ROSSELLA, MOGLIE DI IVANO MICHETTI/ “Sempre in contatto psicologico con lui”

- Alessandro Nidi

Rossella, moglie di Ivano Michetti, ha rivestito un ruolo fondamentale nel percorso di riabilitazione del marito Ivano Michetti

Ivano Michetti dei Cugini di Campagna
Ivano Michetti dei Cugini di Campagna

Rossella, la moglie di Ivano Michetti dei Cugini di Campagna, ha raccontato ciò che ha vissuto nel corso della loro ospitata a Domenica Live: “Sono sempre stata da sola, ero sempre in contatto psicologico con lui perchè pensavo che stesse soffrendo ed ero sempre con il telefonino in mano”, ha ammesso. La donna lo ha sempre sostenuto con il sorriso, ha spiegato oggi, ospite insieme al marito di Barbara d’Urso. Lei lo sosteneva e gli ha giurato, dopo il risveglio dal coma: “Lui non capiva completamente ed io gli ho giurato che sarebbe tornato come prima, e ci credevo”, e così è stato.

La donna non ha mai lasciato solo per un istante il marito ed anzi lo attendeva giù, fuori dall’ospedale, anche quanto non era possibile accedere nella struttura per via delle misure anti-Covid. Marito e moglie si vedevano solo da un vetro, a distanza, fino al ritorno a casa di Ivano, cinque mesi dopo il ricovero. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

ROSSELLA, LA MOGLIE DI IVANO MICHETTI E LA SUA VICINANZA AL MARITO

Rossella è la moglie di Ivano Michetti, storico volto dei Cugini di campagna che lo scorso 23 settembre è stato colpito da un ictus, subendo successivamente una delicata operazione chirurgica e restando in coma per quindici giorni. Un periodo davvero difficile non soltanto per lo sfortunato artista, ma anche per la sua dolce metà, che nelle scorse settimane aveva scelto di raccontare il dramma vissuto nello studio televisivo di Barbara D’Urso, dichiarando: “Ho trovato Ivano a bordo del letto, era cosciente a tratti, non riusciva a parlare e mi ha fatto un cenno, mi ha fatto capire che qualcosa non andava”.

Un momento terribile, che ha ripercorso non soltanto in televisione, ma anche sulle colonne del settimanale “Oggi”, sulle quali ha dichiarato: “Piangere? Per carità. Ero certa che ne sarebbe uscito. Il momento più brutto è stato quando è caduto e ho capito che era una cosa gravissima. Ho sognato per tantissimo tempo di poter tornare alla vita di tutti i giorni, le nostre chiacchierate, certo anche gli abbracci ma con un po’ di paura, Ivano è ancora delicato”.

ROSSELLA, MOGLIE IVANO MICHETTI. LUI: “MI SORRIDEVA E IO ACQUISIVO SERENITÀ”

Rossella, moglie di Ivano Michetti, ha rivestito un ruolo fondamentale nel lento e faticoso percorso di ripresa che l’artista ha dovuto affrontare, come ha raccontato egli stesso a “Oggi”: “Il primo ricordo di quando mi sono svegliato? Mia moglie. Non l’ho mai vista piangere. Lei mi sorrideva e io acquisivo serenità, mi dicevo: ‘Se sorride, va tutto bene’. Poi, mi ha raccontato che era tutta una finzione”. A proposito del malore che ha colto uno dei volti più celebri dei Cugini di campagna, la stessa Rossella Michetti, davanti alle telecamere di Barbara D’Urso, aveva fornito ulteriori dettagli: “È successo tutto una notte, speravamo fosse una cosa lieve, invece ci siamo accorti che era un ictus. Non arrivavo mai a pensare una cosa simile… Lui era incosciente ma cosciente, capiva e non capiva. Gli sono andata vicino, ma lui non mi ha risposto, con la mano si è fatto una carezza al braccio, ho chiamato subito i soccorsi, che sono arrivati dopo circa un’ora. Ho capito che, purtroppo, era una cosa grave”. Fortunatamente, ora, l’uomo ha ripreso a camminare e anche a suonare, a conferma di come le sue condizioni, seppure la riabilitazione prosegua e rappresenti un appuntamento da osservare tre volte a settimana, siano in grande miglioramento.



© RIPRODUZIONE RISERVATA