BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA 1 LUGLIO/ Min. Salute: +21 morti, +182 nuovi contagi

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Italia oggi 1 luglio 2020, i dati del Min.Salute con Protezione Civile: +21 morti, 182 nuovi contagi, più di 400 guariti

bollettino coronavirus protezione civile
Protezione Civile, Angelo Borrelli (LaPresse, 2020)

Nell’ultimo bollettino Covid-Italia di questo primo giorno di luglio si conferma il trend visto negli ultimi giorni, con il lieve calo delle vittime (oggi 21, ieri erano stati 23) ma con l’aumento dei nuovi contagi (+182, martedì erano stati 142). I dati in arrivo dall’ormai consueto bollettino quotidiano Min.Salute e Protezione Civile mostrano che da inizio pandemia l’Italia ha subito 240.760 persone contagiate al coronavirus, anche se attualmente sono malati “attivi” solo 15.255 (-308 rispetto alle ultime 24 ore). I decessi nel nostro Paese salgono purtroppo fino a 34.788 persone scompare e positive al Covid, ma salgono ancora i guariti-dimessi (+469 sui 190.717). Lato ospedali, sono 1025 le persone ricoverate in reparti Covid, 87 le terapie intensive occupate in tutta Italia e 14.148 persone ancora in isolamento: dei nuovi contagi riscontrati nel bollettino, 109 arrivano dalla Lombardia (con 6 morti), 16 da Emilia Romagna, 15 dal Piemonte, 9 dal Lazio e dalla Campania, 5 dalla Liguria e 4 da Toscana e Friuli Venezia Giulia. Sono invece 7 le Regioni a zero contagi nelle ultime 24 ore (Basilicata, Molise, Calabria, Valle d’Aosta, Sardegna, Umbria, Puglia). (agg. di Niccolò Magnani)

I DATI DI IERI

Consueto appuntamento quotidiano con il bollettino della Protezione civile contenente i dati sull’epidemia di coronavirus. Anche oggi, mercoledì 1 luglio, spazio all’aggiornamenti con i nuovi casi, i nuovi guariti, e gli eventuali nuovi morti causa covid. Nella giornata di ieri i numeri sono tornati a salire, a conferma di quanto questo periodo sia decisamente altalenante. I nuovi contagi registrati sono stati infetti 142 contro i 126 del giorno precedente (numero comunque positivo), per un totale di 240.578 positivi dallo scorso 21 febbraio, giorno di inizio della pandemia. Cresce anche il numero delle vittime, 23 in 24 ore, contro le 22 di 48 ore fa, e le 6 di lunedì scorso. Il totale dei decessi causa covid è così stato aggiornato a quota 34.767. Un incremento di dati sensibili dovuto però, secondo gli esperti, ad una crescita dei tamponi, visto che nelle ultime 24 ore i test effettuati sono stati 48.273, contro i 27.218 del giorno precedente (totale tamponi 3.263.975). Infine, per quanto riguarda i guariti, sono 1.052 per un totale di 190.248.

PROTEZIONE CIVILE, BOLLETTINO CORONAVIRUS: LO STUDIO DI CRISANTI SUGLI ASINTOMATICI

Nella giornata di ieri è stato pubblicato uno studio molto interessante, supervisionato da Ilaria Dorigatti e da quello che è stato ribattezzato il “signore dei tamponi”, Andrea Crisanti dell’ospedale di Padova, circa il ruolo degli asintomatici nell’epidemia. «Il monitoraggio dell’infezione con tamponi esteso a tutta la popolazione – scrivono i medici che hanno partecipato allo studio – l’isolamento domiciliare per i positivi (inclusi asintomatici o paucisintomatici), il distanziamento sociale e l’uso di dispositivi di protezione individuale sono risultati altamente efficaci nel sopprimere la trasmissione di Sars-CoV-2». Ne emerge che più del 40% delle persone risultate positive al coronavirus, hanno sviluppato l’infezione in maniera asintomatica o paucisintomatica (in maniera lieve). Il ruolo degli asintomatici è sempre stato cruciale da quando è scoppiata la bomba covid, e più volte si è dibattuto sulla carica virale di questi ultimi, con i virologi che hanno esternato posizioni spesso contrastanti fra loro.

PROTEZIONE CIVILE, BOLLETTINO CORONAVIRUS 30 GIUGNO



© RIPRODUZIONE RISERVATA