Roberto Alessi “Attacchi di Saviano? Gossip è democrazia”/ “Quel dolore per Al Bano…”

- Silvana Palazzo

Roberto Alessi replica agli attacchi di Saviano: “Gossip è prima forma democrazia”. Poi svela retroscena sullo scoop su Al Bano e Romina: “Per quel dolore mi andai a confessare…”

roberto alessi 2016 lapresse 640x300
Roberto Alessi (Foto: LaPresse)

Di solito è lui a incalzare con le domande, ma stavolta Roberto Alessi è dall’altra parte, dell’intervistato. Il direttore di Novella 2000 e direttore editoriale di Visto si è raccontato a Mow, confermando quell’eleganza che caratterizza il suo modo di intendere il giornalismo. Ad esempio, ha risposto per le rime, ma comunque con garbo, a Roberto Saviano che nel suo ultimo libro (“Gridalo”), si è scagliato contro il mondo del gossip, parlando addirittura di squadrismo. «Lo scrittore dovrebbe sapere che si tratta invece della prima forma di democrazia. ‘Il re è nudo!’ gli ricorda qualcosa?». Quindi, gli suggerisce un po’ di prudenza: «Lui stesso lavora per giornali che utilizzano il gossip a piene mani, compresi i quotidiani. In questo caso, però, se ne guarda bene dal dire che fanno schifo». Peraltro, si tratta di un settore in continua evoluzione. Infatti, lo stesso Novella 2000 non si presenta solo in forma cartacea, ma anche con un sito che raccoglie milioni di visualizzazioni.

«Bisogna distinguere tra chi fa vera informazione, cioè non filtrata dagli uffici stampa e chi invece è appunto influenzato da questi ultimi», l’altra stoccata di Roberto Alessi, in questo caso ai colleghi. Con una importante precisazione: «Alla fine la verità viene sempre fuori in un secondo momento, quindi sui giornali. Perché le notizie vanno verificate». Quando si parla di gossip si pensa ad un giornalismo superficiale, ma la realtà è un’altra: «A differenza di quello che dicono alcuni, il gossip, soprattutto per quanto riguarda Novella 2000, è sempre stato molto più attento di quel che si potesse immaginare».

NOVELLA 2000 SI EVOLGE E IL RILANCIO DI VISTO

Quando parla del settore nell’intervista a Mow, Roberto Alessi lo fa con l’orgoglio di chi è riuscito a stare al passo coi tempi, come dimostra l’attenzione anche alla parte digital con cui integrano l’informazione cartacea. A tal proposito, ha ricordato anche il rilancio di Visto che vede noi de IlSussidiario.net coinvolti: «È ricco di varie rubriche con collaboratori illustri, come altri tre direttori che scrivono per noi, che sono Don Aldo Buonaiuto, dirigente vaticano e direttore di Interris, Cristiana Schieppati direttrice di Chi è Chi della moda e Luca Raimondi direttore del Sussidiario insieme al suo caporedattore Vittorio Crippa». Inoltre, gli stessi vip sono coinvolti: su Novella 2000, ad esempio, Mara Venier ha firmato un pezzo di copertina, Lino Banfi ne ha scritto uno su Orietta Berti, mentre Vittorio Feltri ha una rubrica. Un tema delicato è invece quello della gestione dei documenti scottanti: «È ovvio che da giornalista sono contro ogni tipo di censura, però mi sono imposto tre tabù sulle notizie: se riguardano bambini, malattie o anziani. Se queste ledono una di queste tre categorie, io non le tengo neanche in considerazione in maniera molto ferrea. Così come quelle troppo volgari».

LA CONFESSIONE DOPO LO SCOOP SU AL BANO E ROMINA

Se si parla di materiale scottante, allora bisogna fare riferimento anche al sexting, con cui si intende l’invio di messaggi e immagini sessualmente espliciti. «Ci arriva davvero di tutto. Devo dire che i più attivi sono i calciatori. Non so cosa hanno nella testa, ma quello che hanno nelle mutande lo vedo… il problema è che le simpatiche signorine a cui inviano queste cose poi le girano a Novella 2000». Ma questo materiale non si può pubblicare. «Rischiamo noi stessi di incappare nel reato di revenge porn», ha spiegato il direttore di Novella 2000 e Visto nell’intervista a Mow, chiarendo che questo è il motivo per cui si dice spesso ‘no’ ancor prima di valutare il materiale. Considerato come colui che conosce i segreti intimi di mezza Italia, Alessi ha ammesso che si è trovato in difficoltà quando Al Bano Carrisi si è separato da Romina Power. «L’ho saputo e l’ho pubblicato in esclusiva. Poco dopo, lui mi ha chiamato tenendomi al telefono per due ore, dicendomi in sintesi: “Se volevi sottolineare che la mia vita è una merda in questo periodo è vero, però mi hai dato una pugnalata terribile perché ho anche perso da poco una figlia”. In quel momento mi sono sentito malissimo». Un dolore per il quale si è confessato.

GLI SCOOP E IL GOSSIP PIÙ RECENTE

Il momento migliore della sua carriera per Roberto Alessi è stato invece quando ha pubblicato la notizia della relazione segreta tra Gianfranco Fini, allora segretario di Alleanza Nazionale, ed Elisabetta Tulliani, che era incinta di 7-8 mesi. All’epoca Fini, che era sposato con Daniela Di Sotto, era in vista per la possibile fusione con Forza Italia di Silvio Berlusconi. Entrambi smentirono, ma lui pubblicò la notizia pur chiarendo questo particolare. Nessuno riprese la notizia, tranne Antonio Ricci su Striscia la notizia, secondo il quale è proprio grazie a questa vicenda che nacque il Pdl. «In pratica Berlusconi, per timore che potesse andare a vuoto la fusione tra Forza Italia e An, decise di annunciarla ancora prima che Fini accettasse. Il Pdl quindi lo avremmo fondato io e Antonio Ricci. Ma magari abbiamo soltanto anticipato di qualche settimana ciò che era inevitabile», ha raccontato a Mow. Riguardo Valentino Rossi, ha sottolineato che «ha preferito il cuore ai soldi, decidendo di ritirarsi visto che diventerà papà di una bambina insieme a Francesca Sofia Novello». Su Elisabetta Canalis e Maddalena Corvaglia, invece, ha spiegato che «non si parlano più per questioni finanziarie». Ma si è parlato anche del ritorno di fiamma tra Flavio Briatore ed Elisabetta Gregoraci, che Roberto Alessi conosce bene. «Lui esclude nella maniera più assoluta che possano tornare insieme. Io penso che non ci sia mai stato un allontanamento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA