SARRI ALLENATORE JUVENTUS/ Marino: “Dybala può essere riconfermato. Higuain…”

- Silvana Palazzo

Sarri nuovo allenatore della Juventus: è arrivato il lasciapassare del Chelsea. Entro mercoledì la firma sul contratto, incontro Blues-Lampard.

sarri_napoli_primopiano_lapresse_2017
Maurizio Sarri (LaPresse)

Maurizio Sarri-Juventus, atteso l’annuncio nei prossimi giorni: conto alla rovescia per l’addio al Chelsea, tifosi bianconeri in ansia. Intervistato da Radio Sportiva, Pierpaolo Marino ha commentato il futuro di Dybala: «Dipende dalla scelta del nuovo allenatore. Se arriverà Sarri, la riconferma potrebbe avere un senso, con un ruolo alla Mertens che con lui ha fatto grappoli di gol. Con altri allenatori bisognerà vedere». Prosegue Marino, parlando del futuro di Gonzalo Higuain: «Un eventuale cessione deve avere il placet di Sarri se sarà ufficialmente l’allenatore della Juve. Se la Juve fa delle scelte lo fa dal punto di vista tecnico e comportamentale. Il feeling tra Higuain e la Juve si è interrotto l’anno scorso ed è difficile da recuperare». Così l’ex bianconero Nicola Amoruso a Radio Bianconera: «Lippi e le similitudini con Sarri? Lippi ha grande carisma, Sarri è più spigoloso. In campo ha grandi qualità e alla Juventus potrebbe migliorare. Può piacere o meno ma ha una filosofia». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

INCONTRO LAMPARD-CHELSEA

Possibile svolta per l’affare Maurizio Sarri-Juventus: possibile via libera Chelsea nel corso delle prossime ore. Come riportano i colleghi di Goal, questa mattina Frank Lampard ha incontrato i Blues per discutere il suo approdo a Stamford Bridge nei panni di allenatore. E’ l’ex centrocampista il candidato numero uno per prendere il posto dell’ex Napoli, che potrebbe così avere il pass definitivo per unirsi alla Vecchia Signora. Un profilo che però non emoziona l’ex Juve Beniamino Vignola, ecco le sue parole a Radio Sportiva: «Fino a questo momento Sarri sembra il favorito per la panchina. Mi auguro che ci sia qualche sorpresa, la Juventus ci ha abituati a colpi di scena importanti. Non per sfiducia in Maurizio, ma penso che potrebbe aspirare a qualcosa di più. Sarri dopo l’ultima stagione ha fatto bene con il Chelsea, ma un nome di primo livello come Guardiola potrebbe essere un vero upgrade. Oltre alla delusione che ci sarebbe per i tifosi bianconeri», riporta Tutto Juve. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

CHI PARTE E CHI RESTA CON SARRI ALLA JUVENTUS

Maurizio Sarri non è ancora diventato il nuovo allenatore della Juventus: passano i giorni e il toscano non si è ancora liberato dal Chelsea, facendo così aumentare l’incertezza in seno ai tifosi che sperano ancora di poter arrivare a Pep Guardiola. Intanto però si parla già della rosa bianconera che sarà guidata da lui: come riporta Fantagazzetta, tra le conferme certe ci saranno – ovviamente oltre a Cristiano Ronaldo e Giorgio Chiellini – giocatori come Emre Can, Rodrigo Bentancur, Federico Bernardeschi, Moise Kean e Daniele Rugani, pupillo di Sarri che lo ha allenato e fatto crescere ad Empoli e poi ha provato a portarlo al Napoli, senza mai riuscire a vincere la resistenza della Juventus. Potrebbero invece salutare Joao Cancelo e Paulo Dybala: riguardo il primo abbiamo parlato nei giorni scorsi di una possibile offerta messa sul piatto dal Manchester City, soprattutto a livello tattico (per quello che Sarri ha sempre fatto vedere) appare difficile che il portoghese e Alex Sandro possano giocare contemporaneamente. L’argentino lascerebbe solo per un’offerta importante non essendo adattissimo al 4-3-3 del tecnico toscano, da valutare invece elementi come Juan Cuadrado e Douglas Costa che sono più abituati a portare palla e lanciarsi in progressione piuttosto che dialogare e fare movimenti a tagliare. (agg. di Claudio Franceschini)

SARRI ALLENATORE JUVENTUS: L’INDIZIO SUI SOCIAL

Paiono ore caldissime per l’annuncio di Maurizio Sarri come nuovo allenatore della Juventus: anche questa mattina infatti la carta stampata dà come imminente l’approdo del tecnico ex Chelsea a Torino. Di fatto però si attendono ancora notizie chiare da Londra come dalla stessa sede della società bianconera che pure non si è ancora espressa in tal direzione. Va però detto che un timido segnale da casa Blues è arrivato e ce lo riporta il portale tuttojuve: quest’oggi infatti Hasan Nagoor, azionista di minoranza del Chelsea ha dato indirettamente l’addio allo stesso Maurizio Sarri, salutandolo e ringraziandolo per il lavoro svolto e gli obbiettivi centrati in stagione (terzo posto e Europa league in bacheca) nelle sue storie di Instagram, dove pure si legge un “Thank you Sarri”. Insomma non proprio l’annuncio che Sarri sarà il nuovo allenatore della Juventus, ma che di certo il tecnico è pronto a lasciare i colori del club inglese. (agg Michela Colombo)

CECCARINI: 48 ORE DECISIVE

Conferme su tutta la linea: Maurizio Sarri sarà il nuovo allenatore della Juventus. Intervenuto a TMW Radio, Niccolò Ceccarini ha detto la sua: «L’allenatore? Per me è Sarri e lo prenderà in questa settimana. Firmerà a breve un triennale a sei milioni di euro netti a stagione. Mi aspetto che nelle prossime 48 ore tutto venga sistemato e possa venire presentato già in questa settimana. Se devo mettere in risalto i pregi, credo che sia un allenatore che gioca un calcio spettacolare, ha vinto un’Europa League e ha una voglia enorme di fare bene, anche perché è arrivato a 60 anni dopo aver fatto una grandissima gavetta. Arriverà con un fortissimi entusiasmo, per questa società sono passati grandissimi allenatori ed è uno stimolo per lui che è partito dai dilettanti», riporta Tutto Juve. E spunta la possibile data della presentazione: secondo quanto riporta Calciomercato.com, giovedì 13 giugno 2019 potrebbe essere il giorno giusto. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

LE PAROLE DI CIRO VENERATO

Maurizio Sarri alla Juventus, il tecnico toscano è sempre più vicino alla panchina bianconera. Nelle prossime ore dovrebbe arrivare il via libera definitivo del Chelsea, con l’ex Napoli pronto a cogliere l’eredità di Massimiliano Allegri. Il giornalista Rai Ciro Venerato ha riportato le ultime sulla trattativa: «Abbiamo ulteriori conferme, il nuovo allenatore della Juventus è Sarri. In questo weekend sono arrivate tante di quelle notizie che ci portano ad essere sicuri che Sarri sarà il nuovo tecnico ed abbiamo anche i dettagli. A fine settimana firmerà un contratto triennale da 6,5 milioni di euro a stagione. Bisogna attendere 48 ore per i contorni economici dell’addio al Chelsea, ma quasi certamente i bianconeri non verseranno alcun indennizzo». Prosegue Ciro Venerato: «Potrebbe esserci una sorta di agevolazione economica su alcuni fronti, basti pensare ad Higuain: la Juve infatti deve ricevere 9 milioni entro il 30 giugno dal Chelsea per il prestito oneroso di sei mesi. Potrebbe esserci anche uno sconto visto anche il rendimento non esaltante del Pipita». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

SARRI JUVENTUS, IL POSSIBILE STAFF

Maurizio Sarri non è ancora diventato l’allenatore della Juventus, ma ci sono già voci su quello che sarà il suo vice sulla panchina bianconera, così come di parte del suo staff: il vice infatti dovrebbe essere Giovanni Martusciello, che con il tecnico toscano ha già condiviso l’ottimo lavoro a Empoli (promozione in Serie A e salvezza ampia e anticipata) e in seguito è diventato il tecnico degli azzurri, succedendo a Marco Giampaolo ma retrocedendo in Serie B con una incredibile rimonta subita per mano del Crotone. Nella stagione appena conclusa Martusciello è stato l’assistente di Luciano Spalletti – altro ex dell’Empoli – all’Inter, ma il suo incarico è terminato nel momento in cui l’allenatore di Certaldo non è stato confermato; per quanto riguarda il preparatore atletico, come riporta la Gazzetta dello Sport, si fa il nome di Paolo Bertelli: scelta se vogliamo in continuità con la stessa Juventus, perchè quest’ultimo ha lavorato nello staff di Antonio Conte e dunque durante il triennio 2011-2014. Si pensava che l’arrivo del salentino all’Inter avrebbe potuto spingerlo da quella parte, così non è stato e ora potrebbe iniziare un nuovo rapporto con Sarri. Inoltre, se Martusciello non dovesse essere scelto, l’alternativa è rappresentata da Luca Gotti, che con il (probabile) nuovo allenatore della Juventus ha condiviso la stagione al Chelsea. (agg. di Claudio Franceschini)

SARRI ALLENATORE JUVENTUS: IL CHELSEA PRONTO A LIBERARLO

Maurizio Sarri potrebbe diventare il nuovo allenatore della Juventus entro domani: così dice Tuttosport, secondo cui l’annuncio tanto atteso dovrebbe arrivare nella giornata di martedì con possibile presentazione giovedì (o a questo punto venerdì, secondo quell’indiscrezione che avevamo riportato nelle scorse settimane). L’allenatore del Chelsea al momento sta posticipando le ferie sperando di poter chiudere il cerchio e sedersi ufficialmente sulla panchina dei campioni d’Italia: tutto però dipende dalle notizie che arriveranno oggi dall’Inghilterra, precisamente da Londra dove è atteso il via libera del Chelsea per rescindere il contratto con i Blues e agevolare la trattativa (in caso contrario la Juventus dovrebbe pagare una penale di circa 5 milioni di euro, e almeno secondo le voci non sembra che Andrea Agnelli sia molto dell’idea). I pezzi del puzzle si devono ancora incastrare del tutto, e dunque in questo momento è ancora possibile che ci sia un ribaltone: le voci sono tante ma conferme e smentite non sono mai arrivate, nè da qui nè dall’operazione “parallela” che conduce a Pep Guardiola, per questo motivo l’attesa da parte dei tifosi della Juventus continua. (agg. di Claudio Franceschini)

EMERSON PALMIERI LO SEGUE?

Sarri nuovo allenatore della Juventus: a questo punto manca solo l’annuncio e si comincia a pensare al futuro, che comprende pure alcuni giocatori che Sarri vorrebbe portare con sé alla Juventus. Il riferimento è innanzitutto ad Emerson Palmieri, l’oriundo italo-brasiliano che per tre stagioni ha indossato la maglia della Roma prima di passare al Chelsea, dove Sarri lo ha allenato nell’ultima stagione e del quale parla diffusamente La Gazzetta dello Sport in edicola oggi. Va detto che Emerson Palmieri era già stato seguito dalla Juventus quando giocava con i giallorossi, dunque è a maggior ragione credibile che possa seguire Sarri nella sua avventura bianconera. Emerson inoltre potrebbe essere sia il sostituto ideale di Alex Sandro sia l’indennizzo per i Blues, che hanno liberato Sarri rinunciando ai 6 milioni di euro previsti, ma potrebbero appunto ricevere qualcosa in più per Emerson Palmieri. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SIAMO AI DETTAGLI

Sarri nuovo allenatore della Juventus: manca ancora l’ufficialità, ma si è aperta in tal senso una settimana decisiva. Lo riferisce la Rai, che ha svelato anche alcuni dettagli contrattuali. L’esperto di mercato Ciro Venerato ha raccontato che l’allenatore del Chelsea firmerà nel weekend un contratto triennale da 6,5 milioni di euro con la Juventus. Nelle prossime 48 ore dovrebbe arrivare il via libera del club inglese, a cui la Juventus non verserà alcun indennizzo. Potrebbe però fare uno sconto su Gonzalo Higuain. Entro mercoledì comunque dovrebbe essere ufficializzato, quindi nei prossimi giorni potrà firmare il contratto che sancirà il suo ritorno in Italia, ma soprattutto l’approdo alla Juventus. I contatti delle ultime ore quindi sono stati positivi: sta per chiudersi il cerchio. Il club di Andrea Agnelli lo ha aspettato, del resto è convinto della rivoluzione da apportare dopo l’addio ad Allegri. Da settimane c’è l’accordo con l’intermediario che cura gli interessi di Sarri, Ramadani.

SARRI ALLENATORE JUVENTUS, IL CHELSEA DA’ L’OK

Il Chelsea era l’unico ostacolo da superare. Ritenendo archiviata la sua esperienza a Londra, Sarri ha affidato la trattativa con i Blues al suo entourage. Nel frattempo si è regalato qualche giorno di relax a Pistoia, nella sua Toscana. Ramadani intanto, sempre in contatto con Paratici, ha negoziato col Chelsea, facendo pesare la promessa della dirigenza inglese di rilasciare l’allenatore in modo gratuito. I contatti sono stati continui e poi è arrivata la fumata bianca. Stando a quanto riportato da calciomercato.com, forse già oggi il Chelsea libererà Sarri senza chiedere alcun indennizzo alla Juventus. Decisivo l’incontro tra Marina Granovskaia e il patron Abramovich a bordo del lussuoso yacht di quest’ultimo a Montecarlo. Quello di oggi potrebbe essere dunque il giorno giusto per sbloccare l’affare sull’asse Londra-Torino. Ora sì che l’annuncio è imminente, poi bisognerà valutare il futuro di Gonzalo Higuain, la cui permanenza al Chelsea senza Sarri appare improbabile. Ma questa è un’altra storia…

© RIPRODUZIONE RISERVATA