Ribery, furto in casa/ Durante la partita di Parma: “Scioccato, mi sento vulnerabile”

- Claudio Franceschini

Franck Ribery, furto in casa: il campione della Fiorentina è stato vittima di un’irruzione forzata da parte dei ladri mentre stava giocando a Parma, e si è detto scioccato dall’accaduto.

Franck Ribery infortunio Parma Fiorentina lapresse 2020
Franck Ribery esce infortunato in Parma Fiorentina (Foto LaPresse)

Per Franck Ribery quella di domenica non è stata certamente la miglior serata della vita: il francese ha sì vinto con la sua Fiorentina in casa del Parma, ma a metà secondo tempo ha rimediato una botta alla caviglia (quella operata in inverno, e che lo ha tenuto a lungo lontano dai campi) e Beppe Iachini è stato costretto a sostituirlo. Rientrato a casa, sulle colline di Bagno a Ripoli, l’ex giocatore del Bayern Monaco ha poi scoperto di essere stato vittima di un furto: le conseguenze dell’intrusione forzata le ha mostrate lui stesso utilizzando le storie di Instagram, i Carabinieri intervenuti sul posto hanno constatato, come si legge su SportMediaset, che sono stati rubati orologi e monili in oro, con un importo che è ancora da quantificare. La reazione di Ribery è stata particolarmente sentita e vibrante: in un messaggio sempre affidato a Instagram, il numero 7 della Fiorentina ha detto di essere scioccato da quanto accaduto. “L’Italia è il Paese in cui ho scelto di continuar la mia carriera dopo tanti begli anni a Monaco” ha scritto il francese.

FRANCK RIBERY, FURTO IN CASA

Un preambolo che lascerebbe presagire come invece da noi le cose non siano uguali: Ribery ha detto come a sua moglie siano state rubate delle cose ma che non sia questo l’essenziale, quanto il fatto di sentirsi vulnerabile (ha utilizzato l’espressione francese “avere i pantaloni abbassati”). “Questo non lo accetto” ha scritto, aggiungendo che moglie e figli stanno bene (sono a Monaco) ma questo episodio fa venir meno la fiducia e la sicurezza. “Come potremo sentirci bene dopo quanto accaduto”. E poi, le parole che possono spaventare i tifosi della Fiorentina: Ribery afferma che “grazie a Dio” non rincorre i milioni ma un pallone, cioè la passione della sua vita, e ha aggiunto che “la famiglia sta davanti a tutto, e prenderemo le decisioni necessarie per il nostro benessere”. Una sorta di addio a Firenze e la Fiorentina? Possibile, anche se chiaramente è pacifico pensare, almeno come ipotesi, che il messaggio di Ribery sia stato dettato dalla più che giustificata rabbia del momento, e che poi il francese possa tornare sui propri passi constatando, eventualmente, che un furto possa succedere dappertutto.

Questi al momento sono i fatti, in ogni modo; tra le altre cose Franck Ribery – che ha segnato 3 gol in questo campionato – potrebbe non essere nemmeno a disposizione di Beppe Iachini per la sfida che i viola giocheranno mercoledì contro il Cagliari. L’allenatore della Fiorentina ha detto che il transalpino sarebbe stato da valutare alla ripartenza degli allenamenti e che “i grandi giocatori hanno recuperi eccezionali”, sicuramente però la botta ricevuta nel corso della partita contro il Parma tiene in apprensione i gigliati che, tornati alla vittoria, vogliono definitivamente allontanarsi dalla zona calda della classifica e migliorare quanto possibile un percorso che ancora una volta è stato complicato e poco in linea con le aspettative. Per quanto riguarda la conferma di Ribery nella prossima versione della squadra, anche noi siamo costretti ad aspettare ma il francese prenderà appunto le sue decisioni, e il campo potrebbe essere l’ultimo dei problemi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA