Risultati Serie A, classifica/ Diretta gol live score: Juventus-Napoli da pazzi, 4-3!

- Claudio Franceschini

Risultati Serie A, classifica, diretta gol live score: vittoria della Juventus per 4 a 3 ma il Napoli si butta via da solo

Cristiano Ronaldo Juventus Parma lapresse 2019
Juventus, Cristiano Ronaldo (Foto LaPresse)

E’ terminato in maniera a dir poco clamorosa il big match in programma questa sera fra Juventus e Napoli. Alla fine ha trionfato il club bianconero ma con il brivido, e rischiando praticamente di farsi male da solo dopo essere andato in vantaggio addirittura di tre reti. Sembrava tutto facile per la compagine allenata di Maurizio Sarri quando Cristiano Ronaldo ha messo la firma sulla terza rete della gara, ma ad un certo punto la squadra di Carlo Ancelotti si è svegliata, e spinta dall’orgoglio ha trovato il gol con Manolas. Quindi il tre a due del nuovo arrivato Hirving Lozano nel giro di tre minuti, e la gara che prende una nuova inerzia, con gli azzurri che fanno la partita e con la Vecchia Signora che invece non ha più energie e sembra aver staccato la spina. E il preludio a quello che succederà di lì a poco, con il Napoli che trova il clamoroso tre a tre con un altro nuovo acquisto, Di Lorenzo, che ammutolisce lo Stadium. Ma non è ancora finita perché il finale di Juventus-Napoli sarà epico o tragico a secondo da che punto lo si guardi: allo scadere, Koulibaly, quello che aveva regalato un’immensa gioia ai tifosi partenopei due anni fa proprio a Torino, incappa in un clamoroso autogol, fissando il match sul 4 a 3 finale per la Juventus, ma che partita! (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

RISULTATI SERIE A, CLASSIFICA, DIRETTA GOL LIVE SCORE

Al termine del primo tempo di Juventus-Napoli il risultato sorrideva ai bianconeri che vincevano 2 a 0 e pensavano già al primo vantaggio in classifica di Serie A. La prima occasione è capitata al Napoli al 14, con Allan che riceve dal limite da Insigne e la sposta sul destro per calciare, ma Szczesny si salva in corner. La Juventus però trova il vantaggio dopo due minuti. Esce dal campo De Sciglio per infortunio muscolare, entra Danilo che segna in contropiede. Deve solo spingere la palla di Douglas Costa in rete. Il raddoppio al 19′ con Higuain che in mezzo all’area si gira lasciando sul posto Koulibaly con uno scavato e poi la mette all’incrocio col destro. Un gol stupendo della Juventus, che al 33′ viene fermata dalla traversa. Khedira al limita calcia col destro, ma trova il legno. La palla si ferma prima della linea, fortunato anche in questo caso caso il portiere del Napoli. La squadra di Carlo Ancelotti, tramortita dai due gol bianconeri, deve reagire nel secondo tempo. Cambia tutto nel secondo tempo, col tris bianconero e la rimonta del Napoli, che ha raggiunto i bianconeri sul 3 a 3. (agg. di Silvana Palazzo)

MILAN VINCENTE CONTRO IL BRESCIA

Il quadro dei risultati Serie A si arricchisce con la prima vittoria del Milan nel nuovo campionato. I rossoneri infatti si sono imposti per 1-0 allo stadio Giuseppe Meazza di San Siro nel derby lombardo con il neopromosso Brescia, sconfitto grazie al gol segnato già al 12′ minuto di gioco da Hakan Calhanoglu. Il risultato poi non è più cambiato e di conseguenza ecco che in classifica arrivano i primi tre punti per il nuovo Milan di Marco Giampaolo, che domenica scorsa era partito malissimo con una sconfitta ad Udine senza nemmeno un tiro in porta in tutta la partita. Il Brescia invece aveva vinto a Cagliari, ma alle Rondinelle oggi non è riuscito il secondo colpaccio esterno consecutivo, che avrebbe fatto la storia. Adesso però concentriamo la nostra attenzione sull’Allianz Stadium: alle ore 20.45 comincia Juventus Napoli, il primo big-match della nuova stagione. Lo spettacolo può ricominciare!  (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI GIOCA A SAN SIRO

Siamo finalmente arrivati al via di Milan Brescia, il primo dei risultati di Serie A attesi per gli anticipi della seconda giornata. Le rondinelle arrivano a San Siro forte della vittoria di Cagliari: un successo che nel massimo campionato era atteso addirittura dal 2 aprile 2011, giorno di un 3-1 al Bologna che non era servito per evitare una retrocessione scritta da tempo. Anche Eugenio Corini però non festeggiava da tempo i tre punti in Serie A, anche se per lui l’attesa è stata decisamente più breve: il 18 dicembre 2016 il suo Palermo aveva espugnato Marassi (contro il Genoa) con un pirotecnico 4-3, unica vittoria in un’esperienza chiusa con 4 punti in sette partite. Dunque per entrambi il ritorno nella massima categoria del calcio italiano è stato ampiamente positivo: adesso si tratta di continuare in questo modo nella speranza di arrivare a centrare l’obiettivo della salvezza, a San Siro non sarà affatto semplice ma il Brescia visto alla Sardegna Arena ha le carte in regola per fare risultato contro il Milan nella versione Dacia Arena. Dunque mettiamoci comodi e lasciamo che a parlare sia il campo: finalmente si gioca! (agg. di Claudio Franceschini)

GIAMPAOLO E IL BRESCIA

Il primo dei risultati di Serie A atteso per gli anticipi della seconda giornata arriverà da San Siro: Maurizio Sarri è un grande ex di questa sfida ma anche Marco Giampaolo sfida oggi una sua vecchia squadra. Quello legato al Brescia è un periodo che forse il nativo di Bellinzona vorrebbe dimenticare: di fatto durò poco meno di due mesi: la vicenda fu particolarmente interessante perchè, dopo aver perso in casa contro il Crotone una partita in cui alcuni tifosi avevano inneggiato ad Alessandro Calori (il suo predecessore), il tecnico aveva fatto addirittura perdere le sue tracce ritirandosi nella sua casa al mare, a Giulianova. Dopo cinque giorni tornò a parlare rassegnando le sue dimissioni: disse che gli obiettivi della società non erano più in linea con quanto pattuito ma la verità era un’altra. Quale? Come vice, Giampaolo aveva scelto Fabio Gallo che otto anni prima aveva accettato la proposta dell’Atalanta per salire in Serie A, abbandonando il Brescia in Serie B. Colpa imperdonabile per gli ultras delle rondinelle, che infatti avevano immediatamente intimato al secondo allenatore di fare le valigie; a Giampaolo la cosa non era comprensibilmente andata giù… (agg. di Claudio Franceschini)

SARRI E IL NAPOLI

Guardando ai risultati di Serie A per gli anticipi della 2^ giornata, spicca ovviamente l’incrocio tra Maurizio Sarri e il Napoli: non è ancora certo se l’allenatore della Juventus sarà in panchina dopo aver saltato la trasferta di Parma ma, se anche dovesse lasciare l’incarico a Giovanni Martusciello per guarire del tutto dalla polmonite, sarà lui il condottiero dei campioni d’Italia. Per due stagioni Sarri ha sfiorato lo scudetto contendendolo ai bianconeri, in particolare nel 2018 quando è andato a vincere all’Allianz Stadium: nelle tre stagioni con i partenopei ha battuto in ogni singola occasione il record di punti in Serie A del club, attestandosi ai 91 che hanno rappresentato la fine del suo operato. A Napoli la sua firma con la Juventus è stata considerata un tradimento dalla maggior parte dei tifosi e degli addetti ai lavori; lo stesso Lorenzo Insigne non ha speso parole splendide nei confronti del suo ex allenatore, adesso Sarri è chiamato a un compito davvero complicato perchè, proprio visto il suo passato e considerata la storia recente della Juventus, dovrà dimostrare di saper essere vincete in bianconero senza rinunciare al calcio spettacolare visto nel triennio partenopeo. (agg. di Claudio Franceschini)

LE PARTITE DI OGGI

Nella seconda giornata del campionato, i risultati di Serie A che riguardano sabato 31 agosto sono ancora una volta scintillanti: si parte alle ore 18:00 con Milan-Brescia, ma il piatto forte è quello delle ore 20:45 quando all’Allianz Stadium andrà in scena Juventus-Napoli. La grande sfida per lo scudetto, almeno sulla carta, arriva presto: in nessun modo potrà essere decisiva nè dare indicazioni circa il futuro a breve termine delle due squadre, perchè alla fine di agosto si parla di cantieri aperti e soprattutto di un calciomercato estivo che deve ancora serrare i battenti. Sia come sia, sarà già importante il risultato che maturerà visto che la squadra eventualmente vincente prenderebbe già vantaggio in classifica, e il Napoli otterrebbe una vittoria esterna che sarebbe preziosa soprattutto sotto il profilo psicologico; a San Siro invece il Milan dovrà subito riscattare il passo falso dell’esordio, rappresentato dalla sconfitta di Udine. Vediamo dunque come andranno le cose oggi, siamo pronti a vivere questi risultati di Serie A per gli anticipi della seconda giornata.

RISULTATI SERIE A: IL BIG MATCH

Ovviamente tutte le attenzioni sui risultati di Serie A di oggi riguardano Juventus-Napoli: bianconeri e partenopei hanno vinto una settimana fa e lo hanno fatto in trasferta, dunque è la squadra di Carlo Ancelotti a giocare fuori casa per il secondo turno consecutivo. Uscire imbattuto dalle due partite, soprattutto considerati gli avversari, sarebbe già un bel traguardo per una squadra che da oggi potrà schierare anche l’ultimo arrivato Hirving Lozano e che adesso ha una potenza offensiva non indifferente ma deve sistemare qualcosa nella sua fase difensiva. Dal canto suo la Juventus ha iniziato nella maniera consueta, ovvero blindando la sua porta; contro il Parma non sono arrivati gol incassati e nel secondo tempo i campioni d’Italia non hanno concesso alcun tiro in porta ai ducali. Resta da migliorare la chiusura delle partite, un difetto nel quale la Juventus cadeva spesso ai tempi di Massimiliano Allegri e che la gestione di Maurizio Sarri sembra per adesso avere ereditato; ci sono anche tanti punti di domanda circa le squadre che verranno schierate in campo all’Allianz Stadium, non ci resta che aspettare…

RISULTATI SERIE A, 2^ GIORNATA

FINALE Milan-Brescia 1-0 – 12′ Calhanoglu (M)
FINALE Juventus-Napoli 4-3 – 16′ Danilo (J), 19′ Higuain (J), 62′ Ronaldo (J), 66′ Manolas (N), 68′ Lozano (N), 81′ Di Lorenzo (N), 92′ Koulibaly (AU)

 

CLASSIFICA SERIE A

Juventus* 6
Bologna* 4
Inter, Lazio, Napoli*, Atalanta, Torino, Brescia*, Udinese, Milan* 3
Genoa, Roma, Verona 1
Fiorentina, Spal*, Sassuolo, Cagliari, Parma, Sampdoria, Lecce 0

*Una partita in più

© RIPRODUZIONE RISERVATA