, centrale del campo. Per presentare Milan Verona abbiamo sentito Walter Novellino: eccolo in questa intervista esclusiva a ilsussidiario.net.

Che partita sarà? Una bella partita, interessante, giocata probabilmente bene dalle due formazioni. Il Milan e l’Hellas stanno offrendo buon calcio. E proprio il Milan da quando è arrivato Ibrahimovic si è sbloccato e ha preso molta autostima.

Pioli potrebbe concedersi il tridente? Perchè no, è una eventualità che non escludo quella che Pioli schieri tre attaccanti contro la formazione di Juric.

Le sta piacendo il gioco del Milan? Mi sta piacendo ed è un Milan che sviluppa un gioco molto buono, di sostanza come abbiamo visto contro il Torino. Devo dire che sia il Milan che il Toro hanno dato luogo a un ottimo match in Coppa Italia.

Romagnoli uomo in più dei rossoneri? Sì perchè pur essendo giovane è già esperto. E’ bravo sia nella fase difensiva che nell’organizzazione del gioco.

L’Hellas può pensare in grande? L’Hellas innanzitutto deve pensare a salvarsi. Poi può fare un campionato di notevole valore. Del resto col Cagliari e il Parma è un po’ la sorpresa di questa stagione. 

Quanto è merito di Juric? Molto del resto lo stesso Juric come anche Gasperini si sta rivelando come uno dei tecnici più apprezzati anche per la capacità di introdurre sempre nuovi schemi di gioco nella sua squadra.

Di Carmine unica punta per i gialloblù col Milan? Credo che poi alla fine possa essere un Hellas ad un unica punta che possa vedere schierato lo stesso Di Carmine al centro dell’attacco.

Borini dall’inizio del match? E’ veloce, è un giocatore che può essere utile in questo senso all’Hellas contro i rossoneri.

Cosa le piace della formazione di Juric? Il suo centrocampo il punto di forza di questa squadra. E poi la scelta di puntare e far giocare molti giovani che si stanno disimpegnando nel miglior modo nell’Hellas.

Il suo pronostico su Milan Verona. Partita difficile per dare un pronostico. Il mio cuore dice Milan, ma mi piace anche l’Hellas, una squadra giovane, che punta molto al futuro.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA