Sandra Milo/ Piange: “per riavere mia figlia minacciai di buttarmi…” (Domenica in)

- Emanuele Ambrosio

Sandra Milo ricorda a Domenica In i 44 processi per riavere la sua primogenita Debora. “Andai alla Cancelleria e minacciai di buttarmi…”

sandra milo 640x300
Sandra Milo

A un certo punto della sua vita, Sandra Milo è stata costretta a dire no a Federico Fellini rinunciando così alla sua carriera da attrice: “Avevo lasciato il cinema per i figli, il Tribunale dei Minori, se no, non mi affidava la mia figlia più grande, che era Debora. Quanto ho lottato per riaverla? 44 processi – spiega l’attrice, che non rinuncia a una piccola battutina – ho battuto Berlusconi! Tra l’altro – aggiunge la Milo a Domenica in – io sono l’unico caso in cui la Chiesa, dopo aver concesso la nullità di nozze, l’ha ritirata indietro e ha rifatto il processo. Io ero già incinta di Azzurra, era il terzo figlio, e avevo paura di perdere la maternità sui tutti i figli. Allora – dice la Milo – ricordo che andai dal Cardinale Staffa, che allora era il capo supremo della Cancelleria […] la cancelleria è il tribunale supremo della Chiesa. Gli dissi ‘Cardinale, io sono disperata, ho paura di perdere i miei figli, glielo dico perché lo faccio veramente, appena il Papa esce dal Vaticano mi butto sotto la macchina del Papa, e lui mi dirà ‘figliola perché l’ha i fatto’ e io gli dirò ‘non ce la faccio più’ […]’. Allora lui che era una persona meravigliosa mi disse ‘figliola – ricorda l’attrice – confidi nella provvidenza’ e finalmente tolse il processo alla Sacra Rota, che lo portò alla Cancelleria, che confermò la prima sentenza del vicariato, di nullità di nozze”. (Agg. di Fabiola Iuliano)

Sandra Milo: “Vittorio Gassman? Mi ha mollato uno schiaffone che…”

Sandra Milo, a Domenica In nei panni della Befana, entra in studio determinata a donare dolci doni e cantare con i 50 bambini del “Coro dolci note”. “Cara Befana -dice Mara Venier dandole il benvenuto nel suo studio -sono felice di vederti serena, in forma, so che hai avuto qualche problemino”. Subito dopo, però, si passa all’intervista di rito, che si apre con i ricordo della Milo di Marcello Mastroianni: “era fantastico – ricorda la Milo – era un uomo che aveva una grandissima cultura, una grande intelligenza, una grande capacità di relazionarsi con gli altri. Tutti – spiega Sandra Milo – si trovavano sempre a proprio agio con lui. Però gli piaceva tanto mangiare, era capace di viaggiare chilometri e chilometri per mangiare una pasta e fagioli fatta bene, era meraviglioso. Era uno che amava tanto la vita ed era amatissimo dalle donne, ma quante donne ho viste piangere per lui! Donne importanti”. Sandra Milo parla poi dei suoi colleghi: “Erano tutti attori fantastici, straordinari, era facile amarli, non è detto che li amassi sessualmente, li amavo col cuore. Quello che amavo meno di tutti – ricorda la Milo – era Vittorio Gassman, perché mi ha mollato uno schiaffone terribile, per questioni sceniche, però secondo me poteva anche andarci più leggero”. (Agg. di Fabiola Iuliano)

“Ho avuto una fortuna che non meritavo”

Sandra Milo ospite di Domenica In, il contenitore televisivo di successo condotto da Mara Venier su Rai1. L’attrice ed icona del cinema italiano torna nuovamente dalla zia Mara per raccontarsi a cuore aperto tra vita professionale e privata. Recentemente la Milo era stata ospite del programma di successo della domenica di Raiuno rivelando alcuni dettagli finora inediti sulla sua vita. “Ogni volta che mi riguardo penso ma chi è quella? Ero io? Sono sempre stata proiettata nel presente. Né nel futuro, né nel passato. Sono molto presa a vivere la vita adesso, a non lasciarmi sfuggire niente. Per me sono sempre stati importanti i sentimenti. Ero sempre pronta a scappare, a lasciare il lavoro, in favore di queste cose. In effetti ho avuto una fortuna che forse non meritavo, lavoro più adesso che sono vecchia, forse perché non inseguo più l’amore come quando ero giovane” ha detto la Milo che ha anche parlato del rapporto d’amore condiviso con il regista Federico Fellini. Un rapporto importante che la Milo ha deciso di chiudere proprio quando il regista de “La dolce vita” le aveva proposto di uscire allo scoperto.

Sandra Milo e Federico Fellini: “siamo stati insieme per 17 anni”

La storia d’amore tra Sandra Milo e Federico Fellini è stata una delle più chiacchierate di sempre. Un lungo amore durato 17 anni e terminato quando il regista ha proposto all’attrice e sex symbol di vivere la propria relazione alla luce del sole: “quando lui mi ha detto ‘Basta essere amanti, voglio stare con te’ io non ho accettato. Noi eravamo stati insieme per 17 anni. Una storia clandestina, un amore fantastico che aveva sempre escluso problemi perché era solo la bellezza e l’emozione di incontrarsi. Ho pensato: ‘Se quest’amore così fantastico e un po’ irreale, lo trasformo in qualcosa di normale, dove lui può dirmi ‘Che ci hai messo in questo sugo?’ o ‘Spendi troppo’ o ‘Sei ingrassata’, io ci rimango male’. Volevo conservare l’amore straordinario che è ancora dentro me e mi dà forza e felicità, dovevo lasciarlo così com’era, senza banalizzarlo con una storia di vita in comune. Ho preferito chiuderlo nel momento più bello ed è rimasto così”. Fellini, infatti, era sposato con Giulietta Masina, donna per cui la Milo ha sempre avuto una grandissima stima: “volevo molto bene a Giulietta. Era una donna fantastica, intelligente, curiosa, piena di fantasia e molto generosa. Se mi sentivo a disagio con lei? Ma no, condividevamo amore. Era un amore condiviso. Lei lo amava molto e anch’io. Quando si ha un uomo come Federico, è impossibile pensare di tenerlo solo per sé”. 

Sandra Milo fidanzato: “ci vediamo ogni tanto”

Oggi Sandra Milo ha un nuovo amore. Si tratta del fidanzato Alessandro Rorato, un uomo che vive in Veneto. A Domenica In l’attrice ha raccontato: “dice sempre delle cose così carine. Quando lo sento la mattina, mi dice ‘Stanotte ti ho pensato’. È un grandissimo lavoratore. Ci vediamo ogni tanto. Non ho il coinvolgimento dei sensi, tutto ha un limite, però mi piace perché se mi fanno male i piedi mi toglie le scarpe, ma non lo fa come si fa a una nonna ma con grazia e garbo. Ho un sacco di ragazzotti che mi ronzano intorno, ma ho il terrore che lo facciano per fregarmi la borsa”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA