Roberta Nigro difende fidanzato Walter Nudo/ “Ti hanno detto che sei da TSO ma…”

- Emanuela Longo

Roberta Nigro, la fidanzata di Walter Nudo, prende le sue difese dopo il polverone sollevato dalla lista degli integratori: “Parole fanno male”

Walter Nudo e Roberta Nigro
Walter Nudo in compagnia di Roberta Nigro

Roberta Nigro, fidanzata di Walter Nudo, nelle ultime ore è intervenuta con un lungo post su Instagram dedicando delle parole molto importanti all’uomo al quale è legata sentimentalmente. Nella didascalia ad un bellissimo dipinto della coppia, la donna ha rivolto un grazie speciale proprio al fidanzato, “per non avermi mai insultata, per aver saputo sempre mantenere la calma durante una discussione, per essersi preso cura di NOI quando il Covid ci ha messi alla prova, per la buona fede che ci mette ad aiutare le persone anche lontano dai social, per l’amore che hai per la natura, gli animali, le persone e grazie per aver sempre saputo usare le parole”.

A proposito delle parole, dopo aver elencato tutte le caratteristiche ed i motivi per i quali dover dire grazie a Walter Nudo, Roberta Nigro ha anche aggiunto: “Le parole sono armi e sanno fare male”. A quanto pare, la dipendente Mediaset sa bene quanto le parole, se usate nel modo sbagliato, possano non solo ferite ma anche contribuire a lasciare dolorante una cicatrice anche dopo molti anni.

Roberta Nigro difende Walter Nudo dopo le polemiche

Negli ultimi giorni Walter Nudo è stato ampiamente criticato per aver condiviso su Instagram e Facebook, durante la sua quarantena, dopo essere stato contagiato dal Covid insieme alla compagna Roberta Nigro, la lista degli integratori accostati all’idea di guarigione dal virus. Questo ha scatenato un’ondata di critiche e insulti diretti all’ex concorrente di reality. “Ha fatto più male a me sentir dire che sei da TSO e c’è un perché molto profondo”, ha commentato la fidanzata, prima di svelare un aneddoto della sua vita privata.

Roberta ha raccontato così un episodio relativo alla sua infanzia: “Quando io e mia sorella eravamo piccole i vicini di casa ci insultavano “malate mentali” perché avevano saputo che mio padre quando era giovane aveva avuto un brutto incidente e picchiando la testa era stato ricoverato in quei luoghi che nessuno sa…”, ha spiegato. Quei luoghi di cui parla la Nigro, sono esattamente “Dove ti bombardano di medicine, ti legano con la camicia di forza e non ne vieni più fuori”. Ecco allora che, tornando alle polemiche che hanno riguardato Walter, Roberta ha proseguito: “Grazie all’integratore che mia madre aveva nel cuore “amore , tanto amore” mio papà si è salvato e ha insegnato a me e ai miei fratelli di perdonare loro perché non sanno quello che dicono”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Roberta Nigro (@start__sorriso)







© RIPRODUZIONE RISERVATA